I gatti possono mangiare i kiwi?

Come rispondiamo alla domanda: i gatti possono mangiare i kiwi? Scopriamo insieme se questi frutti sono adatti a loro!

Chiunque abbia avuto a che fare con un gatto domestico, sa benissimo quanto questi piccoli amici siano super golosi di qualunque cibo. Fosse per loro, infatti, starebbero h24 a mangiare qualunque cosa capiti a tiro. Ogni cibo, briciola o sostanza apparentemente commestibile può essere un buon motivo per fare un bel break.

Tuttavia, dobbiamo anche tenere bene a mente che l’alimentazione è un fattore importantissimo per Micio. Infatti, il suo stato di salute generale molto spesso dipende anche dalle sostanze alimentari che manda giù. Come possiamo aiutarlo a gestire questo aspetto? Offrendoli un’ottima dieta, che sia rispettosa di tutto quello che il suo corpo richiede.

Passiamo ora al tema “frutta”. I mici possono mangiare la frutta? O meglio, la domanda che ci poniamo oggi e alla quale vorremmo rispondere è la seguente: i gatti possono mangiare i kiwi? Questo tipo di alimento è adatto al loro organismo oppure è meglio evitarlo? Scopriamolo.

Kiwi: sì o no?

gatto e kiwi

La frutta è una parte importante dell’alimentazione di Micio. Come succede per noi umani, anche i gatti hanno tanto bisogno di assumere le giuste quantità di frutta, verdura, sali minerali e sostanze che favoriscono il loro benessere generale e lo sviluppo corretto di ogni parte del loro corpo.

Per quanto i felini siano tendenzialmente degli animali carnivori, che dunque necessitano sostanzialmente di carne o pesce, poiché ricchi delle proteine e dell’energia necessaria, la giusta quantità di frutta deve poter far parte della dieta.

Le sostanze nutritive contenute in essa, infatti, sono davvero molto importanti per lo stato di salute generale del felino. I gatti, allora, possono mangiare i kiwi? Tendenzialmente, questo animale non è molto contento di mangiare frutta, o meglio: essa non rientra nei suoi alimenti preferiti! Tuttavia, dobbiamo anche considerare che non tutti gli esemplari sono uguali…e poi, si può rifiutare la possibilità di assaporare qualche nuova pietanza? Nella mente di Micio, assolutamente no!

Questa volta, invece, siamo fortunati! I kiwi, in realtà, secondo qualche statistica, sembrano rientrano nella categoria di frutti che i gatti adorano in modo particolare. Come rispondiamo, quindi, alla domanda “i gatti possono mangiare i kiwi”? Sì, perché ne sono particolarmente attratti! Essi posso essere assunti tranquillamente, pur sempre nelle giuste quantità.

I kiwi, infatti, hanno delle qualità molto importanti che possono favorire la salute di Micio: oltre a consentire la depurazione e la protezione dell’intero organismo, forniscono la giusta dose di vitamina C, vitamina E, di ferro, di rame e hanno anche caratteristiche antisettiche e antianemiche.

Inoltre, i kiwi hanno anche delle caratteristiche che favoriscono una buona salute del cuore e il mantenimento di un’adeguata pressione arteriosa. Il gusto amaro dei kiwi, insomma, è apprezzato dal gatto, nonostante il sapore intenso e forte.

Ricchi di acqua, permettono anche un’ottima idratazione e, di conseguenza, una buona diuresi: così facendo, proteggono l’organismo dei nostri amici a 4 zampe, rigenerano in continuazione l’intestino e limitano le infiammazioni. L’intero sistema immunitario non potrà che trarne i dovuti benefici! Insomma, all’assunzione di kiwi sono legati più fattori positivi che negativi!

Rischi

gatto dorme rilassato

Come tutte le cose, tuttavia, anche i kiwi hanno i loro “lati oscuri”. Ovviamente, il consumo di qualsiasi sostanza non deve mai avvenire in modo esagerato. Questo, è chiaro, può causare un’intossicazione alimentare più o meno forte che, di certo, non è funzionale alla salute di nessun essere vivente.

Il consumo esagerato dei kiwi, dunque, può causare diarrea, vomito, irrigidimento dei muscoli e tutto quell’insieme di sintomi che fanno capo al problema dell’intossicazione alimentare. Una raccomandazione importante è quella di evitare un consumo eccessivo: regolare le dosi e le quantità da offrire a Micio è sempre il primo passo verso una migliore condizione di salute.

Un’altra accortezza da considerare è la seguente: prima di offrire a Micio il kiwi, assicuriamoci di averlo liberato da ogni seme presente al suo interno. Avendo il gatto un intestino molto sensibile e delicato, l’ingestione di semi potrebbe causare dei piccoli danni o dolori (tutto facilmente gestibile, ma comunque fastidioso e disagiante).

Insomma, i kiwi non hanno grandi controindicazioni, tuttavia, prima di preparare a Micio un piatto a base di tale frutto, è meglio consultare il veterinario e farsi consigliare, in base allo stato di salute generale dell’esemplare, cosa sia meglio per lui.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati