Gatti e piante in casa: le regole per una convivenza non pericolosa

Gatto che annusa una pianta

Oggi parliamo dei gatti e delle piante in una stessa casa, una convivenza che può essere possibile, a patto che si seguano alcune regole.

Molto spesso, i proprietari di felini rinunciano alla loro passione per il pollice verde proprio per il bene del loro amico a quattro zampe. Niente di più sbagliato!

Gatto tra le foglie di una pianta

Non solo esistono delle piante perfettamente compatibili con la presenza di gatti in casa, ma ce ne sono alcune che possono fargli davvero bene.

Il trucco, ovviamente, è sapere che cosa facciamo ed essere ben informati. Esistono, infatti, anche alcune piante che possono essere pericolose per i vostri amici a quattro zampe.

Gatto che fissa

Da dove cominciare? Ovviamente, dalla pianta preferita di tutti i gatti. Parliamo dell’erba gatta, una pianta davvero indispensabile nelle case dei proprietari di felini.

Ma, come detto, se parliamo di pollice verde, l’erba gatta non è sicuramente sufficiente. Quali sono, quindi, le piante che si sposano bene con una convivenza in casa con i gatti?

Gatto che annusa un fiore

Il Banano è sicuramente una di queste. Si tratta di una pianta bellissima e anche molto utile, grazie ai suoi poteri di purificazione dell’aria. Ha dei fusti molto forti e robusti ed è davvero difficile che un felino riesca a rovinarla.

Ovviamente, anche le piante da appendere sono molto consigliate. Bellissime e dall’ottimo effetto scenografico, la loro posizione elevata le renderà difficilmente raggiungibili, anche dai felini più agili.

Gatto arrampicato su una pianta

Ma quali sono, al contrario, le piante da evitare? Vietatissima la Stella di Natale, una dei nemici numero uno di tutti gli animali domestici. Via anche il ciclamino e il mughetto, piante che possono essere davvero velenose per il vostro amico a quattro zampe.

Da evitare anche l’oleandro, l’agrifoglio, il rododendro e le primule che, in alcuni casi, possono causare problemi al tratto gastroinstestinale dei felini.

Insomma, la passione peri gatti può sposarsi benissimo con quella per il pollice verde, purché si agisca informati.