Acne felina: caratteristiche e rimedi

In questo articolo presentiamo le caratteristiche dell'acne felina, una malattia dei gatti poco conosciuta, e i rimedi per debellarla.

primo piano di un gatto

L’acne felina è una delle malattie meno comuni tra quelle che affliggono i gatti. Non si tratta di un disturbo pericoloso né tantomeno mortale, ma dato che causa non poco fastidio nell’animale è il caso di conoscerne bene le caratteristiche ed essere informati sui suoi possibili rimedi. Scoprirete tutto in questo articolo.

gatto accarezzato sotto il mento

L’acne felina si riscontra quasi esclusivamente sul mento e sul labbro inferiore della bocca del gatto, nel punto in cui i follicoli si intasano di sebo. Alcuni gatti possono riportare un singolo episodio di acne, mentre altri si ritrovano a soffrirne a lungo e a volte per tutta la vita; la frequenza e serietà del problema varia a seconda dell’animale. Talvolta all’acne felina si accompagnano anche delle infezioni batteriche.

Contrariamente a quanto accade per cani ed esseri umani, l’acne felina non è un tratto tipico dell’adolescenza: età, sesso e razza dell’animale non sono fattori determinanti per questa condizione, che può colpire indiscriminatamente qualunque gatto.

mento di gatto affetto da acne

I sintomi dell’acne felina consistono nella presenza di punti neri, foruncoli rossicci, crosticine che si sviluppano sul mento e (meno frequentemente) sulle labbra; si osserva anche un rigonfiamento del mento. Nei casi più severi si possono sviluppare noduli, croste sanguinanti, perdita di pelo, un accentuato arrossamento della pelle e dolore diffuso nella zona colpita. La situazione può peggiorare ulteriormente se il gatto tende a graffiarsi o strofinare il mento ovunque.

Non si conosce una causa specifica per l’acne, ma si può attribuire a cattive abitudini nella pulizia (più difficile negli esemplari a pelo lungo) o anomalie della pelle come squilibri nella produzione di sebo. Anche una pulizia eccessiva può provocarla, soprattutto se il mento viene strofinato ripetutamente sul pelo. Alcuni studiosi attribuiscono questa condizione anche a stress o problemi ormonali.

gatto si gratta il mento

La diagnosi di questo disturbo è raggiungibile osservando semplicemente il mento del vostro gatto. Sarà però necessario anche escludere altre condizioni che provocano sintomi simili come rogna, infezioni fungine, lebbra felina, allergie e tumori della pelle: il medico potrebbe quindi procedere con un raschiato cutaneo (alla ricerca di acari o peli infetti da funghi), colture fungine o biopsie.

Il trattamento dell’acne felina parte da una pulizia approfondita dell’area infetta con un prodotto antisettico e uno shampoo specifico; tosare il pelo in questa zona aiuta a ridurre l’umidità e facilitare la pulizia. Se l’infezione si riduce è il caso di continuare per un periodo di 3 settimane. Se invece l’acne si mantiene costante o riappare, il veterinario ricorrerà a un approccio più a lungo termine, con trattamenti permanenti due volte alla settimana. Se vi è anche un’infezione batterica in corso sarà necessario anche somministrare antibiotici per via orale.

Una volta conclusa la terapia monitorate il vostro gatto per eventuali recidive.