Gatti, perché si nascondo sotto il letto

Nascondersi è una specialità del gatto che spesso ama sparire in qualche luogo nascosto della casa, in particolare spazi angusti e bui, inaccessibili al proprietario. Non a caso sceglie armadi e mobili, preferendo di gran lunga nascondersi sotto al letto, una scelta dettata dalla passione per la scoperta e l’esplorazione, ma anche per il relax e la necessità di un po’ di intimità. Sono tante le motivazioni che lo spingono a scegliere la parte inferiore del letto come sua tana, e non tutte legate ad emozioni positive: scopriamole insieme.

Curiosità ed esplorazione

Gatto e sonno

Nascondersi fa parte dell’istinto felino, un comportamento che lo definisce e spesso associato al desiderio di scoprire nuovi spazi e luoghi casalinghi. Il gatto si muove attraverso gli anfratti più nascosti della dimora mosso dalla sua innata curiosità, come un novello esploratore pronto a scoprire nuovi mondi e territori sconosciuti. Il letto è sicuramente uno di questi e forse quello che lo affascina di più, non solo perché può crogiolarsi tra coperte e lenzuola soffici, ma perché può trasformare la parte inferiore nel suo nascondiglio privato. Uno spazio da perlustrare alla ricerca di oggetti e indumenti che vi finiscono sotto, oppure di quei piccoli raggi di luce che filtrano dalla finestra.

Attività ludica e gioco

Gatto che gioca

La parte inferiore del letto è il riparo più adatto mentre si gioca, il gatto lo sceglie come spazio preferito proprio durante le sessioni ludiche in compagnia dell’amico umano. Una vera caccia al tesoro, uno spazio protetto per un nascondino personalizzato da cui osservare il mondo esterno facendo sbucare una zampa all’occorrenza per agganciare calze e pantofole. Del resto il gatto ama giocare, magari rincorrendo palline e topolini di peluche che potrebbe stipare proprio sotto al letto conservandoli per i momenti di noia.

Intimità e relax

Gatto

Il luogo riparato è perfetto se il gatto vuole rilassarsi e sonnecchiare indisturbato, l’ideale dopo una lunga giornata di giochi e coccole. Uno spazio intimo a cui far ritorno per un po’ di solitudine e silenzio, oppure per cancellare una giornata magari nervosa e piena di problemi. Posizionare una piccola cesta sotto al letto, oppure un cuscino in misura, potrebbe rendere più confortevole la zona agevolando la necessità del gatto di prendersi una pausa dalle dinamiche casalinghe.

Territorialità e difesa

Gatto

Nascondersi sotto al letto diventa una necessità fisica a fronte di una problematica come ad esempio l’ingresso di un estraneo oppure di un nuovo animale, così facendo il gatto vuole dichiarare il suo fastidio. È una questione di territorialità, il micio osserva il suo spazio da sotto al letto, ma è anche una questione di autodifesa. Il gatto ha trovato così un riparto dalla presenza estranea dichiarando al contempo il suo malcontento, emozione che potrebbe esternare anche con comportamenti più diretti ed aggressivi come sbuffare e allungare gli artigli per graffiare.

Ansia, paura e disagio

Gatto

Il micio potrebbe risultare timido e timoroso, vivere con ansia eventuali cambiamenti delle dinamiche quotidiane magari provare paura per un rumore oppure una presenza. Nascondersi sotto al letto è un gesto naturale e legittimo che il proprietario dovrà rispettare, cercando di ripristinare al più presto l’equilibrio e la routine di sempre. Ma potrebbe indicare anche la presenza di un disagio ed un malessere fisico, specialmente se messo in atto repentinamente ed accompagnato da cambiamenti della routine comportamentale dell’amico. Se malato il gatto spesso sceglie un luogo appartato, è il suo modo per esternare la sofferenza, per questo è bene intervenire in caso di anomalie accompagnandolo subito dal veterinario.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati