Rumori fastidiosi per il gatto: tutti i suoni che è meglio evitare quando c’è Micio

L'udito felino è certamente molto più sviluppato del nostro, ci sono quindi dei rumori fastidiosi per il gatto che dobbiamo conoscere ed evitare

gatto ha paura

I nostri amici a quattro zampe, che siano cani o felini, hanno dei sensi davvero molto sviluppati. L’udito e l’olfatto son i due principali. Ecco perché ci sono dei rumori fastidiosi per il gatto: lui percepisce frequenze che noi non sappiamo nemmeno esistere.

Ciò non toglie che dobbiamo conoscerli per evitare che la nostra piccola palla di pelo possa imbattersi in qualcosa che gli crea non poco disagio. In alcuni casi gli effetti possono mettere a rischio anche la sua vita. Il nostro obiettivo, come sempre, è fare un po’ di ordine in merito a un argomento su cui c’è sempre tanta confusione, ma procediamo per gradi.

Uno sguardo di insieme

gatto si copre gli occhi

I rumori fastidiosi per il gatto sono molteplici e, il più delle volte, il suo compagno di avventure bipede non ne è a conoscenza e gli provoca dei disagi senza nemmeno saperlo. Vi è mai capitato di ascoltare i giochi pirotecnici o il passaggio di un ambulanza a sirene spiegate? Con un felino in casa la fuga sotto al letto è più che certa. A tal proposito potrebbe tornare utile sapere come agire se il felino ha paura dei fuochi d’artificio.

Il nostro adorato Miao, infatti, proprio come accade ai cani e a noi esseri umani, può saltare letteralmente in aria se gli capita di sentire un rumore di un certo tipo: ogni specie ha i propri ‘off limits’. Alcune persone capita che li emettano proprio per distogliere il peloso da un comportamento errato, si tratta di una strategia di addestramento sulla quale ci sono dei pareri discordanti.

Quando i rumori sono voluti

Viene usata questa strategia proprio da chi conosce i punti deboli della nostra piccola palla di pelo e quando ci sono delle difficoltà di socializzazione e addestramento, due fasi delicate che spesso coincidono in cui Miao impara come interagire con il mondo esterno nel rispetto di tutti gli attori in gioco (sul fatto che sia un approccio giusto o meno lasciamo parlare gli esperti).

Nonostante ci siano dei suoni che possono infastidire e allontanare l’esemplare in questione, ne esistono alcuni che – secondo una ricerca scientifica – potrebbero provocare addirittura le convulsioni nel nostro amico a quattro zampe. Ecco allora che diventa fondamentale documentarsi e saper fare una netta distinzione tra ciò che è innocuo e ciò che non lo è.

Quali suoni evitare con Miao in casa

gatto in giardino

Ci sono dei rumori fastidiosi per il gatto, tutto è riconducibile al suo udito davvero fuori dal comune, soprattutto se messo a paragone con il nostro. Il nostro amico a quattro zampe è in grado di percepire frequenze straordinariamente alte. Proprio per questa abilità tipicamente felina e canina, i suoni acuti possono rappresentare un problema non di poco conto. Può arrivare a provare vera e propria paura, angoscia incontrollata e vivere attacchi di panico in piena regola.

Nelle nostre abitazioni ci sono molti strumenti che possono emettere tali suoni. Impercettibili alle nostre orecchie, ma un vero problema per il felino che abita con noi. Il televisore ad alto volume, il computer con l’audio attivato, le lampadine fluorescenti, perfino il collare elettronico per il controllo dei parassiti possono provocare dei disagi non indifferenti.

Anche la musica a un volume che noi giudichiamo basso, può essere un problema per la nostra piccola palla di pelo. Non a caso esiste la musica pensata appositamente per Miao. Senza dimenticare i temutissimi fuochi d’artificio a Capodanno, i tuoni durante il temporale o l’aspirapolvere nel bel mezzo delle pulizie settimanali.

L’osservazione prima di tutto

Se notiamo che il nostro adorato Miao si allontana, si nasconde in un luogo protetto, molto probabilmente qualcosa lo rende nervoso. Se non siamo in un silenzio di tomba, il suono emesso da un qualche dispositivo potrebbe spiegare le ragioni di tale comportamento.

Attenzione anche a eventuali vocalizzi eccessivi. Anche lo spray per la lacca è un problema. Ci sono dei rumori fastidiosi per il gatto e più ne conosciamo, più potremo rispettare la sua natura e salvaguardare il suo benessere psicofisico.

Il suono improvviso di una campana, o un fischio non previsto spesso e volentieri rappresentano elementi di disturbo per la nostra piccola palla di pelo. Gli addestratori lo sanno e li utilizzano per interrompere un comportamento negativo o sbagliato in una determinata circostanza.

Quando dobbiamo preoccuparci

gattino solo

Come già accennato, i rumori fastidiosi per i gatti non sono pochissimi e alcuni possono provocare dei danni notevoli, sia all’apparato uditivo che a livello psicologico. Ecco allora che ci viene in soccorso la scienza e una ricerca che ci potrà certamente fornire una linea guida nei casi in cui il pericolo è dietro l’angolo. Secondo uno studio proveniente dalla Gran Bretagna, infatti ci sono dei suoni che terrorizzano Miao a tal punto da causargli delle crisi epilettiche. Questo fenomeno è stato denominato la “Sindrome di Tom e Jerry“, chiamata così proprio per l’impatto che i rumori forti hanno su uno dei protagonisti del cartone animato, nel caso specifico Jerry.

Gli studiosi, dopo aver interrogato alcune persone che convivevano con i nostri amici a quattro zampe, che hanno raccontato come i propri gatti – dopo aver ascoltato specifici rumori – hanno sviluppato delle convulsioni, hanno affidato un sondaggio ai social network, uno tra i mezzi di comunicazione più potente in circolazione al giorno d’oggi. Il feedback è stato assolutamente positivo.

I risultati del sondaggio

gatto con collare

Secondo i dati raccolti, figli di esperienze sul campo, ci dicono quali sono i rumori che non solo sono fastidiosi per il gatto, ma anche pericolosi per la sua salute. Nella top ten entra di diritto la carta stagnola e la plastica accartocciate. Se vogliamo schiacciare una bottiglia per fare la raccolta differenziata, allora, facciamo in modo di farlo lontano dalle orecchie del nostro adorato Miao.

Stessa cosa vale per il rumore del cucchiaino sulla tazzina di ceramica, un martello che inchioda qualcosa, il rumore delle chiavi mentre prendiamo un oggetto all’interno della borsa, quello delle monete poggiate su un contenitore di metallo o semplicemente sul tavolo. Sono tutti rumori che, emessi frequentemente, possono spaventare e creare problemi al gatto. Non solo tuoni, botti o aspirapolvere turbano la quiete dei felini, ma tante altre piccole cose di uso comune che adesso guarderemo con occhi diversi.