Rogna nel gatto: cos’è, cause, contagio, cure

Scopriamo tutto quello che c'è da sapere su una malattia contagiosa e insidiosa per il nostro gatto: la rogna.

gatto si gratta la testa

Illustreremo qui tutto ciò che c’è da sapere sulla rogna nel gatto. La rogna è una delle malattie della pelle più comuni e pericolose per i gatti, e se non trattata in modo tempestivo ed efficace può anche portare alla morte dell’animale. Si tratta però di un disturbo relativamente facile da riconoscere.

gatto si lecca zampa

Cause

La rogna nel gatto è causata da minuscoli parassiti, in particolare acari che si annidano sotto la superficie cutanea del gatto succhiando il suo sangue e deponendo le uova; possono anche provocargli reazioni allergiche. Esistono diverse specie di acari che possono causare la rogna, e ognuna di esse ha caratteristiche diverse.

Contagio nell’uomo e negli altri animali

I gatti non sono gli unici a poter contrarre questa malattia: essa può essere trasmessa a quasi tutti i mammiferi come l’uomo o uccelli tramite contatto con animali infetti. Come abbiamo già accennato, esistono vari tipi di rogna e sono tutti contagiosissimi: se uno dei vostri animali domestici ha questa malattia dovete portarlo dal veterinario immediatamente e fare in modo che anche tutti gli altri animali di casa vengano trattati come se l’avessero.

I rischi di contagio per l’uomo variano in base alla specie di acaro che ha causato la rogna nel gatto: l’unico pericoloso per noi è quello della scabbia, cioè il Sarcoptes scabiei. Si tratta di una forma meno grave rispetto a quella felina ma sempre da evitare, soprattutto se ci sono bambini in casa.

acaro della rogna

Tipi di rogna nel gatto

  • Rogna sarcoptica o scabbia: più comune nei cani ma pur sempre trasmissibile al nostro micio. È causata dall’acaro Sarcoptes scabiei che provoca negli animali colpiti un prurito talmente insopportabile da spingerli a grattarsi fino a provocarsi delle lacerazioni anche serie.
  • Rogna otodettica o auricolare: colpisce l’orecchio e ne causa infezioni a livello esterno. Il tratto più distintivo è costituito dalla presenza di cerume marrone scuro (colore dovuto a piccole perdite di sangue all’interno dell’orecchio) e di crosticine attorno alle orecchie dell’animale, mentre il prurito può non manifestarsi.
  • Rogna notoedrica: causata dall’acaro Notoedres cati, colpisce le orecchie per poi diffondersi a testa, collo e resto del corpo. Provoca prurito irresistibile e di conseguenza lesioni causate dal continuo grattarsi, ma a volte anche ispessimenti cutanei.
  • Rogna demodectica o rogna rossa: trae il suo nome dall’acaro che ne è responsabile, il Demodex cati. Ad uno stadio avanzato provoca anche perdita di pelo, lasciando delle vistose aree arrossate.

gatto con padrone

Terapie e cure

L’unica terapia efficace per la rogna nel gatto è costituita dalla somministrazione di farmaci antiparassitari, prescritti dal veterinario dopo che avrà confermato la diagnosi e stabilito quale specie di acaro stia infestando la pelle del vostro micio. In presenza di infezioni batteriche possono accompagnarsi anche ad antibiotici.