Come si combatte davvero la paura dei gatti?

La paura dei gatti è molto comune a tantissime persone, superarla potrebbe essere una vittoria e migliorare il rapporto con Miao. I dettagli

Moltissime persone hanno paura di qualcosa, spesso perché non la conoscono (e spesso si tratta di quello che invece potrebbe diventare un amico a quattro zampe.

Nel mondo tantissime persone hanno timore dei felini, spesso si tratta di una vera e propria fobia che li spinge a scappare a gambe levate quando ne vedono uno. Non è raro che sia legata a esperienze pregresse, magari legate all’infanzia.

Nel caso in cui anche voi doveste avere paura dei gatti, sappiate che non siete gli unici e che si può superare. Infatti, attraverso una serie di consigli, e una sorta di allenamento, sarà possibile combattere questa paura in maniera tale che smetta di condizionare la vostra esistenza.

Indice

Che cosa è la paura dei gatti

Fare una ricerca di immagini per superare la paura dei gatti

Paura dei gatti, questione di psicologia

Paura dei gatti, come vincerla

Che cosa è la paura dei gatti

gatto serio

Detta anche ailurofobia, la paura dei gatti è una sensazione irrazionale, che persiste e che vi fa vedere i felini come animali estremamente pericolosi. Si tratta di un fenomeno frequente. Quindi, non c’è nulla di cui vergognarsi. Il primo passo per superarla è riconoscerla e affrontarla con dei metodi mirati.

Chi teme i felini, quando se li ritrova davanti, può cominciare a soffrire di tachicardia, sudorazione eccessiva, nausea e respirazione affannosa; ma anche ansia e veri e propria attacchi di panico. Ecco perché è importante non prendere sottogamba la situazione e cercare di aiutare amici e parenti in una difficoltà evidente e invalidante, per certi versi.

Diversi studi in merito associano questa fobia a un possibile trauma subito durante il periodo dell’infanzia, forse riconducibile a un’aggressione da parte di un felino o, comunque, a un evento che non è passato inosservato nella mente del soggetto in questione e che, in maniera più o meno consapevole, è rimasto impresso nella sua memoria.

Questo tipo di timore può essere trasmesso anche dai genitori, per esempio. Può capitare quando i bimbi giocano con un gatto e loro manifestano la paura di possibili conseguenze. I grandi trasmettono, involontariamente, le loro ansie ai più piccoli. Se li separano bruscamente e hanno una reazione spropositata rispetto alla situazione reale, i bambini possono vivere un vero e proprio episodio traumatico.

Inoltre, qualora questo dovesse verificarsi più volte, con il passare del tempo, potrebbero interiorizzare un’associazione negativa, che potrebbe far nascere una sfiducia nei confronti dei gatti che si portano dietro fino all’età adulta (e per tutta la vita, se non fanno nulla per superarla).

Fare una ricerca di immagini per superare la paura dei gatti

gatto dolce

La prima cosa da fare per combattere la paura dei gatti è quella di cercare su internet delle immagini che ritraggono i felini. Cercate quindi delle foto sempre diverse e di esemplari di razza diversa. Ognuno di uno specifico colore o con una specifica tipologia di mantello.

È inoltre importante che le immagini ritraggano dei quattro zampe che compiono azioni quotidiane, come mangiare o camminare. Oppure, ancora, felini che dormono o che giocano con altre persone. Una volta trovata l’immagine che più vi piace è consigliabile stamparla, preferibilmente a colori. Guardare le immagini che avete scelto ridurrà drasticamente la sensazione di ansia.

Guardarle le immagini diverse volte

Osservare le immagini scelte per diversi minuti e per diverse volte al giorno è un passaggio fondamentale ed è consigliabile restare calmi ogni volta che si compie questo passaggio. Se vi doveste rendere conto che l’ansia inizia a prendere il sopravvento e che non riuscite a proseguire, è consigliabile insistere.

In questo caso la determinazione è fondamentale per la risoluzione del problema. Provare ogni giorno quindi è importante per fare in modo che le ansie e le paure possano lentamente scemare, sempre di più. Cercate quindi di attuare un calendario giornaliero, in modo tale da sapere sempre in anticipo per quanto tempo guardare l’immagine di un gatto.

È consigliabile fare questo esercizio per circa 10 o 15 minuti al giorno; questa abitudine può sensibilmente migliorare il problema. Nel caso in cui vi doveste rendere conto che l’ansia inizia a prendere il sopravvento, è consigliabile iniziare a respirare profondamente; in questo modo sarà possibile ritrovare la calma e la lucidità, che risulta manchevole quando ci si fa prendere dal panico.

Il potere del controllo infatti è indispensabile per riuscire a superare le proprie paure; lo scopo è quello di diminuire a poco a poco la fobia, fino a quando questa non cessa del tutto e i felini diventano degli amici a quattro zampe con cui giocare e instaurare un ottimo rapporto.

Paura dei gatti, questione di psicologia

gatto sulla difensiva

Per riuscire a superare la paura dei gatti risulta indispensabile fare dei sacrifici; questi però devono essere graduali per evitare che il timore possa invece trasformarsi in un ulteriore trauma. Superato quindi il primo step, risulta doveroso fare un passo in più. Raccogliete tutte le foto che avete scelto precedentemente e stampatele con lo scopo di creare un vero e proprio collage.

Appendetelo quindi in una parete in modo tale da vederlo ogni giorno per circa 10 – 15 minuti. In questo modo sarà possibile per voi abituarvi all’idea di vedere i gatti ed evitare quindi uno shock. Una volta superato quest’altro step, è possibile fare un ulteriore passo in avanti che consiste nell’osservare i gatti attraverso i filmati e non più le foto.

Cercate quindi sulla piattaforma Youtube dei brevi video piacevoli che riguardano i gatti. Esistono milioni e milioni di filmati che possono fare al caso vostro e che possono aiutarvi nella gestione di una vera e propria fobia verso questa specie di animali.

L’aiuto di un amico o un parente che ha un gatto

Chiedere aiuto per cercare di superare la paura dei gatti è indispensabile, soprattutto se a disposizione ci sono amici o parenti proprietari di un amico a quattro zampe. Parlate quindi, alla persona da voi prescelta della vostra paura e chiedete qualche consiglio in merito per riuscire a superarla. Capite, inoltre, se c’è la possibilità di andare a trovarla ogni giorno, in modo tale da provare a restare a contatto con i gatti.

Sicuramente non risulta facile né dal punto di vista fisico, né da quello psicologico raggiungere l’amico o il parente, ma è importante che vi abituiate. Inoltre, bisogna sottolineare che l’esposizione alla paura fa abituare il corpo, il quale rilascia sempre meno cortisolo, l’ormone dello stress.

Questo si manifesta e si moltiplica ogni volta che un soggetto manifesta uno stato ansioso o uno stato che provoca stress, tuttavia è destinato a diminuire con un po’ di impegno e di costanza.

Fate però in modo di trovare un gatto che sia amichevole e che sia propenso a nuovi incontri; un gatto sempre agitato, con un carattere ostico può compromettere la riuscita dell’intento e vanificare la riuscita del programma. Addirittura potrebbe peggiorare la situazione.

Paura dei gatti, come vincerla

coccole al gatto

Il primo approccio è fondamentale e determinante. La prima volta che si entra quindi a contatto con un gatto è importante che questo sia a debita distanza o comunque in una posizione che non vi crei disagio o agitazione. Chiedete inoltre al vostro amico o parente di tenere il felino in braccio; in questo modo sarà possibile essere più vicini al gatto ed evitare al contempo che questi possa non essere sotto controllo.

Un altro consiglio da utilizzare riguarda l’utilizzo del kennel. Chiedete quindi al vostro amico o parente di mettere il gattino all’interno di una gabbietta in modo tale da potervi sedere accanto senza morire di paura. In questo modo sarà possibile restare accanto al gatto, ma evitare il contatto fisico diretto. A tal proposito, ecco come abituare il gatto al trasportino.

Restate quindi vicino al felino per circa 10 oppure 15 minuti e cercate di ripetere l’esercizio ogni giorno, sempre compatibilmente con i vostri impegni e quelli del padrone del gatto. Non deve diventare un’altra fonte di preoccupazione a causa di difficoltà di gestione.

Come superare la paura dei gatti

Come possiamo superare la paura dei gatti? Subito dopo questo primo approccio è giunto il momento di fare ulteriori passi avanti. Chiedete quindi al vostro amico o parente di tenere il gatto in braccio, mentre restate accanto a loro.

In questo modo sarà possibile essere a contatto con il gatto, ma senza toccarlo direttamente e lo stesso gatto potrà osservare il vostro comportamento. Se si riesce a gestire la situazione, questo è il momento giusto per provare a toccare il peloso.

Lasciate quindi che questo si poggi sulle vostre gambe per qualche secondo o minuto e poi chiedete al vostro amico o parente di toglierlo. Riprendete quindi il gatto solo quando vi sentirete a vostro agio e soltanto quando sapete che il gatto può restare su di voi senza ansie.

È bene precisare che questo passaggio non garantisce il superamento della paura dei gatti, ma è comunque un grande passo in avanti. Fate in modo quindi di avvicinarvi ai felini, ogni volta che ne avete l’occasione; è molto importante riuscire a combattere le paure quotidianamente, per evitare che queste possano comparire più forti di prima.

Anche andare in un negozio di animali può aiutarvi nella gestione e nel controllo della paura, soprattutto se siete in compagnia e non siete da soli. In definitiva, si tratta di un timore più che comprensibile; molto diffuso fra le persone di tutto il mondo.

Tuttavia, risulta molto importante riuscire a superare le proprie ansie e i propri timori nel modo migliore possibile. Molto spesso anche i gatti hanno paura delle persone, ma con un po’ di fiducia e costanza, anche loro riescono a superarla con successo.

LEGGI ANCHE: Gatto stressato: tutti i sintomi e cosa bisogna fare

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati