Gatto del Bengala: alimentazione ideale

Ecco a cosa dobbiamo fare attenzione quando diamo da mangiare a questi felini e perché.

gatto-bengala-alimentazione-ideale

Il gatto del Bengala ha l’aspetto di un piccolo leopardo, trattandosi di un incrocio tra il gatto leopardo e altre razze domestiche. Questo micio ha un forte istinto da predatore oltre che alcune caratteristiche fisiche per le quali richiede una maggiore attenzione per la sua alimentazione. Ecco l’alimentazione ideale del gatto del Bengala.

Perché dobbiamo fare attenzione con il cibo

gatto-bengala

Il gatto del Bengala è una razza piuttosto recente, riconosciuta negli anni Novanta.

L’alimentazione giusta per questi gatti è un po’ particolare rispetto ad altre razze.

I gatti del Bengala hanno eriditato un tratto gastrointestinale più corto del normale e questa caratteristicha li rende più sensibili ad alcuni cibi.

Infatti, il problema principale di di questo felino è l’incapacità di digerire o a  metabolizzare gli alimenti particolarmente complessi.

Il gatto del Bengala, per queste ragioni, tende a soffrire di diarrea e di altri disturbi alla pancia, causati da un’alimentazione scorretta.

Cosa possono mangiare

gatto-bengala-alimentazione-ideale

I gatti del Bengala non possono mangiare alimenti troppo ricchi come quelli grassi, in particolare latticini e derivati.

Essendo i gatti carnivori, un ottimo complemento alla dieta di un gatto del Bengala è la carne cruda (bianca o rossa).

Quest’ultima deve essere però di prima scelta, fresca, non trasformata e magra.

Ai gatti del Bengala adulti, che non hanno mai mangiato carne cruda in vita loro, raramente piacerà. Per questo è meglio iniziare in tenera età.

Al fine di evitare qualsiasi problema al tuo gatto del Bengala, assicurati di maneggiare la carne con le stesse precauzioni che useresti per te stesso.

Dai, dunque, al tuo gatto un prodotto che è stato fabbricato secondo rigorosi criteri igienici.

Se la carne è congelata, dopo 48 ore lo scongelamento la carne non può più essere consumata.

gatto-bengala-cibo

Infine, il cibo avanzato, se resta più di un’ora a temperatura ambiente, è necessario gettarlo via.

Si possono, inoltre, acquistare anche alimenti per gatti commerciali di qualità, come anche i croccantini.

La dieta del gatto del Bengala deve essere ben bilanciata, le proteine devono rappresentare il 50% – 80% della sua dieta,  lasciando spazio a fibre e vitamine.

In ogni caso, prima di scegliere il menù per il vostro gatto, consigliamo di chiedere sempre al vostro veterinario, su come equilibrare al meglio gli alimenti.