Il gatto ha bisogno di aiuto: ecco quali sono i segnali che ce lo fanno capire

Quando il gatto ha bisogno di aiuto, può utilizzare modi diversi per comunicarci la sua necessità. Ecco perché dobbiamo prestare attenzione

gatto dietro la porta

Nel momento in cui un gatto ha bisogno di aiuto non perderà tempo per manifestarcelo. Da questo punto di vista, i nostri amici a quattro zampe riescono a trasmettere le loro necessità, sta a noi cogliere i loro segnali e cercare di intervenire prontamente per riuscire a dare loro quello di cui hanno effettivamente bisogno.

I gatti, come è noto, sono animali che tendono a essere abbastanza indipendenti, che riescono a badare a loro stessi senza necessariamente sviluppare interazioni sociali particolarmente approfondite. Tuttavia, ci sono circostanze in cui hanno necessità di supporto e non si tirano indietro nel chiederlo. Situazioni, insomma, in cui contano ancora su di noi per i loro bisogni essenziali.

Bisogni fuori dalla lettiera, campanello d’allarme

gatto che dorme

Quando il gatto ha bisogno di aiuto, come già detto, può utilizzare modi diversi per esprimere il suo disagio. Uno di questi è quello di fare i bisogni fuori dalla lettiera. Si tratta di un qualcosa che Miao fa piuttosto raramente, a meno che non abbia qualche problema, sia malato o risulti particolarmente stressato. Nel momento in cui il nostro amico felino inizia a urinare in modo inappropriato, è opportuno cercare di capire il motivo.

Un’indicazione ulteriore potrebbe essere data da altri gesti poco consueti come il pianto o i lamenti accompagnati dal continuo graffio nella lettiera: questi possono essere segnali che indicano che il tuo gatto potrebbe provare dolore per esempio nel momento della minzione. Le infezioni del tratto urinario sono un motivo da tenere in debita considerazione e possono essere facilmente curate. In questo caso, il consiglio è quello di rivolgersi a un veterinario di fiducia che conosce eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza.

Quando Micio si ostina a urinare sul letto o nei pressi di un divano potrebbe essere un segno con cui prova a dirti che è stressato. Questa è una situazione che può verificarsi se ha subito atti di prevaricazione da parte di altri animali domestici, anche gatti, oppure se c’è una novità particolarmente fastidiosa che è subentrata nell’ambiente in cui vive o anche per via di un semplice cambio di lettiera. I gatti sono animali molto abitudinari e non amano i cambiamenti, specialmente quelli repentini. Non avendo la capacità di parlare, Miao usa altre vie per spiegarci quello che prova.

Uno strano modo di miagolare

gatto gioca con pallina

Un altro richiamo a cui il gatto ricorre in caso di necessità di aiuto è il miagolio. Solitamente i gatti miagolano solo per attirare l’attenzione degli umani, raramente per comunicare con altri mici. Al massimo, solo da piccoli per richiedere l’attenzione della mamma per ottenere cibo o se hanno freddo. Ma accade molto raramente.

Naturalmente, il miagolio può anche essere un segno che il tuo gatto sta chiedendo aiuto se non sta bene. In questo caso il miagolio è piuttosto simile a un gemito. I gatti hanno un ampio vocabolario di suoni: se somiglia a un urlo, potrebbe stare molto male. A quel punto è opportuno cercare eventuali segni di lesioni, vedere se zoppica, cercare di tastare il suo corpo per cogliere la presenza di possibili protuberanze insolite. Serve grande cautela in questi casi anche perché i gatti sono piuttosto abili a nascondere le malattie.

Fusa sinistre da parte di Miao

gatto rilassato

Il gatto che ha bisogno di aiuto, come già sottolineato, non va molto per il sottile e può ricorrere a diversi stratagemmi per attirare la nostra attenzione. Uno di questi porta Miao a fare le fusa. Solitamente si tratta di un gesto che manifesta una condizione di benessere da parte del gattino, tuttavia può essere anche un modo per lanciare un grido di allarme.

È possibile, infatti, che un gatto ferito o malato possa fare le fusa per chiedere agli umani che lo circondano di affetto e amore di stargli vicino. È stato infatti dimostrato che alcuni gatti le fanno proprio nel momento in cui non stanno bene: una sorta di comportamento “al contrario” con cui cercano di calmarsi. Difficile capire il perché, eppure si tratta di un modo per manifestare disagio.

Se ti tocco con la zampa ho bisogno di te

La zampa è un altro ‘strumento’ molto utilizzato dai gatti per richiamare la nostra attenzione. Ogni gatto userà modi diversi per manifestarci una sua necessità, tuttavia nel momento in cui allunga una zampa e ci tocca il braccio, o comunque una parte del corpo, quello è un chiaro segno che la nostra piccola palla di pelo ha bisogno di qualcosa. Molto spesso si tratta di coccole e cibo, tuttavia se insiste potrebbe esserci qualcosa che non va. Meglio accertarsi della situazione, controllare l’eventuale presenza di ferite o di qualche altro problema di salute.

Studiare i suoi comportamenti può rivelarci molto più di quello che possiamo pensare: se vediamo che Micio si muove o agisce in maniera insolita, è necessario scoprire cosa c’è che non va. Una visita dal nostro veterinario di fiducia ci aiuterà a comprendere se ci sono problemi di salute. C’è anche il risvolto positivo della medaglia: se ci viene a chiedere aiuto, significa che il nostro gatto si fida di noi e si sente al sicuro al nostro fianco.

Micio si comporta in modo strano

gatto con filo in bocca

Quando un gatto ha bisogno di aiuto anche i suoi comportamenti potrebbero risentirne. Considerato che questi felini sono creature fortemente abitudinarie, non sarà difficile scoprire con il passare del tempo che il nostro compagno di avventure ha sviluppato precisi comportamenti, ripetuti sempre nel tempo. Certezze per lui ma anche per noi. Vuol dire che si sente a suo agio e che sta bene.

L’allarme scatta se improvvisamente scopriamo che il nostro gattino silenzioso è diventato improvvisamente molto presente o un micio solitamente piuttosto socievole si è ritirato. È probabile in quel caso che qualcosa non stia andando per il verso giusto. È possibile che il gatto sia stressato per qualcosa di cui potremmo non essere a conoscenza o semplicemente non si sente molto bene.

Uno strano comportamento molto probabilmente corrisponde a un grido di aiuto e non dovrebbe essere ignorato. Riflettere su eventuali cambiamenti recenti in casa, che potrebbero aver reso Micio stressato, può offrirci una chiave di lettura interessante e garantirci la possibilità di trovare una soluzione in grado di risolvere con semplici accorgimenti il problema.

Miao potrebbe comportarsi in modo strano anche in caso di improvvisi e repentini cambi di dieta. Che sia una nostra deliberata scelta o che si tratti di una necessità per curare problemi di salute legati proprio all’alimentazione (basti pensare a un eccesso o a una diminuzione del peso del nostro amico a quattro zampe), nel momento in cui si cambia lo stile alimentare di un gatto è sempre opportuno consultare il nostro veterinario di fiducia, che potrebbe fornirci preziosi consigli per seguire la strada migliore e magari anche quella meno traumatica per il nostro micetto.

D’altronde l’alimentazione è uno degli aspetti che influisce maggiormente sulla qualità della vita di un gatto. Sapere quando dare cibo alla nostra tenera palla di pelo, cosa dare e come variare la dieta può essere il modo più opportuno per garantirle un soddisfacente stato di salute e per farla sentire sicura anche sotto questo punto di vista. Una testimonianza d’amore, se vogliamo, che tenga conto anche della sua emotività. E, di conseguenza, del suo benessere.