I gatti possono mangiare il pompelmo?

Chiunque abbia avuto a che fare con un gatto domestico, sa benissimo quanto sia importante per il suo stato di salute la giusta e corretta alimentazione. Quello di cui dobbiamo preoccuparci noi, da buoni padroncini quali siamo, è procurargli tutti gli alimenti adeguati al suo sostentamento e al suo benessere.

Ovviamente, come dovremmo sapere, il felino non può mangiare tutti gli alimenti che esistono, anzi ce ne sono alcuni che potrebbero compromettere il suo organismo e mettere in difficoltà il suo intero sistema. Dunque, è bene consultare il veterinario al fine di scegliere la dieta adeguata per l’esemplare specifico.

Oggi ci occupiamo di un agrume in particolare: i gatti possono mangiare il pompelmo? Ebbene, cerchiamo di scoprire quello che c’è da sapere sul consumo di questo particolare cibo, al fine di capire se è adatto al suo corpo oppure è meglio evitare.

Pompelmo sì o no?

pompelmo e gatto

Il fattore alimentazione è essenziale e determinante per lo stato di benessere generale di Micio. Dopo lo svezzamento, il gatto inizia ad approcciare, pian piano, al cibo per adulti: è proprio questo il momento più adatto più decidere (e scoprire, dopo qualche tentativo!) quale sia la dieta specifica per lui.

Cosa sappiamo del pompelmo? Il felino è adatto a questo alimento? Il pompelmo appartiene alla categoria degli agrumi, dunque, in quanto tale, non è proprio indicato per l’alimentazione di Micio. Allora, i gatti possono mangiare il pompelmo? Ebbene, la risposta più adatta è negativa: no! Vediamo perché.

Il pompelmo è dannoso per tantissimi motivi. Il suo corpo potrebbe avere delle reazioni negative a seguito dell’assunzione di qualunque sua parte, che sia la polpa, il succo, la buccia: insomma, è importante evitare che Micio mangi questo agrume!

Dal momento che il gatto è un animale molto goloso, sempre pronto a soddisfare le sue papille gustative, dobbiamo fare attenzione a quello che lasciamo in giro. Infatti, ogni avanzo di cibo potrebbe diventare una possibile preda della sua gola.

Dal momento che gli avanzi della nostra tavola o le briciole di qualche alimento in particolare potrebbe fargli del male, è importantissimo tenere gli occhi aperti e mantenere sempre i pavimenti e le superfici pulitissimi, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti.

Rischi e pericoli

gattino sdraiato

Dunque, i gatti possono mangiare il pompelmo? La risposta, abbiamo detto più volte, è perentoria: no. Tuttavia, dobbiamo fare alcune premesse. È vero che il pompelmo non rientra nei cibi che Micio può assumere senza alcun problema, ma è altrettanto vero che molto dipende anche dalla quantità di ingestione.

Se ne dovesse ingerire una piccolissima dose, non dovremmo allarmarci troppo: il tutto è recuperabile facilmente. Fra l’altro, dobbiamo anche considerare il fatto che il gusto di Micio è molto selettivo e anche delicato. Il sapore aspro del pompelmo, perciò, non è proprio ciò che il gatto adora in modo particolare.

Ecco, dunque, che sarà lui stesso a non ingerire eccessive quantità di pompelmo, neanche qualora lo dovesse trovare abbandonato sul tavolo, come fosse un tesoro. Non appena assapora un gusto così forte, non si molto probabilmente non ne rimane così tanto appagato da continuare.

La cosa importante, nel momento in cui dovessimo accorgerci che Micio ha ingerito un po’ di questo agrume, è agire tempestivamente e contattare subito il veterinario. Il rischio, come spesso avviene, è quello dell’intossicazione alimentare.

Mentre per alcuni altri frutti il problema non sorge, come ad esempio le ciliegie o l’ananas, nel caso del pompelmo è sempre meglio evitare. Se ci teniamo alla salute di Micio, quindi, è fondamentale prendere atto di queste semplici informazioni, sempre grazie al supporto del veterinario di fiducia. Lo scopo deve sempre essere quello di proporgli soltanto ciò che può soddisfare il suo palato e favorire la sua salute.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati