Naso dei gatti: perché è bagnato o secco?

Il naso del gatto può essere oggetto di preoccupazioni da parte dell'uomo, a volte infondate. Vediamo perché i gatti hanno il naso bagnato.

Non è raro che il naso bagnato o asciutto del gatto possa destare preoccupazioni nel suo proprietario, spesso però, queste preoccupazioni si rivelano infondate. Facciamo chiarezza sul perché i gatti hanno il naso bagnato o secco.

Solitamente il naso dei gatti risulta bagnato a causa della produzione di fluidi da parte delle ghiandole sudoripare presenti sulla pelle del naso priva di pelo. Inoltre, la sua umidità può essere dovuta al drenaggio del condotto lacrimale inferiore che fa scolare il fluido lacrimale dalla superficie dell’occhio. Il naso umido possiede, infatti, un piccolo ruolo nella regolazione della temperatura corporea tramite raffreddamento evaporativo. L’umidità del naso aiuta, inoltre, ad amplificare il senso dell’olfatto del gatto, permettendo l’adesione delle particelle emanate dagli odori al naso stesso.

Quando il naso diventa secco o asciutto

Può capitare che il naso del vostro gatto passi da umido a secco e da asciutto a umido più volte durante l’arco della giornata. Questo può essere totalmente normale e dovuto a diverse cause, tra le quali:

  • La pulizia del pelo (il naso del gatto può asciugarsi mentre il gatto lecca il pelo per via del ripetuto strofinio)
  • Lo sdraiarsi al calore del sole o di un termosifone
  • Passare molto tempo in una stanza senza ricambio d’aria

Quando preoccuparsi?

Cosa significa l’eccessiva secchezza o umidità del naso? Come abbiamo visto, il passaggio del naso da umido a secco durante il giorno è del tutto normale. Se però il naso del vostro gatto si mantiene secco o eccessivamente bagnato per l’intera giornata, può essere sintomo di malessere.

Un naso eccessivamente secco per un lungo periodo di tempo, infatti, può essere sintomo di febbre e disidratazione. Fate attenzione però, poiché il modo migliore per valutare la presenza di uno stato febbrile o di disidratazione non è la secchezza del naso. La febbre, infatti, va rilevata tramite termometro per via rettale. Il metodo più efficace per testare la disidratazione è invece esaminare l’elasticità cutanea. In entrambi i casi sono molto comuni sintomi come letargia e mancanza di appetito.

Un naso eccessivamente bagnato, che scola, può essere segno di infezioni delle vie respiratorie superiori, come ad esempio l’Herpes Virus Felino (anche detta Rinotracheite felina), che possono causare difficoltà respiratorie. Segni di infezioni delle vie respiratorie possono essere, tosse, sternuti, naso chiuso e naso che cola. È estremamente importante che qualsiasi segno di difficoltà respiratorie sia immediatamente fatto presente al veterinario di fiducia.

Articoli correlati