Gattino alpinista: esiste davvero e si trova in Italia

Questo gattino è davvero una forza della natura, perché invece di restare a casa sul divano va con la sua padrona a scalare le montagne

Oggi vi racconterò la storia di un gatto davvero coraggioso, che va con la sua padroncina a scalare le vette più alte delle cime italiane. Questa, infatti, è la storia di un gattino alpinista, e si ragazzi e ragazze, esiste davvero e si trova in Italia. Lui e la sua padrona sono davvero affiatati e amano stare insieme e passare il tempo a fare mille avventure.

La loro storia è davvero un esempio di ciò che è in grado di fare un bellissimo rapporto come questo. Infatti, i due non sono i classici tipi da divano, ma vanno a scalare le cime più alte anche con la neve che gli ricopre le scarpe. Questo gattino non ha proprio paura di nulle e la cosa bella è che smonta tutti gli stereotipi sui gatti. Spesso, infatti, si dice che i nostri pelosetti con i baffi siano un po’ troppo pigri, che non hanno voglia di fare nulla.

Molte volte ho sentito dire che mangiano, bevono e dormono e basta senza contribuire per niente all’interno della casa. Ma questo pelosetto sicuramente farà ricredere tutti perché lui arriva davvero in alto, e non in senso metaforico. Ecco a voi la storia di questo due dolcissimi amici.

Questa è la storia di un dolcissimo gattino alpinista, si esiste davvero signori e signore e si chiama Bounty. Lui è un bellissimo gattone nero che vive con la sua amatissima padrona, che si chiama Doina Muravschi, da quando era un piccolo pelosetto. E lui, ben posizionato dentro al giubbotto della sua padrona, scala una montagna intera, senza fare neanche un piccolo miagolio.

Questo dolcissimo gattino di nome Bounty, è arrivato insieme alla sua padrona in cime al monte Grignetta, ad oltre duemila metri di altezza. I due vivono nel Lecchese ma amano fare viaggi e avventure insieme, infatti, non stanno mai fermi in un posto solo.

La sua stessa padrona dice che, scalando il monte Grignetta, non si è lamentato neanche per un secondo. E così, la ragazza capisce che il piccolo gattino amava stare con lei e fare questo tipo di avventure. Altrimenti non lo avrebbe mai portato in una spedizione così faticosa.

LEGGI ANCHE: Il gatto mi segue ovunque: è normale? Perché lo fa?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati