Gatti e taurina: a cosa serve e cosa bisogna sapere

I gatti sono carnivori per definizione e la taurina è un elemento importantissimo per uno sviluppo completo e senza intoppi. Tutti i dettagli

gatto goloso davanti alle crocchette

Gatti e taurina devono ‘camminare a braccetto’: si tratta di aminoacidi fondamentali per garantire ai nostri amici a quattro zampe il corretto funzionamento di tutto l’organismo. Nello specifico, è un vero toccasana per il cuore, la vista, l’apparato digerente e riproduttivo.

A differenza di quanto possa succedere in altri animali, per i felini si tratta di una componente fondamentale. Questo perché da soli non sono in grado di sintetizzare la quantità minima per una vita lunga e in salute. È necessario quindi che la assumano attraverso l’alimentazione: un aspetto prioritario, da discutere immediatamente con il proprio veterinario di fiducia al momento dell’adozione.

Un quadro d’insieme

gatto con occhi azzurri

I gatti è bene che assumano il giusto quantitativo di taurina per evitare malattie cardiache, problemi alla vista tali da portare alla cecità o danni gravi al sistema nervoso. A tal proposito potrebbe tornare utile essere in grado di stabilire se un gattino è cieco o meno.

Lo specialista, che dovrebbe conoscere eventuali pregressi clinici di Miao e caratteristiche di razza, è fondamentale per aiutarci a stabilire la dieta migliore per il nostro amico a quattro zampe. Sarà il nutrizionista a consigliarci i cibi che contengono la maggior quantità di questo importantissimo aminoacido e in che modo va apportato nella pappa di tutti i giorni.

Non dimentichiamo, infatti, che siamo quello che mangiamo e il corretto apporto nutrizionale è fondamentale per qualsiasi essere vivente, felino compreso. In primis è bene che assuma proteine di origine animale, seguite poi da vitamine, minerali e fibre; i carboidrati non sono quello che si definisce un vero e proprio toccasana.

I benefici della taurina

Che si parli di alimentazione naturale del gatto o di dieta industriale, tutto quello che ingerisce il nostro amico a quattro zampe deve contenere questo elemento così importante per il corretto sviluppo dell’organismo e, poi, per un suo funzionamento ottimale.

Tra i benefici vanno citate senz’altro le proprietà antiossidanti. Inoltre è in grado di regolare la quantità dell’acqua e del sale nelle cellule, stimola la crescita dei muscoli, aiuta Miao a produrre bile ed è un ottimo neurotrasmettitore. Infine agisce positivamente sulle cellule che compongono la retina dell’occhio.

Tutti gli alimenti che contengono la taurina

gattino che beve latte

Perché i gatti assumano il giusto quantitativo di taurina bisogna avere un quadro di insieme sui cibi che può mangiare, da evitare ovviamente sono quelli tossici (che vale la pena conoscere per evitare spiacevoli sorprese e conseguenze anche di una certa entità).

La migliore somministrazione è quella attraverso sostanze naturali, contenute negli alimenti da destinare al nostro adorato Miao. In quest’ottica, sono senz’altro più indicate le proteine di origine animale, precedentemente citate per la loro importanza. Facciamo in modo di scegliere quelle di tipo organico, materie prime di ottima qualità e che provengano da fonti che rispettano il mondo animale in toto.

In ciascun pasto, il gatto dovrebbe assumere fra i 200 e i 300 mg di taurina. A meno che non riceviamo indicazioni differenti dal veterinario di fiducia che analizza ogni singola situazione ed è in grado di individuare eventuali controindicazioni specifiche.

Altri cibi

Questo importantissimo aminoacido lo troviamo nel pollo: soprattutto nelle zampe e nel fegato. Meglio evitare, invece, le parti grasse e la pelle. La taurina è presente in special modo nel muscolo.

Un altro tipo di alimento da tenere in grande considerazione è la carne bovina. Anche il questo caso, a rappresentare il tesoro di Fido in termini di salute è il fegato. Lo stesso vale per il cuore che, essendo molto grande, può essere inserito all’interno di diversi pasti.

Le uova e i formaggi in genere contengono dosi notevoli di taurina, ma facciamo attenzione a una probabile intolleranza o allergia al lattosio. Non è raro, infatti, che Miao non sia in grado di digerirlo in modo corretto. I campanelli di allarme sono gli episodi di vomito e diarrea.

I frutti di mare sono considerati quasi una fonte inesauribile: i gamberetti e le vongole soprattutto contengono taurina molto più di altri cibi sinora analizzati. Si tratta di ottimi alimenti, che il nostro amico a quattro zampe gradisce in maniera particolare, oltretutto.

Attenzione alle alte temperature

gattino che odora la ciotola

È bene sapere che le alte temperature possono rovinare le proprietà nutritive che i gatti devono assumere dalla taurina. Soprattutto quella contenuta nella carne e nelle viscere. A tal proposito, potremmo considerare di seguire la dieta Barf (sempre previa autorizzazione da parte del nutrizionista di fiducia).

Quindi, per concludere, meglio gli alimenti crudi che però devono essere lavati per bene prima che finiscano nella ciotola del nostro amico a quattro zampe. Inoltre assicuriamoci di conoscere l’esatta provenienza del cibo.

Gli alimenti industriali

In commercio esistono dei cibi che sono studiati ad hoc per dare il giusto apporto di vitamine, minerali, fibre e soprattutto proteine al nostro amato Miao. Nelle formule di tutti i marchi in circolazione si trova anche la taurina naturalmente. Fondamentale però, lo abbiamo già detto, è che siano di ottima qualità e non sintetici.

I cibi scarsi, infatti, sono assolutamente da evitare perché hanno al proprio interno una grande quantità di semi, a discapito dell’importantissimo aminoacido oggetto della nostra analisi. Inoltre, quella che viene aggiunta per compensare eventuali carenze proviene da fonti artificiali e non può avere degli effetti ottimali sulla salute del nostro micetto.

Prima di procedere all’acquisto, oltre a consultare il veterinario di fiducia che conosce pregressi clinici e caratteristiche di razza, controlliamo sempre l’etichetta sul retro della confezione: sapere interpretare correttamente le informazioni contenute nella lista degli ingredienti è uno strumento fondamentale per un nutrimento corretto degli animali.

Infatti, se fra essi viene indicata anche la taurina vuol dire che non è naturale, ma aggiunta attraverso processi chimici. In questo caso, allora, può fare più danni che altro. Quindi non facciamoci ingannare da frasi a effetto sulla confezione o da slogan pubblicitari.

Un appello al nostro senso di responsabilità

ciotola grande e gattino piccolo

Agiamo sempre da consumatori critici, perché abbiamo la responsabilità della salute dell’essere vivente che abbiamo deciso di adottare e di proteggere nel miglior modo possibile finché morte non ci separi.

Non si tratta né di un passatempo, né di un impegno part time: ha bisogno di noi 24 ore su 24 e noi di lui. Quello che i quadrupedi sono in grado di dare in termini di amore e riconoscenza lo sa solo chi ne ha uno in giro per casa.