Gatto adulto che non usa la lettiera? Ecco perché

Siamo preoccupati perché il nostro gatto adulto non usa più la lettiera? Vediamo qualche dettaglio sulle cause e qualche possibile soluzione

gatto occhi azzurri

Spesso può accadere che il nostro amico felino, di punto in bianco, cambi abitudini, facendoci andare fuori di testa. Come va gestito un gatto adulto che non usa la lettiera? Prima di chiederci cosa fare, sarebbe bene cercare di capire le cause che lo spingono a tanto. Vediamo di seguito possibili motivi e qualche soluzione per risolvere.

Gatto adulto che non usa la lettiera? Le cause

gatto adulto stressato

Il gatto di indole è portato fin da piccolissimo a fare i suoi bisogni nella lettiera, con cui prende subito confidenza in modo assolutamente naturale. Come può succedere allora che, una volta cresciuto, un gatto adulto non usi più la lettiera? I motivi possono essere di svariata natura. Vediamoli di seguito.

Motivi di salute: problemi alle vie urinarie o disturbi intestinali. In questi casi, possono entrare in gioco fattori tipo il diabete, forme di colite, cistiti: sono problemi che portano il nostro amico a non trattenere i suoi bisogni e non fare in tempo ad arrivare alla lettiera. Quando sentirà lo stimolo forte e incontrollabile, tenderà ad urinare dove capita. A volte può anche succedere che non riesca a fare completamente la pipì, causa dolori forti: sarà allora costretto a farne solamente poche gocce quando sente lo stimolo, ovunque si trovi.

Cambiamenti e stress: ad esempio, il trasloco in una nuova casa è motivo di forte stress non solo per gli umani, ma anche per i nostri amici a 4 zampe. Loro risentono moltissimo dei grandi cambiamenti e tutto questo va a incidere sulla loro tranquillità e stabilità. Così i gatti sono portati a urinare in ogni dove e ad assumere comportamenti spesso anche aggressivi perché non si sentono più sicuri e protetti nel loro habitat.

gatto sguardo dolce

Non si trova la lettiera: il cambiamento può anche essere semplicemente dovuto allo spostamento della lettiera da una stanza all’altra. Questo va a turbare l’equilibrio del nostro amico che, destabilizzato, non trovando più la lettiera nel posto di sempre, urinerà ovunque gli rimanga più comodo.

Motivi di igiene: ricordiamoci sempre che il gatto di per sé è un animale molto pulito. Lui provvederà quasi in completa autonomia alla pulizia e all’igiene personale, ma d’altra parte ci richiederà un piccolo aiuto: tenere pulita la sua lettiera! Se questo non dovesse avvenire, per noncuranza o semplicemente per dimenticanza, il nostro amico si ‘vendicherà’. E come? Facendo i suoi bisogno in giro per casa, non potendo farlo nella lettiera non perfettamente ordinata e profumata.

Cause legate a traumi: abbiamo dato un particolare farmaco al nostro gatto nelle vicinanze della lettiera? Lui non assocerà questo gesto al fatto che volevamo solo curarlo, anzi: lo prenderà come un trauma che gli impedisce di avvicinarsi nuovamente alla lettiera, considerandola un luogo ‘pericoloso’.

Cosa fare? Ecco qualche possibile soluzionegatto arrabbiato

Per quanto riguarda il primo punto, riferito ai problemi di salute, l’unica cosa da fare è una: contattare subito il veterinario. Il fatto che il gatto non riesca più ad utilizzare correttamente la lettiera sarà un motivo d’allarme importantissimo! Se notiamo miagolii sospetti, difficoltà prima di fare i bisogni, lamenti continui, sentire immediatamente il veterinario potrebbe evitare di peggiorare i primi sintomi e aiutare dunque il nostro amico a curare il tutto il più velocemente possibile.

Per quanto riguarda invece i cambiamenti che turbano l’equilibrio, cosa fare? Creare un ambiente che possa risultare familiare al nostro amico: posizione per lui la lettiera nel posto dove era nella casa precedente, dargli la possibilità di sentirsi nuovamente a casa, in un ambiente che può riconoscere come suo.

Per fare questo, si potrebbe ricorrere ai feromoni ‘artificiali’: diffusori o spray per ambienti sono prodotti sintetici che riproducono i feromoni emanati dai gatti stessi. Cospargere l’ambiente (anche qualche giorno prima del trasferimento reale) di questi odori aiuterà il nostro amico a sentirsi più a suo agio e riconoscere l’ambiente come casa. Come facendo sarà meno destabilizzato e tornerà il prima possibile al suo stato di confort naturale.

gatto osserva

La lettiera sembra sparita? Sicuramente metterla in un posto appartato per non disturbare la sua privacy è fondamentale, ma attenzione: questo non deve essere un luogo troppo nascosto! Se il gatto non troverà facilmente la sua lettiera, sarà destabilizzato e portato inevitabilmente a urinare comunque dove capita.

I motivi di igiene non vanno neanche spiegati: chi di noi vorrebbe utilizzare un bagno non troppo pulito? La differenza è che gli umani possono provvedere da soli alla pulizia e all’ordine, mentre i nostri amici a 4 zampe hanno bisogno di noi necessariamente! Ricordiamoci quotidianamente, dunque, di pulire la lettiera per fargliela trovare sempre pronta all’uso.

Riguardo ai traumi, sarà necessario aiutare il nostro amico a prendere nuovamente confidenza con la lettiera. Prima di tutto potremmo spostarla, facendo attenzione a qualche consiglio: come già detto, luogo appartato, ma non troppo e, importantissimo, SEMPRE lontano da ciotole di acqua e cibo. Si potrà poi provare a mettere qualche giochino per gatti lì vicino, in modo che il nostro amico possa capire che quello è un luogo sicuro e non più motivo di ‘tortura’ come l’ingerire medicine varie.

Conclusioni

gatto adulto non usa lettiera

Insomma: cosa fare di fronte ad un gatto adulto che non usa la lettiera? Abbiamo visto qualche consiglio su come gestire la cosa, ma dobbiamo prendere sempre in considerazione un fattore: il nostro amico è molto attento all’igiene, alla pulizia, all’ordine. Insomma: è molto legato alle sue abitudini e alla sua quotidianità.

Quello che noi possiamo fare per aiutarlo a vivere meglio nel suo habitat e in compagnia è dargli le dovute cure e attenzioni. Come essere dei buoni padroncini? Ogni giorno dovremo stargli dietro, fargli compagnia, giocare con lui. Così facendo, potremo anche capire, in caso di necessità, se ci sono disagi da combattere e risolvere insieme!

Sicuramente, fin da piccolo, potremmo aiutarlo ad abituarsi alla lettiera, scegliere quella giusta per lui e fare in modo che ci prenda confidenza pian piano, nel modo più naturale possibile.  Col passare del tempo, se avesse bisogno di noi, lo aiuteremo a risolvere ogni problema.