Pettorina per gatto: come sceglierla

La pettorina per gatto ha diversi vantaggi, ma è importante procurarsi quella giusta: ecco spiegato come sceglierla.

gatto con pettorina nera

Selezionare la pettorina perfetta è importante se volete equipaggiare al meglio il gatto per le vostre avventure all’esterno: lo terrà al sicuro e allo stesso tempo comodo mentre cammina, si arrampica e passeggia con voi. Vediamo insieme allora come scegliere la pettorina per gatto che fa al caso vostro.

Passeggiare con un gatto

gatto con pettorina verde

Se camminando per strada è normale vedere un cane portato al guinzaglio dal proprio padrone, è molto meno comune vedere un gatto nella stessa situazione. A questi ultimi, infatti, non piace essere limitati nei loro movimenti e potrebbe essere complicato abituarli all’idea. Non si tratta però di un’impresa possibile, è anzi una tendenza che si sta particolarmente diffondendo ultimamente.

Tipi di pettorina

Le pettorine sono particolarmente importanti perché attaccare un guinzaglio direttamente al collare di un gatto non è mai una buona idea, e non solo perché per lui è più facile da sfilare via. A differenza dei cani, infatti, i gatti hanno anche il collo più delicato e possono persino soffocare se strattonati allo stesso modo.

La pettorina, invece, fa in modo che il punto di aggancio del guinzaglio sia sulla schiena, in modo da non stressare troppo la zona del collo. Ovviamente bisogna saper scegliere il modello giusto in base a peso, età e taglia dell’animale, ma il primo passo è conoscere i principali stili di pettorine presenti sul mercato: quello a 8 e quello a H. Parliamone meglio.

Pettorina a 8

Le pettorine dette a 8 (o a X) sono formate da due collari: un collare attorno al collo e un altro attorno al torso uniti sulla schiena, nello stesso punto in cui si aggancia il guinzaglio. È la più leggera ma la meno sicura, perché è quella che il gatto tende a saper sfilare via con più facilità.

Non dovrebbe però rappresentare un problema per brevi passeggiate, soprattutto se il vostro micio ha un carattere tranquillo e non oppone molta resistenza al guinzaglio.

gatto con pettorina rossa

Pettorina a H

Questo modello prende il nome dalla struttura a H della sua imbracatura: pur essendo simile a quello a 8 presenta una ulteriore cinghia che collega i due collari scorrendo tra le scapole del micio; questo gli garantisce una maggiore mobilità. Si tratta del modello più comune e generalmente considerato più sicuro.

Pettorina H a fascia

Si tratta di una versione imbottita del modello a H ed è formata da un tessuto più spesso che, appunto, fascia la parte superiore dell’animale. Questa struttura garantisce sicuramente maggior sicurezza e una migliore distribuzione della forza che esercitiamo quando tiriamo il guinzaglio (ricordiamo che esso va sempre agganciato sulla schiena) ma può risultare pesante, soprattutto per i gatti di piccole dimensioni. Inoltre, gli animali abituati a muoversi molto potrebbero trovarlo limitante per i loro movimenti.

gatto con pettorina a fascia

Suggerimenti

  • Come abbiamo accennato in precedenza, i gatti non amano essere legati o portati in giro al guinzaglio: bisogna abituarli gradualmente, e può trattarsi di un processo lungo e complicato che va iniziato in casa prima che all’aperto.
  • Verificate che la pettorina sia regolabile e non presenti parti taglienti o abrasive per il vostro micio, e che vengano usati materiali resistenti e traspiranti.
  • Se la pettorina viene tollerata abbastanza bene dal gatto potete anche usarla in casa per farlo girovagare in balcone o in terrazzo in massima sicurezza e senza dover installare reti di protezione apposite.