Un gatto dimenticato per quasi due mesi in una casa vuota: trovato dai nuovi proprietari

La triste storia di un gatto, trovato rinchiuso in una casa vuota dopo circa due mesi dai nuovi proprietari: è vivo per miracolo!

Questa è la triste storia di Finn, condivisa da un rifugio per animali dei Paesi Bassi. Si tratta di un gatto che ha trascorso più di un mese rinchiuso in una casa vuota, senza cibo nè acqua. E’ stato trovato 52 giorni dopo dai nuovi proprietari, che hanno acquistato il domicilio alla “cieca” tramite asta.

Una grave svista che lascia senza parole e con molte incognite. Non si sa ancora come sia stato possibile che l’animale sia rimasto lì, dimenticato in una casa vuota. Forse per noncuranza o forse perchè volevano proprio abbandonarlo. Ma l’unico fatto noto è che il precedente proprietario ha lasciato la casa il primo luglio.

gatto in una casa vuota

Sebbene a quel tempo la casa potesse essere affittata, non si sa a chi appartenesse questo animale domestico. Si sa solo che è riuscito a sopravvivere per tutto questo tempo. “Miracolosamente è sano” hanno scritto nella pubblicazione. Nella stessa hanno spiegato che l’ipotesi più sicura per cui sia ancora vivo è grazie allo sgocciolamento di un rubinetto che gli ha fornito l’acqua.

All’inizio avrebbe avuto del cibo, ma naturalmente si stava esaurendo. Nelle sue feci c’erano tutti i tipi di carta , che probabilmente ha ingoiato mentre cercava qualcosa di commestibile, hanno detto. Pertanto, quando i nuovi inquilini sono entrati in casa il 24 agosto, il gatto è fuggito in cerca di cibo.

gatto trovato in casa vuota

È stato immediatamente trasferito in una clinica veterinaria dove, da un paio di giorni, riceve cure endovenose fino a quando non si è stabilizzato . Ora è ricoverato in un rifugio, da dove chiedono donazioni per le spese del servizio medico.

La buona notizia è che Finn sta lentamente prendendo peso. Tuttavia, è ancora molto scontroso con gli umani , avendo perso fiducia dopo tanto tempo in isolamento. Molte persone si sono interessate a prendersi cura del gatto e ad adottarlo. Dal però centro sostengono che è ancora troppo presto per essere trasferito in un nuovo contesto famigliare.

Tra qualche settimana, se si riescono a raccogliere i soldi e soprattutto se Finn si rimette totalmente in forze, sarà vaccinato. Dopo di che sarà pronto per essere adottato da una famiglia che lo ami.

LEGGI ANCHE: Un artista di 75 anni commemora il suo gatto defunto con meravigliose sculture di alberi digitali

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati