Rinotracheite felina: cosa è?

La Rinotracheite, o Herpesvirus felino (FHV), è una malattia infettiva molto contagiosa. Vediamo nel dettaglio cos'è la Rinotracheite felina.

La Rinotracheite felina (FRV), è dovuta ad un virus, Herpesvirus felino (FHV-1), che che causa infezioni delle vie respiratorie superiori nei gatti. I gatti che contraggono il virus presentano sintomi simili ad un raffreddore, come ad esempio naso e occhi che colano. Questo virus è altamente contagioso, e benché la sua resistenza nell’ambiente sia bassa, si trasmette in maniera molto facile e veloce.

L’herpesvirus felino, come abbiamo detto, resiste nell’ambiente per poco tempo, e può essere facilmente eliminato tramite l’uso di comuni disinfettanti. È però importante sottolineare che, questo virus, tende a resistere più a lungo nell’ambiente quando le temperature sono basse e meno quando le temperature sono alte. Per questo motivo è consigliato vaccinare i gatti subito prima dei periodi invernali.

Come si trasmette il virus della Rinotracheite felina

La Rinotracheite si trova facilmente negli ambienti popolati da molti gatti, questo perché il contagio avviene con molta facilità e velocità tramite contatto diretto con saliva e secrezioni nasali o oculari. Il contatto con la saliva può avvenire anche tramite inalazione delle particelle di saliva che si sprigionano nell’aria con gli sternuti, tramite l’uso condiviso di ciotole di cibo e acqua e leccandosi a vicenda. Il virus può inoltre essere trasmesso, durante la gravidanza e il parto, da mamma gatta ai gattini.

I gatti che hanno sviluppato il virus, ne restano portatori anche dopo la guarigione. I gatti portatori del virus, infatti, alternano spesso periodi di latenza, durante i quali non presentano sintomi, a periodi di riacutizzazione della malattia durante i quali i gatti ne manifestano nuovamente i sintomi. La ricomparsa della fase acuta della malattia può essere scatenata da una qualsiasi situazione di stress. Questo accade perché l’herpes virus si insinua in maniera permanente nelle cellule del sistema nervoso del gatto.

Quali sono i sintomi della Rinotracheite felina

  • Acute infezioni delle vie respiratorie superiori. Anche dette acute URI (upper respiratory infection), rappresentano la manifestazione più comune tra i segni clinici della malattia, e possono essere: tracheiti, congiuntiviti, secrezioni oculari, secrezioni nasali, sternuti, salivazione eccessiva, faringiti, letargia, inappetenza, febbre e tosse. I sintomi possono durare per qualche giorno o per qualche settimana, e solitamente la fase acuta di contagio dura attorno alle 3 settimane.
  • Cheratite. Anche se non molto comune, l’infezione cronica da herpes virus, può causare congiuntivite e cheratite. La cheratite è un’infezione ed infiammazione della cornea che causa, nel caso della FHV-1, piccole ulcere corneali ramificate, e viene anche chiamata cheratite dendritica.
  • Dermatite associata all’herpesvirus. Un’altra rara manifestazione dell’infezione cronica da herpes virus è lo sviluppo di infiammazioni e ulcere della pelle. Questi segni si possono più comunemente notare attorno al naso e alla bocca.

Trattamento e prevenzione della Rinotracheite felina

Le infezioni da herpesvirus felino sono spesso complicate da secondarie infezioni batteriologiche, per questo motivo, è solitamente necessario l’uso di antibiotici. Inalazioni o nebulizzazioni di vapore possono aiutare in caso di grave congestione nasale. Alcuni farmaci anti-virali possono essere utili nella gestione di alcuni segni clinici manifestati dalla malattia, ad esempio colliri e pillole. Per ridurre al minimo le irritazioni causate dalle secrezioni, è spesso utile pulire il naso e gli occhi del gatto con una garza morbida e umida. È ad ogni modo necessario che qualsiasi terapia farmacologica venga specificatamente consigliata o prescritta dal veterinario dopo attento esame della malattia e dei suoi sintomi.

Per prevenire la trasmissione della malattia in ambienti dove sono presenti numerosi gatti, alla comparsa di qualsiasi sintomo, i gatti infetti dovrebbero essere isolati dagli altri per evitare la trasmissione del virus. Inoltre è necessario assicurarsi che ciotole, lettiere ed oggetti vari appartenenti ai gatti infetti, siano regolarmente puliti e disinfettati.

La vaccinazione contro l’herpesvirus felino è importante per tutti i gatti. Il vaccino contro la Rinotracheite felina, come abbiamo visto nell’articolo “Vaccinazioni gattini: quando farle?”, è infatti compreso all’interno del vaccino trivalente obbligatorio a tutti i gatti. Il vaccino trivalente comprende inoltre quello contro la Calicivirosi e la Panleucopenia. Nei gattini viene normalmente somministrato a partire dalle 8 settimane di vita e viene seguito da 2 richiami alla dodicesima e alla sedicesima settimana di vita. Richiami successivi sono consigliati ogni 1-3 anni, a seconda dell’ambiente in cui vive il gatto.