Gatto adulto con vermi? Cause e soluzioni

Gatto adulto con vermi? Come accorgersene tempestivamente? E soprattutto: come poter risolvere il problema? Ecco di seguito qualche consiglio

gatto stanco causa vermi

Il nostro amico felino ha problemi alimentari, intestinali, digestivi? Potrebbe essere che abbiamo il gatto adulto con i vermi. Come si può gestire il problema e intervenire tempestivamente per evitare conseguenze poco piacevoli? Vediamo le cause di questo inconveniente e dei possibili rimedi per risolvere.

Gatto adulto con vermi: cause

gatto dormicchia

Come fa un gatto a prendersi i vermi? Generalmente, questa infestazione avviene col contatto: il gatto, soprattutto uno abituato ad uscire in strada e vagare liberamente, potrebbe toccare in qualche modo le uova dei vermi. Così facendo, si infetterebbe all’istante.

Altra causa potrebbe derivare dall’ingerire cose contaminate. Sappiamo tutti che il gatto è un predatore nato: uscire a caccia e mangiare qualche roditore infetto potrebbe portare a gravi conseguenze. L’animale mandato giù causa problemi all’intestino del nostro amico: i vermi spesso proliferano lì dentro e fanno nascere l’infezione, di cui noi ci potremmo accorgere dalle feci (o dal vomito).

Ancora: le pulci! È molto comune che un gatto si prenda le pulci: possono essere anch’esse causa di infezione da vermi? Ebbene sì! Esse potrebbero trasportare le larve dei vermi: se così fosse, aggrappandosi alla pelle del felino, la contaminerebbero immediatamente.

Come accorgersi: sintomi

gatto soffre per vermi

Ciò su cui agisce fin da subito il verme è l’intestino: esso è contaminato all’istante ed è la parte del corpo che ne risente maggiormente. Come possiamo noi accorgerci della presenza di vermi intestinali e intervenire tempestivamente? Come evitiamo dunque che la cosa possa portare a conseguenze peggiori?

Partiamo dal presupposto che esistono vari tipi di vermi. Essi, in base alla tipologia, vanno a intaccare e disturbare determinate e diverse parti del corpo.

Ecco i sintomi più evidenti:

  • presenza evidente di vermi nelle feci
  • malessere generale nel gatto: spesso è talmente rilassato da non avere neanche le forze per rimanere sveglio
  • assenza di fame e conseguente perdita di peso
  • perdita di brillantezza del pelo: questo potrebbe avvenire perché i vermi tendono a impedire al gatto l’assimilazione di minerali o vitamine, essenziali per la lucentezza
  • pulci: il gatto, leccandosi molto spesso il suo stesso corpo, potrebbe ingerire le larve dei vermi trasportate dalle pulci e fare danni al suo intestino
  • diarrea e vomito più o meno costanti: i vermi vanno ad agire sulle pareti dell’intestino e dello stomaco, alle quali si attaccano, irritandole. Così facendo, creano una reazione di rifiuto da parte dell’organismo che tende ad espellere ciò che disturba la salute
  • pancia gonfia
  • gengive chiare: se il colore risulta bianco o grigiastro, questo potrebbe essere dato da una condizione di anemia, causata da un sanguinamento interno. I vermi spesso possono provocare irritazioni o emorragie: spesso questo può essere riscontrato anche dalle feci stesse

Cosa fare? Possibili soluzioni

gatto addormentato

Spesso la presenza di vermi si può notare in maniera molto evidente dalle feci o dal vomito. Questo è uno dei casi in cui la diagnosi è sempre chiarissima. Nelle altre situazioni, invece, bisogna essere bravi ad accorgerci di qualcosa di diverso nel temperamento del nostro gatto. Vivendo a stretto contatto con lui, saremo sicuramente in grado di conoscere ogni suo movimento. Allora, come capire se il gatto sta male, non sarà di certo troppo difficile!

Sicuramente ciò che bisogna fare prima di ogni altra cosa è consultare il veterinario al primo cenno di debolezza del gatto o sintomo strano di cui ci accorgiamo. Così facendo, potremmo aiutare il nostro amico tempestivamente e cercare di risolvere senza causare ulteriori danni.

gatto si riposa

Quali misure ci verranno consigliate? La prima cosa che ci verrà suggerita sarà quella di fare un’analisi delle feci per essere sicuri che il problema sia realmente quello dei vermi. Una volta capito quale sia il punto, sarà il veterinario a consigliarci la giusta terapia farmacologica per aiutare il nostro amico a 4 zampe a risolvere il disagio.

Esistono poi anche dei rimedi “naturali” che potranno sicuramente accelerare la guarigione. (Attenzione: anche in questo caso, NON facciamo MAI di testa nostra: è sempre bene essere consigliati da un esperto).

Ecco alcuni consigli sul tipo di alimentazione da poter seguire da casa che possa migliorare la salute:

  • aglio tritato finissimo: farà molto bene all’organismo e ristabilirà in parte il sistema immunitario
  • semi di zucca tritati e mescolati con il cibo del gatto. Questo potrebbe essere anche un buon metodo di prevenzione: un’alimentazione che, sempre su consulto veterinario, potrebbe essere proposta molto spesso, non solo in caso di necessità
  • carota bollita: ottima per la pulizia e la salute gastrointestinale. Anche questa potrebbe essere un ottimo cibo da associare quotidianamente all’umido/crocchette
  • aceto di mele: anche questo da aggiungere al cibo a cui il gatto è abituato, potrà sicuramente curare la presenza di vermi con molta rapidità

gattino sofferente

In conclusione: avere un gatto adulto con vermi è un problema molto grave? Se preso in tempo, no: anzi, può essere tranquillamente curato con i dovuti farmaci o rimedi consigliati. In ogni caso, bisogna saper prendere le cose sempre in fretta e con le pinze. Contattare subito il veterinario ci aiuterà a risolvere il prima possibile: nel periodo successivo alla cura, il gatto sarà controllato più volte per assicurarsi che tutto sia ristabilito e che si possa tornare nuovamente alla normalità.