Cosa posso fare se il mio gatto è antisociale?

Alcuni gatti, hanno problemi ad essere socievoli. Ma cosa rende un gatto antisociale? Vediamo cosa fare per avere un buon rapporto

I gatti sono animali indipendenti, ma non è vero che amano stare sempre da soli. Possono sembrare diffidenti ma hanno anche una gran voglia di giocare e stare in compagnia. Lo sa bene chi vive con un gatto che non può fare a meno di coccole e affetto. All’improvviso, però, in presenza di persone estranee può capitare che il gatto cambi il suo comportamento.

Un gatto sano con i suoi bisogni di cura soddisfatti dovrebbe formare forti legami con la sua famiglia umana. Alcuni gatti, tuttavia, hanno problemi ad essere socievoli. Ma cosa rende un gatto antisociale? Molto dipende dalle sue esperienze nei primi anni di vita. Vediamo allora cosa fare per rendere il gatto più disposto a stare in compagnia.

Insegnare la socializzazione al gatto

Spesso si crede che i gatti, a differenza dei cani, non possano essere addestrati. Naturalmente è necessario un approccio di verso, ma anche i gatti possono essere addestrati. La socializzazione è uno degli elementi più importanti della loro educazione in quanto, senza di essa, i gatti non saprebbero relazionarsi correttamente con gli altri animali, le persone e il loro ambiente in generale.

Sfortunatamente, troppi gattini vengono portati via dalla madre e dai fratelli troppo presto. Il periodo di socializzazione più importante per i gatti inizia a circa 2 settimane di vita e dura fino a 14 settimane. Ciò non significa, tuttavia, che superato questo periodo i gatti non possano imparare a socializzare.

 Il processo inizierà naturalmente quando i gattini impareranno a giocare con la madre e i fratelli. Durante questo periodo, imparano a comunicare, testare i confini e acquisire fiducia negli altri. Il gioco è una parte vitale di questo processo, ma lo sono anche l’insegnamento della madre e la definizione dei confini. Allontanarli dalla madre prima che questo processo sia completo, o in alcuni casi anche prima che inizi, significa privare il gatto una parte di educazione fondamentale per la sua vita.

Alcuni gatti faranno fatica a relazionarsi per il resto della loro vita ed è spesso la ragione per cui possono sembrare gatti antisociali. Tuttavia, se a un gatto è mancata la socializzazione, possiamo ancora sviluppare legami di fiducia.

Usando il rinforzo positivo, potete aiutare i gatti a capire che l’interazione con voi non causerà loro alcun danno. Al contrario, dovrete rassicurarli e far capire che non è necessario attaccare. Meglio provare questo approccio con un gatto solo alla volta perché non si sa come potrebbe comportarsi un altro felino. comporterà un altro felino.

Il gatto antisociale non ha legami positivi

Quando all’interno dell’ambiente domestico non riceve le giuste cure, è facile che il vostro felino diventi un gatto antisociale.

Se non siete socievoli con il vostro animale domestico, allora è comprensibile che seguir seguirà il vostro esempio. Facendo leva sul falso mito che il gatto sia un animale del tutto indipendente, in molti pensano che non abbia bisogno di particolari attenzioni e lo lasciano a se stesso. Niente di più sbagliato.

È fondamentale trascorrere del tempo con il proprio gatto, dovrebbe farlo ogni membro della famiglia. Allo stesso modo infatti potrebbe capitare che il gatto voglia stare con l’unica persona che in casa gioca con lui e non con gli altri.

Chiedete quindi al resto della famiglia di dare una mano con le cure per il gatto, in modo che il vostro amico a quattro zampe capisca che tutti sono lì per aiutare. Avere i suoi bisogni primari soddisfatti in termini di cibo, protezione e interazione aiuterà il gatto a vedere gli altri come fornitori. Ciò ridurrà la sua insicurezza e gli impedirà di essere così antisociale.

Anche se le vostre giornate sono piene di impegni, cercate di riuscire a ritagliarvi del tempo da trascorre insieme al vostro gatto, tra coccole e giochi. Dovete anche prestare attenzione ai piccoli dettagli. Una cosa che potete fare per rendere il vostro gatto più socievole è dargli il cibo in porzioni più piccole, piuttosto che una volta al giorno. In questo modo, quando aprite il sacchetto del mangime, la lattina o la busta, potete parlare con lui in modo incoraggiante e aiutarlo ad associare la vostra persona a qualcosa di positivo.

Se il gatto non è socievole, ha bisogno di amore

Un altro valido aiuto per un gatto antisociale e lo scambio di amore. Le cure basilari di cui ha bisogno un gatto domestico riguardano il cibo, la casa, la sicurezza ma non va trascurato il alto affettivo.

I gatti mostrano il loro affetto in vari modi. Vi stanno dicendo che vi vogliono bene quando si sfregano contro le vostre gambe, quando si leccano e si addormentano accanto a voi.

A volte il vostro piccolo amico a quattro zampe dimostra il suo amore anche in modi che sembrano invece indicare il contrario. Per esempio quando vi attacca, soprattutto mentre dormite. In quel caso non vuoe essere aggressivo ma vuole attirare la vostra attenzione e passare del tempo con voi, oppure si avvicina per controllare se state respirando e siete ancora vivi.

Fate sentire al vostro gatto quanto sia importante la sua presenza in famiglia. Accarezzatelo, dategli snack e dolcetti, interagite con loro, spazzolateli con cura. Toelettare il gatto non solo è un valido aiuto per la salute del pelo ma è anche un ottimo modo per rafforzare il vostro legame.

Mai sgridare o urlare contro un gatto, soprattutto quando è passato un poco di tempo da che vi siete accorti che ha fatto qualcosa di sbagliato. Non buttatelo giù dal letto e non siate violenti con lui in alcun modo. Questo comportamento è un rinforzo negativo e li renderà ancora più antisociali in futuro.

Giocare poco insieme al gatto lo rende antisociale

Uno dei motivi più importanti per cui un gatto può diventare antisociale è perché è annoiato. Se non stimolate la mente del vostro gatto, oltre che il suo essere fisico, svilupperà problemi comportamentali. Se pensa che non gli fornirete stimoli, non interagirà con voi e inoltre si sentirà frustrato. E un gatto frustrato può anche diventare aggressivo in alcun casi.

 Fortunatamente, esiste una soluzione ideale a questo problema. Dovete giocare di più con il vostro gatto. Che si tratti di usare giocattoli, giocare con un pezzo di spago, lasciarli correre intorno a voi o persino utilizzare giochi di intelligenza, fate in modo di mantenere attivi sia la mente che il corpo del vostro amico a quattro zampe.

Se, per qualsiasi motivo, il vostro  gatto non vuole giocare, dovrete capire perché e trovare le soluzioni giuste anche a questo problema.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati