Roppolo, gatto trovato ancora vivo all’interno di un cassonetto dei rifiuti

La cosa che fa più male è scoprire la dinamica secondo la quale sono avvenuti i fatti, qualcosa che fa rabbrividire

Una scoperta che ha del macabro, che lascia interdetti perché culmine di una vicenda disastrosa sotto tutti i punti di vista. Nel comune di Roppolo, in provincia di Biella, un uomo ha salvato la vita ad un gatto malconcio prima che le cose volgessero per il peggio. Per il piccolo adesso si aprono le porte di un futuro migliore.

Prima di tirare in ballo un futuro tutto da scrivere per questo gatto, andrebbero prima analizzate le minime parti che vanno a comporre una storia assolutamente terrificante. La vittima la conosciamo e non è la prima volta che sentiamo racconti simili; il problema sarà trovare il responsabile, che spesso e volentieri la scampa, senza che nessuno faccia qualcosa in merito.

La nostra speranza, una delle tante a dir la verità, è che questa volta le cose vadano in modo diverso. È troppo chiedere giustizia per chi lo necessita? Pensiamo proprio di no! Ritornando ai fatti, sappiamo che un residente del comune, uscito di casa per andare a buttare la spazzatura, si è imbattuto in questa povera creatura all’interno del cassonetto.

roppolo gatto si nasconde auto

Sofferente e nella più straziante solitudine, quasi rassegnata ad un destino così crudele ed ingiusto. L’uomo in questione non ci ha pensato due volte ed ha contattato i carabinieri, attraverso i quali sono intervenuti anche i volontari del rifugio consortile di Cossato. Quest’ultimi hanno tratto in salvo il micio, portandolo in una clinica veterinaria d’urgenza, viste le condizioni poco rassicuranti del felino.

Traumi vari agli arti, che non gli permettono ancora oggi di poggiare le zampette in modo corretto, figuriamoci camminare. Il piccoletto, come abbiamo detto all’inizio, se la caverà. Il problema però è un altro perché, oltre al deplorevole gesto del colpevole, dobbiamo aggiungere un particolare appositamente omesso. Tutto proviene dagli occhi e dalla bocca del cittadino soccorritore.

roppolo gatto salvataggio rifugio cossone

Secondo la versione di quest’ultimo, prima di lui sarebbe andata un’altra persona a gettare la spazzatura, facendo caso al gatto sofferente ma ignorandolo completamente. Ascoltare questa testimonianza lascia interdetti, non abbiamo altro da aggiungere.

LEGGI ANCHE: Ceglie Messapica, gatti avvelenati nel centro cittadino, scatta la denuncia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati