Addestrare un gatto alla lettiera, tutto quello che bisogna fare passo per passo

Quando si ha un felino è normale volere addestrare un gatto alla lettiera, per evitare che questo possa fare i suoi bisogni fuori.

Mantenere la corretta igiene a casa è indispensabile per evitare che questa possa emanare cattivo odore e per mantenere in casa una pulizia corretta.

Cosa fare per fare in modo che il gatto utilizzi la lettiera

Per addestrare un gatto alla lettiera è importante attuare degli accorgimenti che risultano indispensabili per riuscire correttamente nell’intento. Ecco quindi cosa fare per fare in modo che il gatto impari a fare i propri bisogni nella lettiera e non in giro per casa. Per prima cosa risulta necessario comprare una lettiera piuttosto grande.

Tra le prime cause del fatto che il gatto faccia i bisogni per casa rientra la grandezza della lettiera stessa. Inoltre, se il gatto deve ancora fisicamente crescere è normale che la lettiera possa sembrargli piccola. Più spazio hanno a disposizione i gatti per fare i bisogni, più questi si sentiranno a loro agio e non avranno grosse difficoltà.

La privacy inoltre è indispensabile per i gatti per alcuni addirittura è proprio una prerogativa; esistono delle lettiere scoperte e quelle coperte, ma la scelta spetta solo ed esclusivamente al gatto. Alcuni possono provare imbarazzo al pensiero di dover effettuare i propri bisogni mentre lo guardano tutti; altri invece possono sentirsi soffocati e angustiati dal fatto di dover entrare all’interno di uno spazio chiuso. Inoltre, se il vostro gatto è particolarmente grosso è preferibile l’acquisto di una lettiera scoperta, anche se gli odori non restano intrappolati all’interno.

Altri consigli

Tra i consigli da poter osservare c’è anche quello di acquistare più di una lettiera, soprattutto se all’interno della casa c’è lo spazio necessario per una seconda lettiera. L’acquisto delle lettiere dipende anche da quanti gatti sono presenti in casa; tra le lettiere esiste una lettiera per gatti assorbente, che potrebbe fare al caso vostro. È necessario comprare una lettiera per gatto, in modo tale da evitare che possano subentrare disparità tra i gatti.

Ulteriore consiglio ma non meno importante deve essere assolutamente dato per quanto concerne la posizione in cui mettere la lettiera. La posizione della lettiera è una questione davvero delicata. È necessario posizionare la lettiera in una zona abbastanza ampia e lontana dalle ciotole dove ci sono cibo e acqua. La lettiera infatti emana inevitabilmente cattivo odore; questo odore può infastidire il gatto che può decidere di non mangiare e non bere. Inoltre, risulta importante concedere la giusta privacy al gatto che in caso di eccessiva affluenza di persone vicino alla lettiera può decidere di non effettuare lì i bisogni, ma di farli in un luogo più tranquillo.

Il gatto urina per casa o sta solo spruzzando urina?

Se il vostro gatto fa pipì in giro, ma vi rendete conto che l’urina non è delle stesse quantità tipiche del vostro gatto, è possibile che il vostro felino in realtà stia solo spruzzando urina. Gli spruzzi di urina e l’atto dell’urinare sono infatti due azioni completamente differenti. L’urina per i gatti è da considerarsi a tutti gli effetti un segnale che serve per marcare il territorio; la marcatura è necessaria sia per se stessi, ma soprattutto per gli altri gatti, qualora doveste vivere con più gatti in casa.

Per questo è indispensabile comprendere se il gatto sta effettivamente urinando oppure se sta solo facendo degli spruzzi di urina per casa. Distinguere il tipo di atteggiamento assunto dal gatto è importante perché le soluzioni da adottare divergono in base alla motivazione di tale comportamento.

Per comprendere se il gatto sta urinando o sta semplicemente spruzzando urina è necessario quindi analizzare i comportamenti. Ad esempio, se il gatto sta effettivamente urinando, si possono notare i seguenti movimenti: il gatto si accovaccia, urina copiosamente e inizia a scavare nella zona limitrofa all’urina. In genere i luoghi preferiti dai felini per fare la pipì sono i tappeti, i divani e i lavandini.

Nel caso in cui invece il gatto sta semplicemente spruzzando urina, l’atteggiamento assunto è il seguente; il gatto rimane in piedi, muovendo leggermente le zampe posteriori e muovendo la coda. Inoltre, in questo caso i luoghi preferiti per spruzzare urina sono i muri, le finestre, le tende, le borse della spesa e tanto altro. Una volta aver analizzato e compreso di quale gesto si tratta è possibile cercare di trovare una soluzione in merito.

Perché il gatto non fa i bisogni nella lettiera?

Se il vostro gatto non fa i bisogni nella lettiera risulta evidente che il felino ha attuato alcuni comportamenti strani; è infatti possibile che qualcosa nel comportamento del gatto non va come dovrebbe. Proprio per tale motivo è quindi normale chiedersi perché il gatto non utilizzi la lettiera per effettuare i propri bisogni.

Possono essere diverse e numerose le motivazioni che darebbero la risposta a questa domanda; tuttavia tra queste la prima risposta è che se il gatto piccolo o gatto anziano fa la pipì e defeca fuori dalla lettiera è perché sta cercando di marcare il territorio. Questa volontà di marcatura può coinvolgere sia i gatti maschi che le femmine, indipendentemente dalla razza o dall’età. Se però il gatto si comporta in questo modo è perché c’è l’intenzione di marcare perché si è palesato l’arrivo di un nuovo membro in famiglia.

E se il problema fosse la sabbia?

Legato alla lettiera, un altro motivo, per cui il gatto fa pipì e defeca fuori dalla lettiera, può risiedere nella qualità della sabbia stessa; per questo risulta necessario comprare sabbia solo di alta qualità; facendo in questo modo il felino si sentirà più sicuro e sereno nell’effettuare i propri bisogni e non sentirà il disagio causato dal fastidio. È possibile, come già accennato, inoltre che il gatto faccia la pipì per casa a causa dalla presenza di un altro gatto in casa; il problema inoltre si acuisce soprattutto nel caso in cui ci sono due gatti che sono obbligati a condividere la stessa lettiera.

È quindi importante che ogni gatto abbia la propria lettiera, in modo tale da non creare fastidi o per evitare che si inneschi una sorta di competizione tra i due. Infine un altro motivo per cui il gatto fa pipì e defeca fuori dalla lettiera è la presenza di un’eventuale patologia; alcune malattie, soprattutto quelle legate alla vecchiaia possono comportare sintomi come quelli di urinare e defecare in giro. In questo caso sarà necessario consultare il parere di un veterinario. È bene precisare inoltre che gatti anziani sono particolarmente fragili e delicati; ciò significa che devono essere monitorati e tenuti sotto stretto controllo, per cercare di capire quando questo sta male.

Conclusione

In definitiva, se il vostro anziano fa pipì in giro e assume altri atteggiamenti che possono seriamente compromettere la qualità di vita del gatto e la convivenza stessa, è necessario riuscire a trovare una soluzione. Per tale motivo è quindi importante comprendere e capire se effettivamente il gatto sta urinando o se sta semplicemente spruzzando urina. I due comportamenti sono caratterizzati da motivazioni diverse; inoltre anche i due atti sono eseguiti dal gatto in maniera differente.

Riuscire a comprendere di che atteggiamento si tratta è fondamentale per riuscire a trovare una soluzione adeguata. Bisogna tener presente che è necessario comunque chiedere il parere del veterinario, per escludere eventuali patologie; il gatto anziano potrebbe anche assumere atteggiamenti che sono il tipico segnale di una malattia. Addestrare un gatto alla lettiera può non essere semplice ma non impossibile, ma è necessario trovare i metodi corretti per evitare che possa ripresentarsi il comportamento fastidioso.