I gatti possono mangiare i cannoli?

I gatti possono mangiare i cannoli oppure gli fanno male? Parliamo di dolci molto buoni ma che non vanno affatto bene per Micio. Ecco perché

gatto con gli occhi verdi

I gatti possono mangiare i cannoli? Nei periodi di festa i dolci non mancano mai sulle tavole degli italiani, ma attenzione a cosa diamo al nostro Micio perché i dolci, come i cannoli, sono tossici per loro! I gatti non devono mangiare queste pietanze perché contengono grandi quantità di zucchero, ma non solo. Teniamo conto anche di tutti gli altri ingredienti con cui sono arricchite. In particolare i cannoli contengono strutto, vino e sono farciti con una crema di ricotta condita con canditi e gocce di cioccolato. Quindi no, non dobbiamo mai farli mangiare ai gatti. Ma vediamo nel dettaglio cosa sapere.

Cosa sono i cannoli e quali sono le loro origini?

gatto tigrato a pelo lungo

I cannoli siciliani sono dolci dalle origini molto antiche e ci sono tante testimonianze storiche al riguardo. Secondo tradizione sarebbero stati inventati per festeggiare il Carnevale ma stando ad alcune fonti si tratterebbe di dolci ancora più antichi e la ricetta risalirebbe ai romani e ai saraceni.

La storia più conosciuta narra che i cannoli sono stati inventati dalle monache di clausura di un convento di Caltanissetta, rielaborando una ricetta di origine romana che a sua volta era stata già rimaneggiata dagli arabi. Il nome deriverebbe, invece, da uno scherzo tipico del Carnevale che consisteva nel far uscire ricotta dai rubinetti al posto dell’acqua. Il termine “cannolo”, non a caso, in dialetto indicava proprio una sorta di rubinetto.

Ma probabilmente la storia più affascinante legata a questi dolci tipici dell’Isola è quella araba. La ricetta sarebbe stata elaborata per la prima volta dalle donne dell’harem del signore arabo di Caltanissetta. Secondo alcune fonti queste donne si sono ispirate a un dolce di origine romana ancor più antico di cui addirittura ha scritto Cicerone nelle sue opere. Dunque i cannoli per come li conosciamo oggi sarebbero nati nelle corti degli emiri e poi, con l’avvento del cristianesimo, la ricetta è passata prima all’interno dei monasteri e poi anche è uscita fuori, arrivando nelle case della gente comune.

Come sono fatti i cannoli?

I cannoli siciliani sono dolci davvero buonissimi, che piacciono alla gran parte dei golosoni e oggi si mangiano praticamente sempre, non soltanto nel periodo di Carnevale. Questi dolci uniscono la croccantezza della cialda alla morbidezza di un ripieno dolce e sontuoso. La cialda esterna è a forma di tubo (o meglio di canna) ed viene preparata con una pasta a base di grano tenero, vino e zucchero che viene fritta nello strutto.

La crema è a base di ricotta di pecora lavorata, in particolare setacciata e arricchita di zucchero. Il tocco finale sono le gocce di cioccolato e la frutta candita, generalmente arancia e ciliegie. Dato che l’umidità della crema ammorbidisce le cialde con il passare delle ore, alcuni pasticceri talvolta rivestono l’interno del cannolo di cioccolato fuso per mantenerlo duro e croccante.

Perché i gatti non possono mangiare i cannoli?

gatto che mangia dalla ciotola

I cannoli sono buonissimi ma i gatti non possono mangiare questi dolci, né tutti gli altri. Dobbiamo sempre partire da un presupposto fondamentale e che molti padroncini spesso dimenticano, cioè che i gatti non mangiano come noi! Che si tratti di primi, secondi o altro l’alimentazione di un micio non può basarsi su ciò che mangiano le persone.

La notizia positiva è che ai gatti i dolci non piacciono affatto, o meglio le loro papille gustative non riescono a percepire questo tipo di sapore. Sembrerà assurdo, soprattutto agli appassionati di dolci, ma c’è una spiegazione scientifica per questo. Le papille gustative sono delle piccolissime cellule formate da proteine. Sono distribuite su tutta la lingua e ognuna ha la funzione di distinguere dei sapori ben precisi. Nei gatti mancano quelle che servono a percepire il sapore dolce, ed ecco spiegato perché non ne sono attratti!

Guardando la cosa da un punto di vista puramente biologico si tratta quasi di un “miracolo” della natura. È molto probabile che i felini domestici in secoli di evoluzione siano riusciti ad adattarsi. L’organismo, in sostanza, ha creato una sorta di protezione contro questi cibi che fanno malissimo ai gatti.

Il motivo principale per cui i gatti non possono mangiare i cannoli e in generale tutti i dolci è che si tratta di pietanze che contengono zucchero. In più nella cialda del cannolo si aggiunge del vino, e l’alcol è assolutamente tossico! Entrambe le sostanze sono come un veleno per l’organismo di Micio e influiscono negativamente sulla sua salute.

Zucchero e alcol, due nemici per Micio

gatto persiano di colore arancione

Il consumo prolungato di zucchero per un gatto è assolutamente nocivo. Prima di tutto Micio rischia di sviluppare il diabete, e poi non dimentichiamo che lo zucchero ha effetti negativi sul tratto gastrointestinale e può provocare disturbi come coliche e flatulenza.

Per non parlare delle conseguenze del consumo di alcol, che sono ancor più gravi. L’alcol fa male anche a noi esseri umani e anzi crea anche dipendenza. Per i gatti, ma in generale per tutti gli animali, è assolutamente proibito. Non devono mai e poi mai ingerire questi prodotti o i cibi che ne contengano anche solo una minima parte. I gatti hanno le stesse reazioni delle persone, degli effetti collaterali molto gravi a livello nervoso, con alterazioni del comportamento.

I gatti che bevono alcolici e consumano troppo zucchero diventano iperattivi, ansiosi e perfino aggressivi. A lungo andare questi episodi possono trasformarsi in veri e propri danni cognitivi permanenti. Gli effetti negativi dell’alcol sui gatti non si fermano qui e, oltre ai danni mentali, non dobbiamo dimenticare quelli livello degli organi.

Il cioccolato fa male a Micio

Già parlare di zuccheri e alcol ci fa capire perché i gatti non possono mangiare i cannoli, ma scavando un po’ più a fondo nella ricetta troviamo anche anche altri motivi per cui un dolce del genere è assolutamente da evitare. I gatti non possono mangiare i cannoli per lo zucchero contenuto nella crema e nella cialda, per la parte alcolica della pasta ma anche soprattutto per le gocce di cioccolato!

Il cioccolato è un vero e proprio veleno per i nostri piccoli felini e non devono mangiarlo mai. Fa male a tutti gli animali, sia chiaro, e per fortuna i gatti non sono attirati dai sapori dolci come abbiamo visto. Ma Micio può essere un animale molto curioso e può capitare che trovi un dolce incustodito e inizi a leccarlo.

Facciamo molta attenzione al cioccolato perché provoca nei gatti una vera e propria forma di avvelenamento. L’avvelenamento da cioccolato è causato da una sostanza, la teobromina, che provoca gravi disturbi all’organismo di Micio. Tra questi possiamo citare aritmia cardiaca, innalzamento della pressione sanguigna e, nei casi più gravi, convulsioni. La teobromina è tossica ma il cioccolato non è indicato per i gatti anche perché contiene molti grassi che non fanno proprio bene alla salute di Micio. In più il cacao con cui viene realizzato contiene una parte di caffeina, altra sostanza molto pericolosa.