British shorthair: tutti i colori

I colori del british shorthair sono moltissimi, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Dalla sua ha anche un carattere amabile ed equilibrato

gatto british shorthair

“Cosa vuoi di più dalla vita?”: veniva chiesto in una famosa pubblicità. E qui è proprio il caso di replicare. I colori del british shorthair ci lasciano ampia scelta e la sua personalità è perfetta per stare in famiglia.

gatto solido british shorthair

Non dimentichiamo però che, per i felini che non hanno la possibilità di vivere in ambienti esterni, la varietà domestica è altamente consigliata. Mettiamo loro a disposizione giochi e luoghi studiati ad hoc per il divertimento.

Il carattere

Il carattere e la personalità di questo amico a quattro zampe sono davvero eccezionali: socievole ed equilibrato, ama stare con gli esseri umani di tutte le età, grandi e piccini. Per certi versi, la sua indole somiglia un po’ a quella di un cane: fedele e grato.

gatto marrone

Indipendentemente dai colori del british shorthair, il gioco è essenziale: deve avere l’opportunità di sfogare la sua natura da predatore. Anche quello dal carattere più docile e tranquillo ha una componente selvatica dentro di sè, e va rispettata.

I colori del manto

I colori del british shorthair si dividono in cinque categorie principali: ci sono i solidi; i bicolori; gli arlecchini, i van e le tortie. Ebbene sì, quest’ultima famiglia di felini è composta solo da femminucce.

gatto bicolore

I solidi sono quelli con un unico colore. Possono essere blu, neri, bianchi, lilac, cioccolato, cinnamon (che richiama la cannella), fawn, rosso e crema. Questa tonalità chiara al momento, nel nostro Paese, è la più diffusa.

I bicolori e arlecchini

Ecco che la varietà si moltiplica in un singolo esemplare. I colori del british shorthair bicolore e arlecchino sono duplici. Nel primo caso il felino in questione sarà per metà di una tonalità e per il restante 50% di un’altra: colore solido e bianco. Il manto più diffuso in generale è quello del bicolor blu, dopo il solido. I gatti di questa varietà però possono essere anche crema, liliac, fawn e così via.

Nel caso dell’arlecchino, che richiama la maschera bergamasca arcobaleno, il colore solido non deve superare un quarto del totale della pelliccia, il resto è bianco. Questa variante si applica a tutte le colorazioni.

I van e le tortie

Tra i colori del british shorthair i van sono i più rari in assoluto. Presentano una tonalità differente sulla testa e sulla coda; dopodiché sono ammesse al massimo tre macchie sparse lungo il corpo, non di più. Anche in questo caso è possibile trovare tutte le colorazioni precedentemente indicate.

gatta tricolore

Le tortie sono le gatte tricolore. Possono essere solo femminucce, e anche loro si classificano a seconda della quantità di colore sul mantello. Possono essere:

  • Black tortie: nere, rosse e bianche;
  • Blu tortie: blu, crema e bianche;
  • Lilac tortie: lilac; crema e bianche;
  • Fawn tortie: fawn, crema e bianche;
  • Chocolate tortie: cioccolato, rosse e bianche.

Oltre al colore dominante da cui prendono il nome, le combinazioni possibili sono rosso e bianco o crema e bianco. Indipendentemente dalla tonalità che sceglieremo, o ci capiterà in gattile, non dimentichiamo che questo felino dal cuore d’oro ha bisogno di cure e attenzioni particolari. Saprà dimostrarci la sua gratitudine.