Al gatto trema la testa: possibili cause, sintomi e cure

gatto guarda in alto

Se al gatto trema la testa le motivazioni possono essere molteplici. Possono dipendere da ragioni legate al sesso e all’età dell’esemplare in questione. Vista l’importanza che ha il benessere della nostra piccola palla di pelo, conoscere i sintomi di eventuali malesseri è fondamentale per riuscire a intervenire prima possibile qualora servisse.

In quest’ottica, vale la pena ricordare che non si deve mai ricorrere al fai da te. Approcci del genere, infatti, potrebbero mettere a rischio la salute del nostro amico a quattro zampe, allontanandoci dalla reale risoluzione del disturbo. Dato che si tratta di una parte del corpo che fa capo al sistema nervoso, inoltre, si tratta di un argomento delicato e che non va preso sottogamba. Meglio una visita a vuoto dal veterinario di fiducia – che conosce anche pregressi clinici e caratteristiche di razza – che mettere in pericolo Miao.

Uno sguardo d’insieme

gatto accoccolato

Quando si decide di adottare un amico a quattro zampe, si deve essere certi di avere le risorse emotive ed economiche per prendersene cura “finché morte non ci separi”. Se al gatto trema la testa, ma anche se dovesse mostrare altri segni di malessere, saper riconoscere i sintomi ed essere consapevoli che si tratta di una questione importante che non va sottovalutata diventa di vitale importanza.

Dobbiamo sapere quando ci sono dei campanelli d’allarme da non ignorare. Fermo restando che, se abbiamo qualsiasi dubbio o incertezza, una chiamata al veterinario di fiducia non costa nulla e potrebbe essere fondamentale per comprendere la gravità (o meno della situazione). Preoccupiamoci soprattutto se determinate situazioni si verificano con una certa frequenza. Ma adesso è arrivato il momento di entrare nel vivo della questione e di fare un po’ di ordine su un argomento su cui c’è tanta confusione.

Questione di freddo

Anche se a essere coinvolta in questi casi non è solo la testa della nostra piccola palla di pelo, potrebbe trattarsi anche di un banale colpo di freddo che la destabilizza. Nonostante abbia un mantello di tutto rispetto e sembri poter resistere a qualsiasi situazione climatica, anche il felino può patire le basse temperature. In alcuni casi, poi, ci sono delle razze certamente più inclini di altre. Basti pensare ai gatti ipoallergenici che non hanno quasi completamente pelo a ricoprire la loro cute.

Inoltre, particolarmente vulnerabili da questo punto di vista sono i soggetti ancora cuccioli e indifesi e gli esemplari un po’ più in là con l’età e che hanno qualche patologia che li spinge a tremare a causa dei pochi gradi. Pure l’umidità può entrare in gioco e avere un ruolo determinante. I felini randagi, o quelli abituati a uscire la mattina e rientrare la sera, infatti, potrebbero trovarsi nella situazione di non avere come ripararsi dalla pioggia.

La soluzione è presto detta. Miao ha bisogno di essere asciugato il più velocemente possibile e di poter godere del tepore di un angolino al caldo. Non dimentichiamo, in quest’ottica, quanto sia importante un ambiente a misura di gatto, con coperte e luoghi rifugio. A tal proposito, può tornare utile abituare il gatto al trasportino, affinché non lo veda come un nemico che contribuisce al viaggio verso il veterinario ma come un alleato anche contro il freddo.

Infine i gatti anziani, che hanno un metabolismo più lento, amano in in special modo i posti caldi per dormire. In commercio esistono alcune cucce che si scaldano oppure un rimedio più economico è quello della borsa d’acqua calda sotto il cuscino.

O di paura

gatto ha paura

Bipedi e quadrupedi si somigliano parecchio e in diverse occasioni. Questa è una di quelle. Quando qualcosa ci spaventa moltissimo, noi esseri umani tremiamo, letteralmente. Lo stesso accade ai nostri amici a quattro zampe.

Il tremore, infatti, può essere un segno che Miao è in una situazione di stress oppure di affaticamento. A fare davvero paura sono i fuochi d’artificio, i temporali e… i cetrioli. A tal proposito, potrebbe tornare utile sapere come gestire le situazioni di ansia nei felini.

Miao è stanco

Al gatto trema la testa e tutto il corpo quando non ha più energie. Prova la stessa sensazione che abbiamo noi quando il livello di zucchero nel sangue si abbassa improvvisamente e ci mancano le forze.

Se questo accade spesso, però, andiamo dal veterinario di fiducia, potrebbe essere un sintomo del diabete. Degli esami del sangue e una visita accurata dello specialista, dopo una nostra anamnesi il più possibile dettagliata, ci toglieranno ogni dubbio in merito.

Attenzione però: gli esemplari anziani, i cuccioli e quelli malati tremano per la stanchezza più spesso di quanto si possa immaginare. In questo caso, sproniamoli a bere e mangiare, magari qualcosa di buono, e facciamo in modo che riposi.

Gli effetti della febbre

cucciolo di gatto appena nato

La febbre felina può anche essere accompagnata da alcuni tremori, zoppia, inappetenza e respiro veloce. Anche lo stress può agire sulla temperatura corporea del gatto, che segue regole completamente diverse dalle nostre.

Pure in questo frangente indispensabile è l’intervento dello specialista di fiducia, che utilizzerà il termometro rettale e individuerà la causa del malessere. In base a questa, ci suggerirà la terapia più adeguata.

L’epilessia

Se al gatto trema la testa potrebbe trattarsi di una crisi epilettica in piena regola purtroppo. In questo caso, noteremo anche delle convulsioni, eventuale pianto e schiuma alla bocca. Altri segnali tipici sono l’apatia, l’incontinenza urinaria e fecale, prurito e algie a livello muscolare.

L’epilessia rappresenta la patologia cronica più comune del sistema nervoso centrale felino. Quindi, non va presa assolutamente sottogamba.

Tremori durante il sonno

gatto dorme

Se il nostro adorato Miao si muove oppure trema solo nel sonno, non c’è nulla di cui preoccuparsi: anzi, vale la pena farsi una grassa risata. Infatti, è probabile che stia sognando una caccia al topo o stia rivivendo una delle tante avventure nel bosco vicino casa.

Anche per quanto riguarda i sogni, infatti, bipedi e quadrupedi si somigliano tanto. Chi non è abituato e non sa di cosa si tratti potrebbe esserne spaventato, ma non c’è alcun pericolo e, soprattutto, teniamo bene a mente di non interferire con interruzioni varie ed eventuali: Micio potrebbe esserne turbato.

Malattie neurologiche

Se al gatto trema in particolar modo la testa, potrebbe essere il segnale preoccupante di una patologia che ha colpito il sistema nervoso. Anche eventuali disfunzioni a livello immunitario sono compatibili. Così come la carenza di vitamine essenziali per il gatto o la presenza di parassiti.

Visto che il ventaglio di malattie che provocano i tremori è molto ampio, non sottovalutiamo l’importanza dell’intervento dello specialista che, attraverso dei prelievi di sangue e delle feci, potrà risalire alla vera causa del problema.