Gatto perde il pelo: cause e rimedi

Se il gatto perde il pelo esistono rimedi per farlo stare meglio ma dipendono dalle cause di questo problema. Leggete qui per saperne di più.

gatto grigio su tappeto

La perdita di pelo nel gatto o alopecia felina è un problema piuttosto comune. Essa può essere parziale o completa, e le zone colpite possono essere varie o seguire un pattern simmetrico. La pelle vicina all’area interessata può apparire normale o può presentare arrossamenti, gonfiori, incrostazioni o escoriazioni. Esistono diversi trattamenti per questo brutto disturbo, ma si differenziano in base a cosa lo ha provocato: vediamo allora quali sono le cause e i rimedi se il gatto perde il pelo.

pelo di gatto affetto da alopecia

Le cause dell’alopecia sono varie:

  • Reazioni allergiche: sono le cause più diffuse in assoluto per l’alopecia felina. Il gatto potrebbe essere allergico a un alimento, al morso di un insetto, a dei farmaci, alla polvere o al polline; per alleviare il prurito fortissimo che l’allergia provoca si leccherà e graffierà la zona interessata fino a lasciare delle zone completamente prive di pelo (alopecia autoindotta);
  • Problemi alla pelle di natura ereditaria, piuttosto rari;
  • Parassiti: pulci, acari, zecche e pidocchi provocano anch’essi un prurito irresistibile. La conseguenza è anche qui l’alopecia autoindotta, nonché vere e proprie lesioni sulla pelle causate dalle unghie del gatto;
  • Infestazioni fungine come la tigna; facilmente identificabile perché presenta chiazze ben circoscritte completamente senza pelo;
  • Stress, disturbi neurologici: quando un gatto è stressato tende a leccarsi e graffiarsi in modo ossessivo pancia, fianchi e zampe, cosa che ovviamente danneggia pelo e pelle (alopecia psicogena);
  • Squilibri ormonali (ipotiroidismo, eccesso di steroidi nell’organismo);
  • Dolore: i gatti con una condizione cronica come l’artrite possono leccarsi nella zona dolorante finché il pelo non viene via;
  • Tumori, soprattutto nel gatto anziano.

caso di alopecia in un gatto

Il veterinario, fondamentale per determinare la causa dell’alopecia e il relativo rimedio, arriverà a una diagnosi esaminando attentamente la zona colpita e le condizioni del pelo rimasto attorno a essa: colture, biopsie, esami di sangue e delle feci sono solo alcuni dei test che effettuerà per verificare la presenza o meno di vari disturbi.

Se il risultato conferma un’infestazione da funghi o parassiti sarà possibile risolvere il problema con un trattamento specifico a base di antifungini o antiparassitari; in caso contrario bisognerà indagare su possibili reazioni allergiche e procedere via via con i disturbi meno comuni.

È ovviamente opportuno fornire al medico tutte le informazioni che possano aiutare a circoscrivere una causa per l’alopecia: se il gatto ha cambiato dieta da poco o è entrato a contatto con piante o sostanze che potrebbero avergli provocato allergie o reazioni particolari fateglielo sapere immediatamente. Lo stesso vale per delle condizioni pregresse che affliggono il vostro micio, come disturbi neurologici o stress causato da qualche avvenimento improvviso in casa che può averlo particolarmente agitato.

Se si dovesse accertare che la causa rientra tra queste, sarà importante rimuovere dall’organismo dell’animale e dall’ambiente da lui frequentato la sostanza che ha provocato tale reazione. Se si è in presenza di alopecia psicogena il medico valuterà se somministrare degli antidepressivi per tranquillizzare il gatto. Farmaci specifici sono inoltre disponibili per trattare anche problemi alla tiroide e altri squilibri ormonali.