Leinì, rapito un gatto Persiano dal proprio giardino, scatta la denuncia dei familiari

La gatta, che dovrebbe chiamarsi "Cipria", manca da casa da diversi giorni, i proprietari hanno denunciato l'accaduto e si sono messi alla ricerca

Denunciato sui social e non solo il rapimento di una gatta che, presumibilmente, risponde al nome di Cipria. La dolce creatura sarebbe scomparsa dai radar lo scorso 6 aprile, in circostanze poco chiare e non verificate. Succede a Leinì, in provincia di Torino. Da qui è partito l’allarme disperato dei proprietari, da qui sono partite le ricerche.

Il caso ha suscitato scalpore, attirando le attenzioni di un numero concreto di persone, pronte a dare una mano in termini pratici e teorici. La famiglia sa che sarà difficile ma non per questo intende gettare la spugna; non si ha la certezza assoluta, ma se la gatta fosse stata veramente rapita, le cose cambierebbero e non poco.

Partiamo col dire come la zona interessata dalle ricerche non sia solamente quella di Leinì, ma anche quella di Lombardore, pur sempre rimanendo nel torinese. Capiamo bene come il raggio delle operazioni sia abbastanza esteso e non ridotto come si potrebbe pensare. Cipria deve tornare dalla sua famiglia.

gatto rosso collare visibile

La gatta è una femmina Persiano dal pelo folto, color rosso, uniforme su tutto il corpo. Di media taglia, la micetta ha degli occhi giallo ocra facilmente riconoscibili. Altro elemento che aiuta nell’identificazione è il collare che Cipria indossa; quest’ultimo comprende anche un piccolo sonaglio e una targhetta.

Sulla targhetta possiamo riscontrare il recapito di riferimento nel caso qualcuno riuscisse a ritrovare la gatta. Per completezza d’informazione, riportiamo qui di seguito il numero del microchip: 380260120015608. Qualunque segnalazione al momento farebbe la differenza, visto che non si sa molto sulle sorti della gatta.

gatta pelo fulvo folto

Non abbiamo un contatto telefonico da condividere, perciò consigliamo di contattare via social (a questo link) i proprietari per qualunque notizia sul caso. Tutti insieme possiamo aiutare, possiamo fare qualcosa, sempre.

LEGGI ANCHE: Broni, una ricerca che ormai dura da anni, la proprietaria vuole riabbracciare la sua amata gatta di nome Micia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati