Come pulire una lettiera per gatti, per bene

Per il benessere del vostro animale domestico e per la pulizia della casa vi spieghiamo come pulire una lettiera per gatti, per bene.

pulire lettiera del gatto

I nostri animali domestici amano moltissimo la pulizia, il nostro compito è quindi consentirgli un’esistenza sana e più vicina alle loro esigenze. Tra le cose che possiamo e dobbiamo fare, importante è sapere come pulire una lettiera per gatti, per bene.

Forse non lo sapete ma esattamente come noi, i gatti amano moltissimo la pulizia e non sopportano gli odori sgradevoli. Per la loro igiene, quindi, e per quella della vostra casa ovviamente, è bene sapere come tenere la lettiera nel migliore dei modi.

gatto deve fare bisogni

Lettiera e pulizia, come fare

Si parte dalle basi, sappiamo tutti come pulire una lettiera per gatti o meglio che la prima e semplice regola è quella di cambiare e pulire a fondo quel luogo dove i nostri animali domestici fanno i loro bisogni, almeno due volte a settimana. Fondamentale è poi eliminare ogni giorni i grumi perché se il gatto dovesse accorgersi del cattivo odore potrebbe prendere abitudini sbagliate, come quella di lasciare i suoi bisogni in altri posti della casa. Dove buttare la lettiera del gatto? Le feci devono essere rimosse ogni giorno e possono essere gettate nel WC. Come contenitore per la lettiera, non è obbligatorio utilizzare vaschette specifiche per gatti. Ci sono gatti che preferiscono contenitori di grandi dimensioni e altri di più piccole.

Per avere una lettiera sempre in ordine, fondamentale è saper scegliere la giusta sabbietta. Come per tutte le cose destinate ai nostri animali domestici, anche in questo caso dobbiamo far prevalere la qualità. Per la lettiera del nostro gatto, occorre una sabbia capace di assorbire bene liquidi e gli odori e che abbia un potere agglomerante, cioè che sia in grado di raccogliere tutti gli scarti in comode palline. In questo modo, il vostro lavoro di pulizia sarà facilitato perché sarete in grado di rimuovere lo sporco senza fatica e lasciare sempre nell’aria un gradevole profumo di pulito, importante per il vostro gatto e fondamentale per la pulizia della vostra casa. Nella scelta della sabbietta, prestate attenzione al fatto che questa non rilasci polvere, in caso positivo infatti questa potrebbe infastidire di gran lunga il gatto nei casi in cui questa rimanga attaccata alle sue zampe. Inoltre, la sabbia tra le zampate del gatto si spargerebbe in tutta casa.

Come pulire la lettiera del gatto, passo dopo passo

Come anticipato, i nostri animali domestici non amano la sporcizia e anzi, odiano mettere le proprie zampetta nella sporcizia. Il loro infallibile senso dell’olfatto potrebbe fargli venire il rigetto nell’utilizzo della lettiera. Avete capito bene, se non pulite la lettiera in maniera costante o utilizzate una sabbia che non assorbe bene, i vostri felini si rifiuteranno di utilizzarla.

Come abbiamo detto, è importante occuparsi della lettiera con una pulizia di fondo almeno due volte a settimana. Ma in che modo? Per prima cosa, dovete premurarvi di gettare via tutta la sabbia e lavare bene la lettiera, con un detergente apposito. Come abbiamo già detto, i felini hanno un olfatto infallibile, quindi attenzione anche alla scelta del detergente. Il nostro consiglio è quello di evitare quindi la candeggina, o altri prodotti dall’odore molto forse che, come conseguenza, potrebbe allontanarli, e puntare invece su prodotti naturali.

gatto deve fare i bisogni

Rimedi casalinghi per pulire la lettiera

Se volete evitare di utilizzare dei detergenti troppo aggressivi che infastidirebbero il vostro gattino ogni volta che entra nella lettiera per fare i suoi bisogni, potrebbero tornarvi utili due rimedi casalinghi. Il primo prevedere l’utilizzo di acqua calda e sapone per piatti per pulire la lettiera. Dopo una prima pulizia accurata, potrete procedere con un secondo lavaggio con acqua ossigenata, utile a disinfettare la lettiera e neutralizzare gli odori. Il secondo rimedio casalingo invece prevede l’utilizzo dell’aceto bianco da applicare direttamente sul fondo della lettiera. In questo caso vi consigliamo di lasciarlo agire per almeno 30 minuto, per poi risciacquare con acqua calda.

Dopo aver eseguito queste operazioni e aver asciugato molto bene il contenitore del vostro gatto, potrete versare il nuovo strato di sabbietta, solo dopo esservi assicurati che il tutto sia ben asciutto. Per la migliore prestazione della sabietta, e per garantire il massimo confort del vostro gatto, vi consigliamo di creare uno spessore di 8 centimetri di sabbia. Il gatto infatti ama scavare e in generale, dopo aver fatto i suoi bisogno, vuole ricoprire bene i suoi escrementi. In questo modo, il potere assorbente e deodorante delle sabbie in commercio potrà agire a dovere.

gatto fa bisogni in lettiera

Come prendersi cura della lettiera del proprio gatto?

Come abbiamo visto, ci sono diversi rimedi casalinghi per la pulizia della lettiera del gatto. La verità è che la pulizia del contenitore dei bisogni dei nostri felini, non può solo limitarsi alla sostituzione della sabbietta. In qualità di proprietari di animali domestici abbiamo il dovere di prenderci cura dei nostri animali e di assicurare sempre il loro benessere. Massima attenzione quindi anche ai prodotti utilizzati, alcuni di questi, come la candeggina, potrebbero risultare dannosi e nocivi per il gatto.

Come abbiamo visto invece, la pulizia e la manutenzione della lettiera possono essere effettuate ricorrendo ad ingredienti semplici ed innocui, come il bicarbonato di sodio, l’aceto, l’acido citrico e le palline di argilla espansa. Se volete garantire un luogo sicuro e sostenibile al vostro gatto, dove effettuare i suoi bisogno, potreste scegliere di acquistare una lettiera biodegradabile o compostabile, costituita da materiale di origine vegetale. In generale, vi sarà utile sapere che la lettiera deve avere almeno 20 cm di spazio in più rispetto alla lunghezza del corpo del gatto, esclusa la coda. Questo aspetto dimensionale è importante da considerare perché vi eviterà che feci o urina vadano sulle pareti o sui bordi. Per lo stesso problema, vi consigliamo di scegliere una lettiera con lati alti o chiusi.

Trucchi e consigli per una lettiera perfetta

Se è arrivato il momento di sostituire completamente il contenuto della vostra lettiera, procedete a svuotarla e a smaltire la sabbietta. Prima di riempire di nuovo il contenitore, pulite a fondo la lettiera con uno dei metodi che vi abbiamo indicato sopra. Un trucco molto utile che vi aiuterà a comprendere quando è giunto il momento di sostituire la lettiera, consiste nel mescolare alla gabbietta delle palline di argilla espansa che possono essere trovate facilmente al supermercato o nei negozi di giardinaggio. Queste palline di argilla assorbiranno l’urina del gatto e, quando le noterete umide, capirete che è giunto il momento di pulire totalmente la lettiera.

Ricorda sempre che per una pulizia completa e profonda della lettiera, il contenitore dove i vostri gatti andranno a fare i loro bisogni, dovrà sempre essere disinfettato. Per farlo potete utilizzare l’aceto che è estremamente innocuo per i nostro gattini.

Pulire la lettiera per gatti in maniera semplice e veloce

Lo confermiamo, è più facile a farsi che a dirsi. Nonostante i nostri consigli, vi assicuriamo che con questi suggerimenti utili, sarà molto semplice e veloce prendervi cura dello spazio dove il gatto quotidianamente farà i suoi bisogno. Per semplificare ogni operazione di pulizia, assicuratevi di tenere sempre sotto controllo il contenitore in questione. Se raccogliete infatti rifiuti e sporcizia ogni giorno, tenendo la lettiera pulita e priva di odori, l’operazione per svuotarla interamente sarà ancora più veloce.

Quando si pulisce la lettiera, ricordatevi di indossare guanti di gomma e una mascherina, per rendere questo processo più sicuro. Per pulire correttamente la lettiera è necessario utilizzare gli strumenti giusti per facilitare il processo di pulizia. Tra questi, una paletta in metallo con bordi arrotondati ci permette di scavare a fondo la lettiera, al contrario quella di plastica potrebbe piegarsi e non raschiare il fondo bene. Per quanto riguarda lo smaltimento invece, vi sarà utile sapere che in commercio esistono degli speciali sistemi di smaltimento che possono essere sistemati proprio vicino alla lettiera, questo faciliterà ancora di più le vostre operazioni di pulizia.

Conclusioni

Come abbiamo visto, la pulizia della lettiera è fondamentale, sia per il nostro amico a quattro zampe che proprio odia la sporcizia, sia per la nostra casa, per la sua igiene e il suo profumo. È importante quindi, oltre alla pulizia quotidiana fatta soprattutto per il gatto, anche una pulizia più accurata con l’utilizzo dei prodotti giusti. Il consiglio è quello di utilizzare sempre guanti e mascherina soprattutto per chi ha problemi immunitari e per le donne incinte.

La gabbietta come abbiamo visto gioca un ruolo fondamentale per la pulizia di tutta la casa, assicuratevi quindi di scegliere quella con il miglior rapporto qualità prezzo sul mercato. Un altro consiglio che vi diamo è quello di profumare la lettiera con i metodi casalinghi o meno. In tema di deodoranti per lettiera infatti potrete contare sul bicarbonato di sodio, sulle brachette di carbone e sui filtri. Per il bicarbonato di sodio, vi basterà spargere uno o più cucchiaini di polvere nella scatola fino a quando non viene ricoperta la lettiera. Lo stesso vale per le bricchette, mentre per quanto riguarda i filtri, vi basterà posizionarli sulla base del contenitore prima di mettere la sabbia per gatti per ridurre l’odore.  Infine, ricordate sempre di rimuovere gli enzimi di odore dalla zona della lettiera che riguardano urina o feci del gatto. Con questi consigli potrete procedere ad una pulizia accurata della lettiera del vostro gatto per rendere felice il vostro animale domestico e per avere una casa sempre pulita e igienizzata.