Che cos’è la pasta al malto per i gatti?

Se vuoi aiutare Micio a espellere i fastidiosi (e pericolosi) boli di pelo dal pancino, la pasta di malto per gatti è il prodotto migliore

Micio è un vero maniaco della pulizia che passa intere ore durante la giornata a leccarsi il pelo. Ma il risvolto di questa pulizia profonda è un problema piuttosto comune che possiamo risolvere con il malto per gatti.

Non ne hai mai sentito parlare? Pensa a tutte quelle volte in cui hai visto il tuo Micio in un angolo della stanza, intento a vomitare (o almeno provarci) cercando di espellere qualcosa, come se gli desse fastidio.

Proprio per ovviare a questo problemino (di cui vedremo le cause), puoi servirti della cosiddetta pasta di malto per gatti. Basta un tubetto e la situazione si risolleverà!

Indice

Cosa contiene la pasta al malto per gatti

gatto con la lingua di fuori

Il malto viene utilizzato per produrre delle paste per gatti, dalla consistenza di una cremina (quasi un dentifricio) che ha un colore marroncino scuro. In linea generale possiamo riassumere così gli ingredienti tipici della pasta di malto:

  • Vitamine (solitamente B1, B2, B3, B5, B6, B12, E);
  • Sali minerali (come il calcio, fosforo, sodio e potassio);
  • Taurina (un aminoacido essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo);
  • Acido folico (una vitamina essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo);
  • Biotina (sostanza che agisce sul sistema nervoso e favorendo il benessere della pelle e del pelo);
  • MOS (Mannano-oligosaccaridi, che stimola e rigenera la flora intestinale, migliorando la digestione);
  • Olii vegetali;
  • Estratto di malto;
  • Fibre;
  • Proteine grezze.

Queste paste si acquistano sotto forma di tubetti (più o meno grandi) e ormai ne esistono tantissimi tipi e marche, tutti ottimi ma con delle piccole variazioni nella composizione.

A cosa serve la pasta di malto

gatto che si lecca una zampa

Come abbiamo detto, i gatti spendono gran parte della loro giornata leccandosi il pelo nel tentativo di pulirlo. Questo però fa sì che si vengano a creare (e ad accumulare) dei boli di pelo nel gatto all’interno del tratto digestivo del Micio, evento non proprio piacevole e anche pericoloso per certi versi.

Finché il gatto è a pelo corto e viene spazzolato regolarmente, nulla di eclatante perché espelle questo piccolo accumulo nel pancino direttamente con le feci. Se, però, il bolo diventa una grande massa di peli nello stomaco può generare problemi come indigestione, malessere, vomito, perdita di appetito e persino costipazione.

Ecco a cosa serve la pasta al malto per gatti: dandola al Micio, grazie agli ingredienti che contiene, lo aiuta a rimuovere gli accumuli di pelo in maniera più naturale attraverso l’intestino e senza indurre il vomito. Il suo effetto lassativo naturale la rende adatta anche in casi di costipazione non dovuti a boli di pelo e in più – altra cosa importante – evita che gli accumuli di pelo nel pancino si formino nuovamente.

Quanta ne deve mangiare il gatto

gatto arancione a pelo lungo

Abbiamo capito che la pasta a base di malto può essere un valido aiuto per i gatti che hanno dei boli di pelo bloccati nel pancino. Ma quanta ne dobbiamo dare al Micio? Innanzitutto considera che la dose standard non è più grande di una nocciola o di una mandorla, ma se dovesse “scapparne” un po’ di più non devi preoccuparti.

Le dosi variano naturalmente a seconda del gatto. Per quelli a pelo pelo lungo può essere necessario somministrare fino a 4 dosi a settimanali, mentre per un gatto a pelo corto possono essere sufficienti 2 dosi settimanali. Durante il periodo della muta, inoltre, può essere una buona idea somministrare piccole dosi giornaliere.

Come dargliela

gatto che lecca una zampa

La buonissima notizia è che i gatti adorano la pasta di malto perché ha un ottimo sapore. Anzi, questi prodotti sono proprio pensati per le papille gustative di Micio, spesso un po’ “difficili” da soddisfare (basti pensare a quanto sia complicato dargli le medicine, che hanno tendenzialmente un saporaccio).

Ciò non esclude il fatto che anche i gatti che apprezzano sapori nuovi potrebbero avere qualche difficoltà ad apprezzare il gusto della pasta al malto, perciò occorre trovare qualche espediente per ovviare a questo problema.

Se Micio la accetta senza fare i capricci, basta metterne una piccola quantità sul dito o direttamente sulla sua zampetta e da lì fargliela leccare. Quando il gatto non la gradisce, invece, puoi semplicemente mescolarla alla sua pappa umida e vedrai che la mangerà senza neanche rendersene conto!

Quanto costa la pasta di malto per gatti

gatto tigrato che si pulisce

Il prezzo della pasta di malto per gatti varia a seconda della marca e della grandezza del tubetto, perciò mediamente varia 4 ai 15 euro. Alcune costano di più, altre di meno ma la cosa importante è scegliere prodotti di qualità e che svolgano bene il proprio lavoro.

Quando si parla della salute di Micio non possiamo badare a spese, anzi risparmiare può farci cadere nell’errore di affidarci ad alimenti o prodotti inefficaci e pericolosi.

Alternative alla pasta di malto

gatto in giardino

La pasta di malto è stata pensata proprio per dare ai nostri gatti un prodotto efficace e allo stesso tempo appetibile. Esistono delle alternative sotto forma di crocchette al malto, che Micio mangia sempre con maggiore voglia vista la consistenza croccante e il profumino che emanano. La pasta resta comunque la scelta migliore se vogliamo risolvere il problema dei boli di pelo nel pancino.

C’è anche un prodotto che si chiama Remover, praticamente quasi identico alla pasta di malto ma con una composizione e un sapore un pochino diversi. Diciamo che non tutti i gatti lo apprezzano, sta a te capire cosa il tuo Micio gradisce maggiormente.

E se cerchi un’ulteriore alternativa alla pasta di malto per gatti, puoi sempre optare per la classica erba gatta che il Micio può sgranocchiare quando ne senta l’esigenza. È del tutto naturale e svolge lo stesso compito, con la differenza che il gatto non espelle il pelo mediante le feci ma attraverso il vomito.

L’importanza della toelettatura

ragazza che tiene in braccio un gatto

La pasta di malto è un ottimo prodotto che non solo elimina i boli di pelo nel pancino di Micio, ma lo aiuta a prevenirne la formazione. Tutto ciò, però, vale a patto che tu ti prenda sempre cura del pelo del tuo gatto, spazzolandolo regolarmente con i giusti accessori.

I boli si formano proprio per via dell’accumulo di “pelo morto” nel tratto digerente e per evitarlo dobbiamo prima di tutto occuparci della toelettatura dei gatti, aiutandoli a rimuoverlo ancor prima che lo ingeriscano. Non importa se il gatto è a pelo corto o a pelo lungo, tutti i quattro zampe indistintamente hanno bisogno di essere spazzolati.

Ricorda che questa operazione, che andrebbe svolta quotidianamente (specialmente per le razze a pelo lungo) consente non solo di rimuovere il pelo in eccesso, ma anche eventuali accumuli di sporcizia e polvere e, come se non bastasse, ti permette di controllare lo stato di salute della pelle di Micio, verificando l’eventuale presenza di lesioni, parassiti o altri problemi dermatologici.

LEGGI ANCHE: A quanti mesi si può toelettare il gattino?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati