Quando e perché sterilizzare una gatta?

Qual è il momento migliore per sterilizzare la propria gatta? E perché è il caso di farlo? Ecco tutte le risposte.

gatta dal veterinario

La sterilizzazione del gatto è un’operazione molto comune e generalmente priva di rischi per i gatti. Nelle femmine essa (detta anche ovarioisterectomia) consiste nell’asportazione delle ovaie e dell’utero.

Ci sono diverse ragioni che possono portarci a decidere che è il caso di procedere con questo intervento, e dei momenti più indicati per farlo.

Perché sterilizzarla

Perché sterilizzare un gatto o meglio una gatta? Sono tanti i motivi, che vediamo meglio di seguito.

Evitare che vada in calore

Se la fase del calore è del tutto naturale nella vita del felino, è anche piuttosto stressante sia per lui che per noi. Nel caso non siate interessati a far procreare la vostra gatta, sterilizzandola potrete anche risparmiarvi i disagi causati dall’estro, come i miagolii insistenti anche notturni.

Evitare gravidanze indesiderate

Le gatte possono partorire anche tre volte in un anno. Non tutti possono permettersi di prendersi cura dei cuccioli, che richiedono attenzioni ancora più particolari. Gravidanze indesiderate possono portare anche all’abbandono di gattini, favorendo il proliferare di randagi. Inoltre, a seconda del loro stato di salute, alcune gatte possono incorrere in gravidanze particolarmente rischiose.

Con la rimozione delle ovaie dal corpo della gatta si rende impossibile il concepimento, prevenendo in modo radicale queste eventualità.

Evitare tumori e altri disturbi

In caso di ripetuti estri senza accoppiamento o concepimento, aumenta la possibilità che si sviluppino dei tumori alla mammella. Per prevenirli la soluzione principale è quella di sterilizzarle.

Vi sono poi altri disturbi il cui rischio può essere ridotto allo stesso modo, come le infezioni all’utero (soprattutto in età avanzata) e le malattie sessualmente trasmissibili come la FIV.

Quando sterilizzarla

Il momento ideale per intervenire con la sterilizzazione della gatta è quando la micia è in fase prepuberale e ha raggiunto i 2,5 kg di peso, il che spesso significa prima del sesto/settimo mese di vita (anche se alcune hanno il primo calore anche ad appena 4 mesi). È però anche possibile farlo in seguito, perché non ci sono limiti di età: è questo, ad esempio, il caso di gatte adulte a rischio di randagismo.

Quello che si consiglia caldamente è però di evitare di farle operare quando sono in calore, perché ciò potrebbe causare complicazioni per l’intervento.