Lettiera per gatti autopulente: cos’è e cosa fa

Stanchi di pulire di continuo i bisogni dei nostri amici felini? Ecco un'ottima soluzione: la lettiera per gatti autopulente! Vediamo cos'è

gatto sdraiato

Quante volte al giorno capita che siamo costretti a pulire i bisogni dei nostri amici a 4 zampe? Siamo stanchi di farlo? Ecco una possibile soluzione: la lettiera per gatti autopulente può fare al caso nostro! Vediamo qualche informazione su cos’è e su come funziona.

Lettiera autopulente per gatti: cos’è?

gatto rosso

Arriverà un momento in cui ci saremo stanchi di pulire quotidianamente e più volte al giorno la lettiera del nostro gatto. Come facciamo in questi casi? Non possiamo di certo lasciare la lettiera sporca: il nostro amico felino ci tiene troppo alla sua igiene personale.

Ma quanto è altrettanto igienico per noi pulire i suoi bisogni senza fare una piega? Per non parlare dei cattivi odori che vengono fuori e ci appestano casa! Bhè, abbiamo mai pensato alla lettiera autopulente? Questa potrebbe essere un’ottima soluzione.

Come abituare il gatto alla lettiera nuova, essendo per lui qualcosa di diverso dal solito? Non ce ne sarà bisogno: farà tutto da solo. Quello che c’è da sapere su questo nuovo tipo di lettiera è veramente poco: è abbastanza semplice e confortevole, sia per noi che per il nostro gatto.

È più grande del normale, ha più spazio rispetto a una lettiera normale e questo non farà altro che rendere felice il nostro amico. È la solita cassettiera tipica, però con delle differenze veramente incredibili: fa tutto da sola!

Come funziona?

gatto si riposa

La lettiera per gatti autopulente è pensata essenzialmente per andare incontro sia al gatto sia al padroncino. Sappiamo quanto sia importante per il gatto il momento dei bisogni (come per noi umani, in fondo): spazio, tranquillità e privacy è quello che gli serve!

Questa tipologia di lettiera va incontro a tutte queste esigenze: è grande, molto spaziosa e ben coperta, in modo da rispettare ogni momento di solitudine che il gatto vuole avere.

Ci sono tante tipologie di lettiere autopulenti, che variano le loro caratteristiche a seconda del prezzo che siamo intenzionati a spendere.

Generalmente, le cose che servono sono due: un’installazione da cui poter prendere l’acqua necessaria al lavaggio e una presa della corrente vicina per far funzionare il tutto.

Il nostro amico felino andrà lì dentro spontaneamente:  gli sembrerà che non ci siano grosse differenze rispetto quella normale. Per noi, invece, cambia tutto!

gatto concentrato

Una volta fatti i suoi bisogni, il gatto potrà continuare tranquillamente a scavare e coprire tutto con i suoi movimenti tipici e naturali: quando lo farà, i bisogni sia solidi che liquidi verrano ricoperti dai granelli lavabili (una specie di sabbia) presenti in dotazione.

Automaticamente, questi bisogni andranno a finire nella parte inferiore della lettiera, dove avverrà la vera e propria pulizia: qui la pipì verrà sciacquata, le feci solide invece verranno prese da apposite ‘manine’ e portate fino al marchingegno che le scioglierà.

L’ultimo elemento di questa incredibile invenzione è la cartuccia igienizzante che, alla fine di tutto questo percorso, pulirà e disinfetterà i granelli impregnati della pipì e tutto l’involucro.

Inoltre, caccerà i cattivi odori e farà tornare la nostra lettiera come nuova: così sarà subito pronta ad un nuovo utilizzo.

Un ventilatore, come ultimo step, asciugherà il tutto. I bisogni e tutto quello contaminato saranno poi mandati nello scarico del bagno, tramite l’installazione apposita.