Cuccioli di Himalayano originali, come riconoscerli? Ecco tutti i segni distintivi

Come si fa a distinguere e riconoscere i cuccioli di Himalayano? Quali sono le loro caratteristiche fisiche principali? Ecco quello che c'è da sapere sul loro aspetto fisico.

cucciolo di himalayano

Quando scegliamo di prendere un gatto di razza, dobbiamo assicurarsi di conoscere al meglio le caratteristiche fisiche che contraddistinguono l’esemplare che stiamo prendendo. Ad esempio, cuccioli di Himalayano: come riconoscerli? Ecco qualche informazione che ci aiuterà a scoprire i caratteri distintivi della razza.

Cuccioli di Himalayano: chi sono e come si riconoscono

himalayani in gruppo

Cosa sappiamo dei cuccioli di Himalayano…e soprattutto: come riconoscerli? Se ci trovassimo di fronte tanti diversi felini pronti per essere adottati? Come facciamo a capire quali sono quelli appartenenti a tale categoria? Quando scegliamo di prendere con noi una razza specifica, sarebbe bene, prima di ogni altra cosa, informarsi sulle caratteristiche fisiche tipiche e ammesse dallo standard.

Inoltre, è anche importante fare affidamento su allevamenti ufficialmente riconosciuti. Tutto ciò ci aiuterà a non cadere in qualche truffa online che ci spaccia un gatto per un altro a un prezzo anche fin troppo eccessivo, solo per il puro scopo di guadagnarci. Questo, purtroppo, accade molto più spesso di quanto possiamo mai immaginare.

Cerchiamo ora di dare le informazioni principali riguardo le caratteristiche fisiche di questo felino. Lo scopo di oggi è rispondere ad una domanda. “Cuccioli di Himalayano, come riconoscerli?” Partiamo dalla cosa più facile da notare: il pelo e il colore. Il pelo dell’Himalayano solitamente è tenuto abbastanza lungo. Esso al tatto risulta morbido, setoso e liscio; alla vista è brillante e lucente.

Per quanto i cuccioli di Himalayano ci mettano un po’ per sviluppare il pelo definitivo, si può da subito notare la consistenza di esso. Inoltre, anche il colore fa la sua parte per riconoscere questa razza.

Solitamente, si trova nella varietà colourpoint. Questo significa che l’intero manto dell’Himalayano si presenta con delle sfumature di due colori diversi. La rarità dell’esemplare si distingue, infatti, in base al contrasto cromatico: più esso è evidente, più il gatto è pregiato.

Ecco le possibili combinazioni:

  • seal point: ovvero dorato e bruno
  • chocolate point: ovvero cioccolato e avorio
  • cream point: ovvero bianco e rossiccio
  • red point: ovvero bianco e arancione-marroncino
  • lila point: ovvero avorio e beige chiaro
  • blue point: ovvero bianco e grigio-azzurrino

Veniamo ora alle altre caratteristiche fisiche. Le zampe dell’Himalayano sono grandi, abbastanza piazzate e con una muscolatura tonica e molto solida, che va mantenuta sempre ben resistente.

Il corpo è del tipo cobby: questo significa che la corporatura è massiccia, corta e con un’ossatura molto robusta. Il tutto è armonioso e proporzionato.

La sua testa è di medie dimensioni. Il cranio è largo e piccolo. Le guanciotte sono paffute e danno all’esemplare un aspetto divertente e simpatico. Il musetto è corto, largo e molto pieno.

Caratteristica peculiare e determinante che individua un Himalayano sta proprio nei punti seguenti: il muso è schiacciato, il naso all’indentro e la bocca piccolina a forma di triangolo. Questi parametri fondamentali che servono a distinguere un Himalayano da altri gatti vengono ereditati da uno dei “genitori” da cui deriva questa razza: il Persiano.

Personalità e carattere

cucciolo di himalayano

Quali sono invece i parametri tipici del carattere di questi gattini? Quali sono i fattori che contraddistinguono i cuccioli di Himalayano e ci aiutano a riconoscerli? Qual è il loro temperamento?

Fin da piccolini, gli Himalayani sono molto dolci, affettuosi e teneri. Adorano farsi fare le coccole, esattamente come amano trascorrere tante ore sul divano in dolce compagnia del loro amico umano.

Non tollerano molto bene la solitudine, tanto che soffrono molto essere lasciati soli in casa e non avere la possibilità di parlare o intrattenersi con qualcuno.

Fin dalla tenera età ci fanno ben capire quello che preferiscono: compagnia, coccole, divano e giochi insieme a tutta la famiglia. Il rapporto che instaurano con l’uomo, fin da piccolissimi, è bellissimo, forte, solido e duraturo.

La loro voglia di giocare e interagire con tutti si fa sentire fin da subito. I cuccioli di Himalayano, insomma, si possono facilmente riconoscere per la loro indole disponibile al dialogo e alla comunicazione.

Sono dei gattini molto socievoli, dolci, che amano l’attività fisica e i divertimenti. Sono curiosi e adorano esplorare l’ambiente a loro circostante, fino a conoscere alla perfezione ogni singolo angolo della casa o dell’esterno che li circonda.

Si divertono a giocare con ogni umano presente in casa, che esso sia un adulto, un bambino, un anziano. I bimbi sono quelli che preferiscono, poiché sono coloro che assecondano al meglio tutti i giochini e i divertimenti.

Giocherelloni e iperattivi, hanno comunque bisogno di essere trattati a dovere: troppa esuberanza non è tollerata bene. Quindi, è importante gestire il rapporto, soprattutto quello con i più piccoli, per fare in modo che gli Himalayano non siano spaventati da un’eccessiva espansività.

Fra giochi, salti, balzi, corsette ma anche tante coccole sul divano, i cuccioli di Himalayano sono davvero degli ottimi felini adatti alla vita in appartamento e al rapporto con l’uomo.

Stato di salute

piccoli gattini

Oltre a sapere come riconoscere i cuccioli di Himalayano, potremmo anche informarci riguardo al loro stato di salute generale. Quando crescono, o già dalla tenera età, quali sono le malattie che potrebbero mettere a repentaglio la loro vita?

L’aspettativa di vita di un Himalayano è di circa 14-17 anni. Essendo un gatto frutto di accoppiamenti fra esemplari già esistenti, quali il Persiano e il Siamese, può ereditare alcune malattie geneticamente trasmissibili.

Fra le patologie più comuni, possiamo trovare:

  • rene policistico
  • atrofia progressiva della retina
  • problemi respiratori (questi dovuti spesso alla conformazione schiacciata del naso).

Inoltre, per quanto sia un gatto che ama giocare e divertirsi, è tendenzialmente tranquillo e non sempre disposto al giusto movimento quotidiano e costante.

Questo potrebbe mettere a repentaglio il suo benessere fisico. In alcuni periodi più pigri, lo stare troppe ore fermo sul divano a rilassarsi potrebbe incidere negativamente sul suo stato di salute. Ecco, infatti, che l’Himalayano, già da cucciolo, può cadere facilmente nel circolo dell’obesità.

Ovviamente, queste malattie citate non si sviluppano necessariamente in ogni felino appartenente a questa razza. È chiaro che ogni esemplare è a sé e ogni singolo gatto ha un determinato fisico, uno specifico stile di vita e una propensione propria a fare più o meno movimento.

Tutto quello di cui noi dovremmo preoccuparci, insomma, è fare in modo che il suo stato di salute sia sempre buono. In conclusione, ecco dei consigli imprescindibili per la cura di un cucciolo di Himalayano: visite costanti dal veterinario, buona alimentazione e tutti i confort che servono per accogliere un felino in casa e farlo vivere felice.