Un gattino Bengala enorme viene scambiato per un leopardo e causa panico in Messico (VIDEO)

Nella città messicana dove è stato trovato il gattino, la razza Bengala non è molto conosciuta, quindi l'enorme felino ha causato panico fra i cittadini

gatto Bengala

Gli amanti dei felini sanno riconoscere benissimo un gattino Bengala da un leopardo. Ma sembra che gli abitanti di Tampico, una città messicana, non siano molto esperti di gatti né conoscano molto bene la splendida razza Bengala. Il video che vedrete ci racconta la storia di un bellissimo esemplare di Bengala trovato a girovagare per un parco. Ebbene: il gatto è stato scambiato per una belva feroce, scatenando il panico.

Bengala enorme

È stata davvero enorme la sorpresa di alcuni cittadini messicani che hanno segnalato la presenza di un leopardo nel parco Fray Andrés de Olmos di Tampico, nello stato di Tamaulipas. Tuttavia la presunta belva non risultò essere ciò che tutti pensavano.

Ua nota associazione attiva nel salvataggio di animali della zona, chiamata “Patitas de la Calle” (zampine della strada), decise di occuparsi del caso. Le persone erano davvero terrorizzate, e credevano che il felino avrebbe potuto attaccarle selvaggiamente in qualsiasi momento.

Rapidamente i volontari dell’Organizzazione arrivarono sul posto e trovarono l’animale nascosto sotto a una panchina. In realtà si trattava di un gatto veramente enorme, con macchie nel mantello simili a quelle di un leopardo.

Bengala enorme scambiato per leopardo in Messico

Era semplicemente un gatto, ma con una taglia decisamente diversa da quella alla quale la gente del posto era abituata. Il felino infatti, misura quasi un metro di lunghezza e pesa circa sei kg. Si tratta chiaramente di un bellissimo e simpatico esemplare di gatto Bengala.

Per mezzo delle sue reti sociali, la fondatrice dell’organizzazione Patitas de la Calle, America Sandoval, ha spiegato che il gatto, salvato in novembre, non godeva di buona salute: aveva una forte infezione agli occhi, una dermatite ed era molto magro, indipendentemente dalla sua grandezza.

Dopo averlo trovato, l’Associazione si è messa all’opera per ritrovare i suoi padroni, che dovrebbero dimostrare che il gatto è loro consegnando i documenti relativi alla proprietà.

Se i padroni non apparissero, potrà iniziare il processo di adozione del micione, che ora si chiama Andrés. Tuttavia, in quanto si tratta di una specie particolare che ha bisogno di molte cure e anche di molto cibo, America Sandoval ha fatto sapere che il gatto verrà affidato solamente a una famiglia che disponga di una buona situazione economica.

Se ti piacciono i gatti del Bengala potresti leggere anche: Il gattino Bengala gioca con un pappagallo