Gattoterapia: benefici e privilegi del vivere con un gatto

Questo non è un articolo da fan club dei gatti ma una lista reale dei benefici che derivano dalla vita con un micio

gatto sulla spalla

Come anticipato pocanzi, in questo articolo non troverete i validi motivi per adottare un gatto, sebbene siano tanti e giustissimi. In questo articolo vi mostriamo tutti i cambiamenti positivi sulla salute che derivano dalla gattoterapia, ovvero i benefici del vivere con un gatto!

C’è da premettere che i benefici sono di tipo psichico e fisico e che sono stati ampiamente dimostrati da numerosi studi a campione, tra cui il più recente che potete trovare qui. Ecco perché si fa comunemente riferimento al concetto di Gattoterapia per indicare tutti i benefici derivanti dalla convivenza con un gatto. Li vediamo punto per punto in questo articolo!

Incidono su infarti e malattie cardiache

Tra i punti più interessanti della Gattoterapia c’è quello della salute del cuore. I gatti possono incidere significativamente sull’abbassamento dell’insorgenza di malattie cardiache tra cui infarti, aritmie e extrasistole. Questo è quanto riporta lo studio dell’Università del Minnesota che collega l’affetto e la presenza del gatto ad una riduzione della pressione del sangue. Incredibile, vero?

Aiutano bambini contro asma, obesità e diabete

In uno studio a cura del Copenhagen Studies on Asthma in Childhood Research Center (COPSAC), invece, si legge come i gatti possano aiutare i bambini a proteggersi dall’asma e a combattere con più efficacia i problemi legati all’obesità e ai comportamenti alimentari errati.

Secondo lo studio, infatti, i gatti neutralizzano l’effetto di un gene il quale è responsabile dello sviluppo dell’asma tra i neonati. Se un neonato nasce in un ambiente in cui vive un gatto, il gene osservato viene neutralizzato dalla sua presenza. I risultati hanno rivelato come i gatti riducano l’aumento dei rischi di sviluppare l’asma grazie ad un particolare variazione del gene 17q21, chiamata TT, che ha effetti, appunto, sullo sviluppo dell’asma nei neonati. La Gattoterapia, quindi, sconfessa tutte le credenze che ritengono che il neonato debba stare lontano dagli animali!

Depressione e ansia: la gattoterapia dell’umore

La terapia con gli animali è ormai largamente impiegata e dimostrata da numerosissimi studi. Chi vive con un animale è “obbligato” a prendersi cura di un essere che dipende in tutto e per tutto dall’umano. Anche se il gatto è in grado di badare a se stesso, necessita di cure e attenzioni a cui difficilmente riusciamo a dire di no. Avere intorno a noi un animale che ci coccola, che ci distrae e che è in grado di allontanare i cattivi pensieri è di grande aiuto per disturbi dell’umore quali ansia e depressione. Evviva il gatto in casa!

Tensione muscolare e contratture

Per le medesime ragioni quando siamo troppo sottoposti a stress e a pensieri negativi, coccolare un gatto aiuta a distendere la tensione muscolare che inconsciamente ci portiamo dietro anche quando dormiamo. Le coccole e le fusa aiutano a rilassare i muscoli e a sciogliere le contratture articolari responsabili spesso di spossatezza, mal di testa cronici e cattivo riposo. Siete convinti o no del potere e dei benefici della gattoterapia?