Attenzione a questa manovra: è fondamentale per far sopravvivere il tuo gatto

Un semplice gesto potrebbe salvare la vita in pericolo del vostro gattino, potreste avere bisogno di queste nozioni in un domani per dare speranza al futuro del vostro amichetto

attenzione questa manovra fondamentale sopravvivere tuo gatto

Se in una situazione di grave pericolo ce ne fosse bisogno, potreste salvare la vita al vostro gattino compiendo una manovra esatta. Osserviamo assieme i fattori che possono portare al compimento di tale manovra e in particolare come eseguirla.

gatto rianimazione cardiopolmonare passaggi

Si chiama “Rianimazione Cardiopolmonare“, abbreviato “RCP“, ed è un gesto che potrebbe ritornarvi utile un giorno.

Partiamo sempre e comunque dal presupposto che il veterinario è la prima scelta, il primo luogo nel quale recarsi in caso di estremo bisogno.

Ma se non fosse possibile per un motivo o un altro allora vi consigliamo di prestare attenzione alle seguenti parole. Prima di tutto dobbiamo valutare se il gatto respira, provando a sentire aria dalla bocca o dal naso, o usando uno specchio.

In secondo luogo valutiamo il battito cardiaco appoggiando due dita sotto le costole del nostro micio. Se c’è assenza di battito, allora converrà proseguire con la RPC; appoggiamo il nostro gatto su una superficie comoda e priva di eventuali ostacoli.

Di seguito apriamo la bocca tiriamo fuori la sua lingua; è fondamentale controllare se le vie aeree sono libere o meno. Attenzione! Se trovate, al tatto, delle ossa sulla parte posteriore della bocca non provate ad estrarle, fanno parte della loro laringe.

Se necessario, eseguite delle compressioni addominali per rimuovere l’eventuale ostruzione alle vie aeree (non eseguite questo passaggio se l’animale è cosciente o alterato dalla situazione, potrebbe peggiorare solamente le cose).

gattino respirazione artificiale consiglio

Il micio non continua a respirare, allora passate alla respirazione artificiale; tenete la sua bocca chiusa, poggiate la mano “a coppa” sul naso ed effettuate dei soffi direttamente su quest’ultima parte del corpo.

Durante questi momenti controllare costantemente il battito cardiaco e, anche qui, se necessario, eseguire le compressioni toraciche all’altezza dei fianchi. Sono piccole azioni che possono salvare una vita, non dimenticatelo.

LEGGI ANCHE: Ecco i motivi per cui il tuo gatto è sempre nervoso: probabilmente non te li aspetti