Riuscite a riconoscere il gatto vero da quello falso? L’intelligenza artificiale vi ingannerà

Neanche l'occhio più attento sarebbe capace di riconoscere senza ombra di dubbio il gatto vero da quello falso

Sappiamo tutti quanto la tecnologia stia compiendo passi da gigante in quest’ultimi tempi, stracciando record su record e cancellando convinzioni fino ad ora inossidabili. Lo stesso vale anche per quell’ambito tecnologico che prende il nome di AI (Artificial Inteligence). Ecco, proprio l’intelligenza artificiale oggi ci gioca uno scherzo da non sottovalutare.

Prima di tutto vi mettiamo al corrente della sfida e solamente in seguito cercheremo di cogliere qualche sfumatura del simpatico fatto. Consapevoli del fatto che una delle foto è completamente ricreata da zero e l’altra invece è reale (nel senso che raffigura un gatto realmente esistente), sapreste distinguere l’una dall’altra?

Ammettetelo, non è affatto facile, anzi, in certi casi oseremmo dire che si tratta di un’impresa pressoché impossibile. Lo sviluppo in questo campo è stato così concentrato, talmente repentino e sorprendente che ormai le differenze sono minime, se non nulle. Alla base di questo lavoro di “ricreazione” c’è un sito, approdato sul web nel 2019.

gatto progresso tecnologia immagine

Il lavoro, spiegato in parole poverissime, consiste nell’analizzare le miriadi di informazioni contenenti le fotografie di gatti sul web. Una volta apprese, si ricrea da zero l’immagine di un gatto, un’immagine che tenterà di essere quanto più realistica possibile.

Inizialmente le foto erano inguardabili, il divario fra realtà e fantasia era troppo, quasi imbarazzante. Tuttavia 2 anni di “studio” (in effetti l’intelligenza artificiale non fa altro che studiare, apprendere e riproporre come se fosse una verifica scolastica) hanno limato questo margine di differenza fino a corroderlo completamente, cancellando quel labile filo che distingueva le due parti in gioco.

gatto nero differenza destra sinistra

Si, potreste avere fortuna e riconoscere il gatto vero da quello falso, alla fine avete il 50% delle possibilità di successo, ma siamo certi che nessuno andrà mai a colpo sicuro. Questo progresso continua imperterrito per la sua strada ed è capace di regalarci perle anche quando si parla di gatti.

LEGGI ANCHE: Imola, Arturo diventa il gatto più famoso della Formula 1

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati