Khao Manee, prezzo e allevamenti italiani: quanto costa e dove poterlo trovare

Quanto costa un Khao Manee? Qual è il suo prezzo? E soprattutto: dove si possono trovare allevamenti ufficialmente riconosciuti di questa razza? Scopriamo qualcosa a riguardo.

gatto pelo candido

Qual è il prezzo di un Khao Manee? Quanto costa questa splendida razza dal pelo candido e dallo sguardo incantatore? Esistono in Italia allevamenti ufficialmente riconosciuti dove possiamo trovare questo esemplare? A chi dovremmo rivolgerci? Scopriamo qualche informazione.

Khao Manee: quanto costa?

occhi colorati del khao manee

Dove possiamo trovare il Khao Manee? Una domanda che ci dovremmo sempre porre prima di scegliere se adottare un esemplare di una particolare razza è questa: dove posso trovarlo? Esistono degli allevamenti seri e ufficialmente riconosciuti a cui potersi rivolgere?

È importantissimo avere queste informazioni, ancora di più lo è scoprire se le strutture dove ci stiamo indirizzando hanno le dovute certificazioni.

Perché si deve fare molta attenzione? Purtroppo esistono moltissime truffe: un occhio poco esperto potrebbe essere facilmente ingannato di fronte ad un esemplare che somiglia vagamente alla specifica razza richiesta, ma non le appartiene.

Comunque, dopo aver fatto i dovuti controlli, possiamo procedere. Ora ci chiediamo: qual è il prezzo di un Khao Manee? Questo è un gatto orientale e, in quanto tale, non soltanto è rarissimo, ma è anche uno dei felini più costosi al mondo.

Il costo di un esemplare di razza pura di Khao Manee può aggiarsi anche intorno ai 10 mila o 15 mila €. Ci verrebbe da chiederci: come mai così tanto?

La risposta è molto semplice: ora ad essere un gatto dalle origini quasi mitiche e leggendarie, è rarissimo e ne esistono davvero pochi esemplari al mondo.

Al giorno d’oggi, ancora non esistono in Italia dei centri certificati e ufficialmente riconosciuti che possono allevare un felino di questa razza.

Dunque, dovremmo affidarci ad allevamenti esteri, assicurandoci però che svolgano il loro lavoro al meglio. Per scoprire quali siano i migliori, potremmo rivolgerci a degli esperti, a certi riconosciuti che allevano altre razze o al veterinario stesso. Probabilmente, essi sapranno darci qualche informazione certa a riguardo.

Chi è il Khao Manee?

khao manee dallo sguardo dolce

Potremmo ora chiederci: come mai il Khao Manee è così prezioso? Da dove viene questo splendido felino dal pelo candido e dallo sguardo bicolore?

Le sue origini, come spesso accade con i gatti orientali, sono legate a leggende che si mischiano con fatti storicamente accaduti. Il suo luogo natale è legato alla Thailandia, l’antico Siam, in particolare al Re Chulalongkorn Rama V (regnante dal 1868 al 1910).

Si racconta che egli fosse così legato ai suoi esemplari di Khao Manee che era disposto a proteggerli a costo della sua stessa vita. Questi felini, infatti, secondo varie teorie, erano dotati di poteri sovrannaturali che permettevano loro di portare fortuna ed essere di buon auspicio.

Ecco perché venivano così ricercati, soprattutto presso le corti dei Re: data questa loro natura mistica e misteriosa, avrebbe potuto favorire le sorti del regno.

Rischio estinzione e riscoperta

gatto occhi profondi

Esemplare di Khao Manee, fonte: Instagram, cookie_mikaa

Il Khao Manee, come spesso avviene per la razze, soprattutto quelle più rare e poco conosciute, rischiò l’estinzione più volte nel corso della sua esistenza.

Il momento peggiore fu quando, secondo la storia ma specialmente secondo la leggenda, inglesi e francesi invasero la Thailandia e crearono caos e scompiglio fra la popolazione e la corte del Re.

Il Re, essendo spaventato dall’accaduto, reagì istintivamente facendo di tutto per mettere in salvo i suoi esemplari di Khao Manee.

Si dice che li nascose in modo così perfetto che nessuno riuscì mai a venire a capo del segreto: di quei gatti, non si seppe più nulla per molti anni.

Soltanto così, secondo lui, le sorti del regno da lì a qualche tempo sarebbe state migliori. Inoltre, essendo sempre stato un gatto considerato quasi paragonabile ad un dio, non poteva di certo essere rapito e “esportato” in altri territori diversi da quello natale.

Fortunatamente, alcuni appassionati si impegnarono al fine di recuperare i superstiti. Dopo varie vicissitudini, il Khao Manee fu riscoperto soltanto verso la fine del 1900.

Un’americana specializzata nella salvaguardia delle specie, Colleen Freymuth, inserì i pochissimi esemplari di Khao Manee ritrovati in un programma di protezione. Riuscì così a salvare la razza: piano piano, un accoppiamento dopo l’altro, il felino “dagli occhi gemmati” ritrovò la sua strada.

Lei poi spianò la strada per moltissimi altri studiosi e appassionati, come lo stesso Frédéric Goedert, il quale fu il primo a portare in Europa, in particolare in Francia, il Khao Manee e provvedere alla sua riproduzione.

Ecco dunque perché, tutt’oggi, il prezzo del Khao Manee risulta così alto: il gatto è rarissimo e, al mondo, ci sono davvero pochi esemplari che possono essere considerati di razza pura.