Kato si occupa dei gattini che sono rimasti dopo il disastro di Fukushima (VIDEO)

Dopo il disastro del 2011, un uomo di nome Sakae Kato si occupa dei gattini e degli altri animali nella zona vietata; ancora oggi l'uomo resta accanto a loro

Pochi conoscono questa storia commovente, un uomo di nome Sakae Kato si occupa dei gattini che sono rimasti nella città di Fukushima dal 2011. Quell’anno vi fu uno tsunami che distrusse un reattore nucleare; gli abitanti della zona più colpita decisero di andarsene a causa delle radiazioni. Lì restarono solo i gatti randagi che hanno ormai invaso la zona.

Sakae Kato si occupa dei gattini randagi che sono rimasti; ogni giorno mette a rischio la propria vita per prendersi cura di loro. Questi vivono in zona vietata e l’uomo ogni giorno decide di oltrepassare i divieti per nutrire, dare conforto e mettere al sicuro i pelosi randagi e quelli che lo sono diventati. In totale i pelosi erano quarantuno, ma dal 2011 ne sono morti ventitré. Ha deciso quindi di seppellirli creando un vero e proprio cimitero di questi pelosi, che erano stati dimenticati da tutti, tranne che da lui. Puoi convivere con il gatto anche se sei allergico: ecco come e cosa dovresti fare.

L’uomo spende circa seimila euro al mese per occuparsi dei pelosi e di altri animali; questi ogni sera si radunano nelle vicinanze della sua casa e insieme trascorrono la serata. Sakae Kato si occupa dei gattini e anche degli altri animali presenti sull’intero territorio. L’uomo ha una vera e propria vocazione e anche se le condizioni di vita sono complicate, l’uomo decide ogni giorno di non mollare; non vuole abbandonare nessuno e risulta impossibile spostare tutti questi animali in un’altra zona. Ci sono 6 foto di gatti che racchiudono in sé tutta la bellezza felina.

Sakae Kato ha deciso di adottare e di farsi adottare da tutti questi animali; nessuno di loro vuole abbandonare la loro terra natia e nessuno di loro vuole rinunciare all’altro. C’è un clima di serenità nonostante tutte le difficoltà; ma ogni giorno questo uomo trova la forza per permettere ai pelosi di continuare a vivere. I gattini e tutti gli altri animali sono fortunati di avere un umano che si occupi ancora di loro. La storia dei 7 gattini abbandonati che sono stati accuditi da un Labrador.

Leggi anche Gattino rachitico, come aiutarlo e cosa fare per rimetterlo in forma.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati