Infezioni delle orecchie del gatto: come trattarle e a che cosa fare attenzione

Trattare le infezioni delle orecchie del gatto, come fare? Ecco qualche consiglio utile per usare i farmaci prescritti dal veterinario

veterinario controlla le orecchie del gatto

I nostri amati felini domestici sono animali forti e resistenti ma allo stesso tempo delicati, specialmente quando ci riferiamo a parti del corpo sensibili come occhi, orecchie e area genitale. Per questo è importante sapere come trattare le infezioni delle orecchie del gatto nel modo giusto per evitare problemi.

Le orecchie sono un organo sensoriale fondamentale per la sopravvivenza di ogni gatto perché i felini non fanno affidamento solo sulla vista e sull’olfatto.

Ecco perché dobbiamo prendercene cura al meglio e fare di tutto affinché non sorgano disturbi o malattie che potrebbero compromettere la vita stessa del nostro micio.

Anche le più piccole infezioni, infatti, se non curate possono degenerare in disturbi più gravi privando il gatto di uno strumento tanto importante tra le sue facoltà sensoriali.

Vediamo allora come trattare le infezioni delle orecchie del gatto, passo per passo, evitando errori e dando al micio la possibilità di guarire bene e in poco tempo.

Igiene delle orecchie: abituare il gatto fin da cucciolo

sguardo del gatto

Le infezioni delle orecchie nei gatti non sono così rare e possono essere davvero molto dolorose, perciò la prima cosa che dobbiamo fare – prima ancora di capire come trattarle – è abituare il nostro micio a una routine di igiene sin da quando è piccolo.

Le orecchie sono una parte del corpo molto delicata e anche la più piccola e apparentemente innocua infezione può provocare davvero un grande disagio al gatto.

Con un’infezione in corso il micio potrebbe iniziare a perdere l’udito e a provare un dolore talmente forte da non riuscire a trattenere l’aggressività. I gatti reagiscono in maniera molto particolare al dolore e nella maggior parte dei casi non lo mostrano.

Ma quando si fa troppo forte e persistente iniziano a dare di matto. Del resto come potremmo criticarli per questo, quando stiamo male anche noi persone spesso diventiamo intrattabili!

Se vogliamo evitare le infezioni delle orecchie dobbiamo prima di tutto tenerle sempre pulite e controllarle regolarmente.

La cosa fondamentale è iniziare ad abituare il micio già nei primi mesi di vita in modo che da adulto non abbia problemi a farsi manipolare.

Badate bene che le prime volte non sarà tanto semplice perché i gattini reagiscono male quando cerchiamo di toccargli le orecchie. Ma con il rinforzo positivo (piccoli snack in premio) e tanta pazienza possiamo riuscirci.

Scegliere il luogo giusto

L’ideale è scegliere un luogo comodo per il micio, in una stanza tranquilla e lontana da rumore e confusione.

Se il gatto non ne vuole sapere di essere toccato (e quando sta male e prova dolore è possibile che sia così) possiamo avvolgerlo in un asciugamano per tenerlo fermo ed evitare che ci graffi e che scappi via.

Dopodiché possiamo pulire le orecchie con un semplice batuffolo di cotone imbevuto di acqua tiepida (o di detergente) e togliere lo sporco dal padiglione auricolare.

Se il micio deve seguire una terapia a causa di un’infezione possiamo usare lo stesso metodo per mettere le goccine che ci ha prescritto il veterinario.

Perciò prima dobbiamo abituarlo a questa manipolazione, poi quando si sarà calmato possiamo procedere con il trattamento farmacologico.

Trattare le infezioni delle orecchie: cosa occorre

È sottinteso (ma ribadiamolo comunque) che qualsiasi trattamento farmacologico deve essere prescritto dal veterinario.

Prima dobbiamo ottenere una diagnosi corretta e solo dopo possiamo procedere con la somministrazione delle medicine con i metodi, le dosi e la posologia indicati dal medico.

Premesso ciò, di solito per trattare le infezioni delle orecchie del gatto si utilizzano delle gocce da inserire direttamente nella cavità auricolare.

Per il trattamento occorrono:

  • Un detergente per le orecchie;
  • I farmaci prescritti dal veterinario;
  • Dei batuffoli di cotone;
  • Snack o biscottini;
  • Un asciugamano in cui avvolgere il micio (vanno bene anche una coperta o una federa);
  • Guanti in lattice monouso.

A questo punto possiamo procedere con il trattamento, iniziando dall’orecchio sano. Se il tuo gatto ha un’infezione solo in un orecchio è importante pulire prima l’orecchio sano e poi pulire e curare l’orecchio infetto.

Le infezioni possono diffondersi da un orecchio all’altro quindi ogni volta dobbiamo lavare per bene le mani e non usare mai gli stessi guanti o garze per entrambe.

Primo step: pulire le orecchie del gatto

pulire le orecchie del micio

Come trattare le infezioni delle orecchie del gatto al meglio? Naturalmente per prima cosa dobbiamo pulirle per bene!

Il farmaco agisce meglio su delle orecchie pulite e ben disinfettate perciò, a meno che il veterinario non ci dica di non farlo, prima di tutto dobbiamo igienizzarle.

Per farlo basta prendere un batuffolo di cotone o una garza e usarli per eliminare polvere ed eventuale sporco dal padiglione auricolare.

Attenzione a non scavare in profondità nelle orecchie, anche un piccolo movimento brusco potrebbe danneggiare l’udito del gatto!

Utilizziamo solo ed esclusivamente un detergente apposito e consigliato dal veterinario. Altri prodotti come il perossido di idrogeno o le soluzioni casalinghe potrebbero causare irritazioni e dolore.

Ecco come pulire le orecchie del gatto passo per passo:

  • Inumidire abbondantemente un batuffolo di cotone con il detergente per orecchie;
  • Applicare il batuffolo di cotone alla base dell’orecchio;
  • Massaggiare la base dell’orecchio.

Alla fine di questi passaggi il gatto scuoterà la testa per togliere l’eccesso di liquido.

Secondo step: applicare il farmaco

mettere le gocce nelle orecchie al gatto

Una volta che le orecchie sono ben pulite possiamo passare al trattamento vero e proprio applicando il farmaco prescritto dal veterinario.

Meglio attendere 10 o 15 minuti prima dell’applicazione. Ecco come fare nel modo giusto:

  • Sollevare delicatamente l’orecchio e spremere il farmaco liquido nel canale auricolare.
  • Massaggiare la base dell’orecchio e lasciare che il micio scuota la testa;
  • Eliminare eventuali residui con un batuffolo di cotone.

In genere quando il veterinario diagnostica un’infezione alle orecchie non prescrive soltanto delle goccine o unguenti da applicarvi all’interno, ma anche un antibiotico per uso orale da somministrare al micio per un certo periodo.

Perciò per completare il trattamento oltre a pulire le orecchie e applicare il farmaco, diamo al gatto anche la compressa di antibiotico (in genere per almeno una settimana).

Se durante il trattamento notiamo alcuni strani sintomi come gonfiori, arrossamenti o che il gatto scuote la testa a scatti è probabile che il farmaco gli stia provocando una reazione allergica.

A questo punto sospendiamo il trattamento e parliamone con il veterinario per capire come risolvere il problema.