Paura dei gatti: esiste ed è chiamata Ailurofobia

gatto-e-donna-spaventata

La paura dei gatti viene chiamata anche Ailurofobia. Il soggetto che ne soffre non riesce nemmeno ad avvicinarsi o guardare un gatto e questo “comportamento” è da ricondurre a molteplici fattori.

Molto spesso incontriamo persone che hanno una paura folle degli animali e capita anche di trovare persone che hanno paura dei gatti. Questa particolare fobia viene chiamata Ailurofobia e porta il soggetto ad essere particolarmente terrorizzato dai gatti. Il termine deriva dal greco e si compone appunto di due parole “ailouros” e “phobia“. Importante sapere che la parola “ailouros” in greco vuol dire gatto e che nella mitologia greca “Ailuros” era il nome con cui i greci chiamavano la dea egizia Bastet.

gatto-che-ride

Come tutte le fobie non è da prendere alla leggera perché la paura dei gatti può creare un forte scompenso soprattutto dal punto di vista sociale. Gli individui che ne soffrono potrebbero essere costretti a non frequentare più le persone che vivono con un gatto in casa, oppure, non recarsi in un determinato luogo a causa della presenza degli stessi. Sembra che l’inizio di questa fobia risalga al Medioevo, quando le persone hanno cominciato a credere che il  gatto nero fosse l’impersonificazione del demonio.

gatto-nero-sdraiato

Ma quali potrebbero essere le cause oggi che portano le persone ad avere paura dei gatti? Questa fobia può essere causata da un ricordo negativo su un qualche episodio avvenuto durante l’infanzia che aveva come protagonista un gatto. Per farvi un esempio concreto pensate ad una persona che da bambino è stata graffiata o morsa da un gatto mentre lo stava semplicemente accarezzando.

donna-spaventata

Un’altra motivazione da non sottovalutare è il rapporto che gli adulti hanno con i gatti e che trasmetteranno inevitabilmente ai loro figli. Se, infatti, i genitori si sono sempre dimostrati ben accetti nei confronti dei gatti, trasmetteranno il loro amore ai bambini. Questi una volta diventati adulti, nella stragrande maggioranza, saranno a loro volta portati ad avere un atteggiamento positivo nei confronti dei mici. Al contrario se i genitori trasmettono ansia, paura e negano qualsiasi contatto al proprio figlio con i gatti, da adulto questo potrebbe sviluppare una sorta di terrore nei loro confronti.

gatto-e-bambina

Secondo altri, questa fobia, sarebbe determinata da eccessive ansie nel soggetto che lo porta, come meccanismo di difesa, a scaricare tutte le sue paure sull’animale. Quindi di renderlo la causa delle proprie angosce.

Infine può essere ricollegata ad una paura del soggetto stesso che percepisce la figura del gatto, come una “entità” che non può essere totalmente sottoposta al suo controllo.

gatto-a-bocca-aperta

Le persone che soffrono di questa paura presentano, alla sola vista di un gatto, sudorazione eccessiva, difficoltà a respirare e in alcuni casi anche attacchi di panico. Fattori da non prendere alla leggera e che molte volte non vengono compresi da chi invece è amante dei gatti, che in realtà sa che sono animali dolci e sensibili.

gatto-che-si-fa-accarezzare

Esistono comunque delle valide terapie che vengono effettuate per lenire questo problema e cercare quindi di migliorare la vita di queste persone.