British Shorthair o Longhair: le differenze

È solo il pelo la caratteristica che distingue il British Shorthair dal Longhair? Conosciamo meglio le differenze tra queste due razze.

gatto british longhair

Il British Shorthair e il British Longhair sono entrambi splendidi animali, specialmente per chi non ha mai avuto un gatto con sé: oltre ad essere dei felini robusti con poca tendenza a sviluppare disturbi congeniti, questi gatti sono dotati di alcuni dei tratti più interessanti del mondo felino. Ma quali sono le loro differenze? Scopriamole qui.

british shorthair grigio

British Shorthair

Il British Shorthair è il più diffuso dei gatti domestici British: i suoi antenati sono i gatti selvatici europei che abitavano l’antica Britannia e quelli domestici egiziani importati dai Romani quando invasero le isole britanniche. Il frutto di questo incrocio fu una razza di robusti gatti a pelo corto, amichevoli verso gli umani ma… acerrimi nemici dei topi! Nel XIX venne creata una variante da questa razza unendola con esemplari di Russian Blue: il risultato è appunto il British Shorthair, un gatto muscoloso con una corporatura un po’ tozza e un muso paffuto e molto espressivo.

british shorthair per terra

Gli esemplari classici hanno una testa rotonda con un modesto grado di brachicefalia (non sufficiente a comprometterne la salute), occhi grandi e abbastanza distanti tra loro. La loro personalità è leale e affettuosa, anche se hanno un modo particolare di dimostrarlo: generalmente non amano essere accarezzati o coccolati a lungo. Sono una razza molto intelligente ma non così tanto da farli mettere nei guai; sono facilmente addestrabili e amano giocare.

cuccioli di british longhair

British Longhair

Il British Longhair è una sorta di “cugino” dello Shorthair: è il risultato di un incrocio tra quest’ultimo e una varietà di gatti a pelo lungo. Nella prima metà del XX secolo era infatti diffusa la tendenza a importare gatti a pelo lungo e incrociarli con British Shorthair per produrre esemplari di questa razza. Essi hanno quindi ereditato la natura affettuosa ma indipendente dello Shorthair e lo splendido pelo lungo e morbido dei gatti Persiani o d’Angora.

Si tratta per la precisione di una razza dotata di pelo medio-lungo con un manto denso e soffice e dalla corporatura piuttosto compatta. La pelliccia più lunga richiederà ovviamente maggiori attenzioni da parte vostra (basterà una spazzolata ogni settimana), e la possibile discendenza dal gatto Persiano lo rende purtroppo suscettibile ai suoi stessi problemi di salute.

british longhair su tiragraffi

Il British Longhair è poi un animale amichevole, ma proprio come i suoi “cugini” preferisce stare a distanza: probabilmente vi seguirà in giro per casa, imparerà a conoscere le vostre abitudini e aspetterà che voi torniate a casa; è difficile che si faccia prendere in braccio e anche coccole e carezze saranno assai limitate, ma in cambio riceverete comunque affetto e attenzione.