I gatti possono mangiare il capitone?

I gatti possono mangiare il capitone o è meglio dargli altri tipi di pesce? Ecco cosa sapere per la salute del nostro Micio

gatto che mangia la sua pappa

I gatti possono mangiare il capitone? La risposta in breve è sì, ma naturalmente con le dovute precisazioni. Come sappiamo Micio adora mangiare il pesce, del resto è un animale prettamente carnivoro e si ciba in gran parte di proteine. Quel che dobbiamo sempre tenere a mente è che i nostri amati felini non possono variare alimentazione da un giorno all’altro. Quando vogliamo dargli qualcosa di diverso è sempre opportuno consultare il veterinario, soprattutto per capire se quel cibo in particolare possa fargli male oppure no.

Il pesce è un alimento sano e nutriente e tutti i gatti dovrebbero mangiarlo regolarmente. Molti padroncini scelgono una dieta industriale a base di croccantini e scatolette di pappa umida, ma anche la dieta casalinga ha i suoi vantaggi. Se vogliamo metterci ai fornelli, però, assicuriamoci di scegliere prodotti freschi e di cucinarli nel modo giusto, oltre che nelle quantità opportune.

Cos’è il capitone e perché fa bene a Micio?

capitone crudo

I gatti possono mangiare il capitone perché è un pesce nutriente, ma naturalmente solo se viene cotto nel modo giusto. Il capitone è praticamente identico all’anguilla, con la differenza che quest’ultima è l’esemplare maschio della specie. Con capitone, invece, si intende l’esemplare femmina che raggiunge lunghezze incredibili. Questo pesce è molto diffuso in Italia, specialmente in alcune regioni dove è alla base di pranzi e cene natalizi.

Il capitone è un pesce migratore che vive in acque dolci ma si riproduce in mare, soprattutto nell’oceano Atlantico. I gatti possono mangiare questo pesce perché contiene le proteine animali di cui hanno bisogno per affrontare le giornate con la giusta energia. Come tutto il pesce, inoltre, contiene numerose sostanze che fanno bene alla salute dei piccoli felini e che contribuiscono al corretto sviluppo e mantenimento dell’organismo. Il capitone contiene taurina, sostanza che serve a scongiurare l’insorgere di malattie cardiache, problemi alla vista e anche gravi danni al sistema nervoso. Non a caso è contenuta in tutti gli alimenti per gatti, non solo nelle pietanze preparate in casa nelle diete domestiche. La taurina è importante nell’alimentazione dei nostri quattrozampe anche perché funge da antiossidante naturale e perché favorisce lo sviluppo dei muscoli. Inoltre aiuta il micio a produrre bile ed è un ottimo neurotrasmettitore.

Gatti e pesce: cosa sapere

gatto che mangia i croccantini

I gatti possono mangiare il capitone e in generale (quasi) tutto il pesce perché, come abbiamo visto, contiene tante sostanze che fanno bene alla loro salute. Ma al solito dobbiamo badare alle quantità. Il fatto che i gatti ne siano ghiotti non significa che debbano mangiare soltanto pesce e, anzi, un consumo eccessivo di questo alimento potrebbe avere degli effetti negativi. Ma cerchiamo di capire perché.

Il pesce fa bene, questo non possiamo negarlo, ma uno dei principali rischi legati al suo consumo è il grande quantitativo di istamine che contiene. Questi composti vengono rilasciati dai globuli bianchi per contrastare le infiammazioni. Cosa positiva, direte, e in effetti lo è. Con l’unico problema che troppe istamine possono favorire lo sviluppo di allergie, che non è affatto un bene per il micio. Naturalmente ogni gatto reagisce alle istamine in modo differente, cosa ben diversa dalle tossine. Queste sostanze in ogni caso rappresentano un rischio per la salute e dobbiamo stare molto attenti a cosa mangia il nostro gatto. Non dimentichiamo che i pesci non sono tutti uguali, ad esempio il pesce spada e il tonno sono ricchi di mercurio che in quantità eccessive provoca una vera e propria forma di avvelenamento.

Quali pesci possiamo dare al Micio e quali evitare

Come abbiamo visto i gatti possono mangiare il capitone, in quantità giuste e naturalmente cotto in modo adeguato. Uno sfizio da concedergli di tanto in tanto per solleticare il loro palato spesso davvero esigente. Quel che dobbiamo fare è procurarci sempre prodotti di prima scelta. Il pesce consigliato per i gatti è il cosiddetto pesce azzurro che, a differenza degli altri, è molto nutriente ma al contempo leggero.

I gatti possono mangiare pesci come la sogliola e il merluzzo, che contengono pochissime calorie, ma anche il tonno e il salmone, anche se contengono un più grassi. Naturalmente sono da escludere i pesci in scatola, in primis il tonno che consumiamo noi umani abitualmente, perché contengono sale, conservanti e alti livelli di mercurio.

Facciamo attenzione ai pesci come le aringhe, che possiamo far mangiare al micio ma con qualche accorgimento. Le aringhe, come la gran parte del pesce bianco, contengono degli enzimi che distruggono la tiamina, una sostanza essenziale per l’organismo. Perciò le aringhe vanno bene ma non sono il pesce da prediligere per l’alimentazione di Micio. Tra i pesci che dobbiamo evitare possiamo elencare sgombro, triglia e calamari ma soprattutto i gamberetti, che favoriscono l’insorgere di disturbi alle vie urinarie.

Qualche consiglio utile

gatto che mangia pesce crudo

I gatti possono mangiare il capitone ma a patto che sia ben cotto, come tutti i pesci del resto. Non dovremmo mai dare del pesce crudo ai nostri piccoli felini perché rappresenta un rischio per la sua salute se non è proprio freschissimo. Per questo motivo è importante scegliere materie prime di eccellente qualità e mai accontentarsi degli scarti del pescato giornaliero. Del resto non lo faremmo neanche per cucinare i nostri pasti!

Altra cosa importante, non dobbiamo far mangiare il pesce al micio tutti i giorni ma solo di tanto in tanto. La base della sua alimentazione è di carne e non di pesce, per cui il suo organismo riceve già una copiosa dose di proteine ogni giorno. Inoltre consumare pesce crudo troppo spesso può provocare una carenza di vitamina B1, tra quelle fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo.

Se il pesce non è freschissimo (ma comunque di giornata) dobbiamo bollirlo senza aggiungere nessuna spezia, né tanto meno il sale che può essere davvero dannoso per la salute di Micio. Il consumo saltuario di pesce è indicato per l’alimentazione dei nostri amati gatti. Assicuriamoci di scegliere i prodotti giusti e di cucinarli con i metodi appropriati, in modo da farli felici stuzzicandone le papille gustative ma con un occhio di riguardo per la loro salute.