Direne per gatti: cosa sapere su questo integratore per Micio

Direne è un integratore naturale in compresse indicato per i gatti che soffrono di insufficienza renale. Ecco tutto quel che dobbiamo sapere

gatto anziano

Direne è un integratore per gatti che serve per contrastare l’insufficienza renale. Si tratta di un alimento complementare che si usa come supporto alla terapia farmacologica e a quella alimentare. Direne per gatti contiene principi attivi completamente naturali e che non producono effetti indesiderati sui piccoli felini.

Direne per gatti: composizione e posologia

gatto con gli occhi rotondi

Come anticipato, Direne per gatti è un complemento alimentare che si usa quando il micio soffre di problemi ai reni. In particolare è indicato per i gatti affetti da insufficienza renale e che stanno seguendo delle terapie specifiche. Ciò significa che il Direne non è un farmaco e che il trattamento non può limitarsi all’assunzione di queste compresse. Però è utile perché contiene sostanze antinfiammatorie molto potenti e del tutto naturali, che non hanno alcun effetto collaterale sul micio.

Direne si può usare sia per i gatti che per i cani, si acquista nelle farmacie e nei negozi specializzati in prodotti per animali in confezioni da 32 compresse. Ogni compressa contiene una precisa concentrazione di prodotti naturali, vitamine e provitamine e microrganismi che contribuiscono alla salute del micio. La dose consigliata è di mezza compressa ogni 5 kg di peso corporeo una volta al giorno, per almeno 4 mesi.

Alla base di questo integratore c’è un fungo chiamato Ganoderma Lucidum (Reishi), utile per ridurre l’infiammazione a livello renale. Insieme a questo troviamo la curcuma, una spezia non solo molto gustosa ma efficace per contrastare i processi infiammatori all’interno dell’organismo. Ma Direne per gatti contiene anche altre sostanze naturali davvero prodigiose.

C’è l’astragalo (Astragalus membranaceus), una pianta erbacea che da sempre viene impiegata nella medicina tradizionale cinese e che ha proprietà immunostimolanti e diuretiche. Poi c’è la quercetina, una sostanza che ha effetto antinfiammatorio, antiossidante e protegge il micio dai radicali liberi. Direne contiene anche il chitosano, ovvero un polimero della D-glucosammina che ingloba il fosforo che in caso di malattie renali va assolutamente ridotto. Inoltre contiene la yucca che migliora l’assorbimento delle proteine, il mirtillo rosso, ricco di flavonoidi, dall’azione antiossidante e che previene le infiammazioni delle vie urinarie. E, infine, all’interno di Direne troviamo anche la betulla, che ha un efficace effetto depurativo.

Quando si usa questo integratore?

accarezzare il gatto

Il vantaggio di un integratore alimentare naturale al cento per cento come Direne per gatti è che non ha alcun effetto indesiderato sul micio che soffre di malattie ai reni. Parliamo di un gatto che sta male e ha bisogno di cure e trattamenti specifici e che non può rischiare di peggiorare la sua situazione!

Direne si può somministrare non solo ai gatti che soffrono di processi infiammatori a carico dei reni ma anche in caso di rene policistico, calcoli renali, ischemia renale, tumori, malattie immunomediate e perfino disordini metabolici come il diabete.

Naturalmente per quanto si tratti di un integratore senza particolari controindicazioni dobbiamo sempre seguire le indicazioni del veterinario. Soltanto il medico che segue le cure del nostro micio può decidere cosa somministrargli, perciò non dobbiamo mai prendere iniziativa! Ogni micio è un caso a sé e di volta in volta il veterinario deve valutare la terapia migliore anche in base a eventuali complicanze. In generale non si deve mai superare la dose consigliata di Direne per gatti, dandolo al micio soltanto una volta al giorno. Prima di dare le compresse a gatte in gravidanza o allattamento dobbiamo consultare prima il veterinario.

Insufficienza renale nei gatti: cosa sapere

gatto sulla finestra

Purtroppo i piccoli felini domestici sono animali particolarmente predisposti ai problemi dei reni. Perciò non è raro che, soprattutto in età avanzata, sviluppino forme croniche di insufficienza renale. L’insufficienza renale può essere anche acuta e in ogni caso indica che i reni e la loro funzionalità sono compromesse. I reni sono importanti per l’organismo perché filtrano le sostanze di scarto presenti nel sangue, consentendone l’espulsione tramite la pipì. In questo modo l’organismo si depura in maniera naturale ma non solo, i reni servono anche a regolare la quantità di minerali nell’organismo e a produrre ormoni di fondamentale importanza.

Un micio può avere l’insufficienza renale per tanti motivi diversi. Nel caso dell’insufficienza renale acuta parliamo di una patologia che può colpire i gatti di tutte le età e che consegue a infezioni o ingestione di sostanze tossiche. Diverso è il caso dell’insufficienza renale cronica, tipica dei gatti anziani e purtroppo non facile da curare. La forma cronica della malattia è provocata prima di tutto dall’invecchiamento e dal malfunzionamento dei reni, poi anche da infezioni, tumori. Il problema è che l’insufficienza renale cronica progredisce nel tempo e i sintomi via via diventano sempre più gravi. Purtroppo nella maggior parte dei casi non viene diagnosticata in tempo ed è troppo tardi per qualsiasi terapia.

Prevenzione e cura del micio

La salute dei nostri amati felini è fondamentale e dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per prendercene cura al meglio. Il Direne per gatti non è la soluzione “magica” ai problemi renali, ma aiuta il micio a stare meglio se soffre di una malattia dei reni. Con l’aiuto del veterinario possiamo garantirgli una vita dignitosa superando la malattia nel modo meno doloroso possibile.

Prima di passare alle cure e alle terapie, però, è importante la prevenzione. Non dobbiamo aspettare che compaiano i sintomi visibili della malattia per iniziare a preoccuparci, iniziamo piuttosto a dare al micio tutto ciò di cui ha bisogno. Innanzi tutto con l’avanzare dell’età è importante che faccia controlli frequenti, possibilmente ogni sei mesi, in modo da monitorare le sue condizioni di salute. Il veterinario così farà gli esami del sangue e delle urine e si accorgerà subito se c’è un malfunzionamento.

Altra cosa importantissima è l’alimentazione, dalla quale spesso i reni e gli organi in generale sono danneggiati. Diamo al micio cibi sani e adatti ai gatti con insufficienza renale o problemi ai reni, inducendolo a bere più acqua per eliminare scorie e fosforo in eccesso. Un modo semplice ed efficace per fargli assumere più liquidi è aggiungere acqua ai croccantini, rendendoli più morbidi e appetibili. Sono da evitare, invece, gli snack che contengono sostanze che potrebbero far male ai reni del micio malato. Se proprio vogliamo stuzzicare il palato di micio facciamoci consigliare dal veterinario degli snack adatti alle sue condizioni di salute.