Gatti, perché perdono i denti: cause e soluzioni

Gatto e denti

La perdita dei denti è una condizione che può investire anche il gatto di affezione e può risultare sia fisiologica che patologica, per aiutare l’amico è necessario comprendere le cause che hanno favorito la condizione. La motivazione potrebbe essere legata all’età, come ad esempio nei cuccioli soliti affrontare un ricambio con relativa perdita dei denti da latte oppure nei gatti anziani. In alcuni casi i denti potrebbero cadere per malattie e disturbi presenti da tempo, patologie in grado di ledere la salute del quadrupede. Preservare il benessere della bocca del felino è fondamentale, vediamo insieme come.

Perché i gatti perdono i denti

Gatto e denti

Come anticipato i gatti possono perdere i denti per cause del tutto naturali oppure per questioni fisiologiche, una scoperta che può avvenire casualmente come attraverso una classica visita veterinaria. Potrebbe accadere per un fisiologico ricambio naturale dato dalla giovane età del felino come per una perdita definitiva legata alla terza età; in questo caso è bene monitorare la situazione specialmente se la caduta è frequente e continuativa.

In alcuni casi la situazione potrebbe palesarsi a causa di patologie o malattie già presenti, come per un urto, una caduta od una semplice frattura. Una scarsa igiene dentale potrebbe incidere sulla salute del cavo orale favorendo la proliferazione di batteri rendendo più fragile la struttura dentale e la salute stessa del gatto.

Cuccioli e anziani

Gatto e denti

Il gatto affronta due fasi legate alla dentizione una definita decidua e una definitiva o permanente, durante la prima si palesa la perdita degli elementi da latte con il raggiungimento di un totale di 26 denti. La seconda fase riguarda la conformazione definitiva dei denti per un totale di 30 elementi, che in caso di caduta non possono ricrescere e non vengono rimpiazzati. I denti da latte possiedono un formato ridotto ed è quasi impossibile intercettarne la caduta, spesso vengono ingoiati con il cibo. Questo percorso di ricambio avviene tra i tre ed i nove mesi di vita del piccolo.

Se la situazione risulta normale nei cuccioli altro discorso è la caduta dei denti in un gatto adulto oppure anziano, la dentizione è definitiva e per questo è quasi impossibile la caduta degli stessi. Come anticipato la perdita in età avanzata può avvenire a causa di fratture, urti, incidenti, per problematiche strutturali delle ossa e del cavo orale quindi per patologie.

Soluzioni e rimedi

Gatto e denti

La domesticazione e la vita casalinga hanno reso molto più facile la vita del gatto, per questo anche la perdita dei denti non incide particolarmente sulla sua capacità di alimentarsi: cibo umido e morbido possono agevolare la situazione. Ma per impedirne la caduta è necessario effettuare una regolare pulizia dei denti, specialmente a fronte di alitosi, gengive arrossate, sanguinamento e difficoltà nella masticazione. Le visite di routine dal veterinario permetteranno di monitorare la salute del felino e di praticare cure ove necessario, compresa la ricostruzione di un dente se indispensabile.