Perché il gatto lecca il pavimento?

Avete notato che il vostro gatto lecca molto spesso il pavimento? Si tratta di un comportamento con cause precise che non va sottovalutato

Gatto che lecca il pavimento

Vi sarà capitato, almeno una volta, di vedere il vostro gatto mentre lecca il pavimento. Si tratta di un comportamento piuttosto comune purché non diventi cronico.

Il vostro felino, infatti, potrebbe leccare il pavimento perché magari poco prima ci è caduto qualcosa di interessante da mangiare. Questo comportamento, però, non deve mai essere sottovalutato nel caso in cui il vostro gatto lo faccia spesso.

Gatto con la bocca aperta

 

Perché, quindi, il gatto lecca il pavimento? Se fatto con frequenza, potrebbe essere un atteggiamento sintomo di un qualche problema, o di tipo salutare o di tipo comportamentale.

Soprattutto nei gatti anziani, potrebbe manifestare un problema legato alla carenza di alcune vitamine o  sali minerali. Allo stesso modo, potrebbe indicare un problema ormonale o al metabolismo.

Gatto sdraiato

Molto spesso, questo comportamento è legato ad un altro atteggiamento strano: il gatto che lecca il muro. In questo caso, il vostro felino potrebbe soffrire di problemi ai reni o problemi epatici.

Molto spesso, però, a spiegare questo comportamento oltre ai disturbi legati alla salute, ci sono anche i cosiddetti problemi comportamentali. In alcuni casi, infatti, un gatto che lecca in maniera ossessiva il pavimento potrebbe essere un felino ansioso o stressato.

Gatto che lecca

Ovviamente, come detto, è inutile creare allarmismi. Potrà capitarvi di vedere il vostro amico a quattro zampe leccare a terra e non dovrete subito preoccuparvi. È la frequenza con la quale lo fa che dovrà farvi accendere un campanello d’allarme.

Cosa fare, dunque, se vedete il vostro gatto che lecca il pavimento? Il consiglio migliore che possiamo darvi, ovviamente, è quello di recarvi il prima possibile dal vostro veterinario di fiducia.

Gatto con la lingua di fuori

Lui, come nessun altro, saprà indicarvi la strada giusta da seguire. È probabile che al vostro amico a quattro zampe vengano fatti alcuni esami, per escludere le malattie sopra indicati.

Se, nel migliore dei casi, dovesse essere tutto negativo, allora potete cominciare a pensare che si tratti di un problema di tipo comportamentale. Anche in questo caso, solo uno specialista potrà aiutarvi a dovere.