Cucce per gatti da esterno riscaldate: come sono fatte e i vantaggi

Al gatto piace stare al calduccio e se siete in procinto di preparargli il giaciglio, questa soluzione potrebbe fare al caso suo.

cucce-gatti-riscaldate

Le cucce per gatti da esterno riscaldate sono studiate per rendere accogliente il rifugio del vostro felino, se è abituato a vivere gran parte della sua giornata all’aperto.

Infatti, quando si sceglie la cuccia per il nostro gatto, la prima cosa da considerare sono le sue esigenze, piuttosto che il design del giaciglio o i nostri desideri di come e dove collocare quest’ultimo in casa.

Cuccia del gatto: qual è quella giusta per lui

gatto-dorme-cuccia

I gatti sono animali estremamente indipendenti e così sono loro che scelgono autonomamente il luogo in cui desiderano dormire.

L’unica cosa che può fare il padrone è dunque capire come rendere accogliente la  cuccia del felino, in modo che possa avvicinarsi ai bisogni specifici del proprio gatto.

A seconda del suo carattere o dei suoi gusti, il gatto può preferire di sdraiarsi in punti alti della casa, altri vogliono stare vicino alla finestra, altri ancora preferiscono stare all’aperto, ma in un angolo riparato.

Le cucce per gatti da esterno: come si riscaldano

cucce-gatti-riscaldate

Se il vostro gatto ama stare all’aperto, perché avete un giardino in cui l’animale può gironzolare,  vale la pena tentare di mettergli a disposizione una cuccia coperta fuori casa, da posizionare nell’area in cui normalmente si appisola.

Optare per cucce da esterno riscaldate, per far sì che il vostro gatto la apprezzi di più.

Si tratta di cucce che non si appoggiano direttamente a terra, ma sono rialzate e coibentate, così da mantenere il calore nell’ambiente interno, anche se fuori è freddo.

Per aumentare ancora di più il calore nella cuccia, potete inserire dei  cuscini e delle coperte in pile, dove il gatto può rannicchiarsi in libertà.

Perché conviene una cuccia riscaldata

gatto-cuccia-giardino

Dovete sapere che i mici amano il caldo, sia in inverno che in estate, ecco perché la cosa migliore è quella di rendere la sua cuccia riscaldata.

Non a caso, fin da appena nati, i gattini individuano la mamma attraverso il calore che emana con il suo corpo.

Quando i gatti crescono, diventano  sempre più sensibili agli sbalzi di temperatura, all’umidità e alle correnti d’aria.

Inoltre, un gatto che ama stare fuori, quando è inverno, deve ricevere una maggior cura nella toelettatura del pelo, per stimolare il rinnovo del sottopelo.

Se il felino è abituato a stare fuori,  meglio che continui a rimanerci anche nei mesi invernali per rinnovare il pelo più adatto per proteggersi dalle basse temperature.