Rossini, il gatto che a Rovigo è una vera e propria mascotte

Gatto in una libreria

Si chiama Rossini il gatto protagonista della storia di oggi e per tutti gli abitanti di Rovigo è una vera e propria celebrità.

Se leggete le nostre storie con frequenza, dovreste ormai aver capito che i nostri amici a quattro zampe possono diventare famosi per un motivo o per un altro.

Un po’ grazie all’avvento di Internet e dei social network, che sono stati un trampolino di lancio per i tanti felini che ormai sono super conosciuti in tutto il mondo.

Gatto sdraiato sulla schiena

Un po’ come Coby, il gatto star del web che ha fatto innamorare tutti. O ancora Kevin, il gatto che dopo tanta sofferenza è una star di Instagram.

E anche il protagonista di questa storia, il gatto Rossini, è un felino decisamente molto conosciuto. Lo sanno bene gli abitanti di Rovigo per i quali è una vera e propria mascotte.

E lo sa bene la sua proprietaria, Valentina, che inizialmente aveva chiamato il suo felino Garfield.

Mai e poi mai si sarebbe immaginata che quel piccolo insieme di peli rossi sarebbe presto diventato una star.

Gatto che ruba un pesce

Ma subito dopo averlo adottato, Valentina si è resa conto che la vita domestica non era fatto per lui. Rossini voleva sempre uscire, desideroso di esplorare l’ambiente ed il mondo esterno.

E così piano piano le sue uscite sono diventate sempre più lunghe. E con il passare del tempo, tutti hanno iniziato a stringere amicizia con lui.

La sua fama è cresciuta con il tempo, grazie anche alle tante fotografie rubate e diffuse sui social.

Perché il gatto Rossini fa di tutto per essere fotografato. Sonnecchia per le vie della città, combinando guai tra un pisolino e l’altro.

Gatto che dorme

Inoltre, Rossini è proprio un gatto dalle sette vite. Perché se da una parte è la star dei cittadini, dall’altra è l’incubo dei Vigili del Fuoco.

I pompieri di Rovigo hanno infatti ormai perso il conto di quante volte hanno ricevuto richieste di aiuto per Rossini.

Quando è rimasto sul tetto di una chiesa, sulle tegole di un palazzo altissimo o quando si è intrufolato nel vecchio carcere della città. Ma tra un guaio e l’altro, questo bellissimo amico a quattro zampe è ormai una mascotte a Rovigo.