I gatti possono mangiare il buccellato?

I gatti possono mangiare il buccellato oppure no? Con i dolci c'è da stare attenti, ecco perché e quali sono i rischi che corre Micio

gatto certosino

gatti possono mangiare il buccellato? La risposta è no, non ci sono scuse. Parliamo di un dolce molto buono per noi umani ma che ai piccoli felini può fare davvero molto male proprio come tutti i dolci, che contengono ingredienti da evitare. Basti pensare che sono ricchi di zucchero e questo è già un ottimo motivo per non farglieli mai mangiare. Il buccellato è un tripudio di sapori, un dolce siciliano tipico delle festività natalizie che non manca mai nelle case di moltissimi italiani. Ne esistono anche altre varianti a seconda della regione di provenienza, ma la ricetta originale contiene fichi secchi, frutta candita, uva passa, mandorle e cioccolato. Una lista di ingredienti che non va assolutamente bene per Micio. I gatti devono avere un’alimentazione ben curata, che sia sana e ricca di ingredienti a loro adatti.

Per fortuna i nostri amici felini hanno dalla loro parte la genetica. Nel tempo, infatti, il loro organismo si è evoluto per preservarli dall’ingestione di cibi dolci, al punto che non sono in grado di percepirne il sapore! È il motivo per cui è molto improbabile vedere un micio che implori il suo padroncino per un assaggino dolce. D’altro canto, però, i gatti sono animali molto curiosi che non si tirano mai indietro quando si tratta di fare una nuova scoperta. Perciò può capitare che se trovano una fettina di dolce sul tavolo si ci fiondino per capire di che si tratti, magari perché sono attratti dal suo profumo.

Cos’è il buccellato e cosa contiene?

buccellato dolce che fa male ai gatti

I gatti non possono mangiare il buccellato ma per capire bene questa affermazione dobbiamo conoscere com’è fatto. Il buccellato è un dolce siciliano tipico della tradizione, uno di quelli che vengono associati alle principali festività dell’anno. A San Giuseppe si mangiano le sfinci, a Santa Lucia le arancine (o arancini) e la cuccìa, per i Morti la frutta di martorana, oltre naturalmente a cannoli, cassata e tante altre prelibatezze una più gustosa dell’altra.

Il buccellato (in dialetto cuciddatu) è una di queste ghiottonerie e anzi prima che si diffondessero pandoro e panettone era il dolce siciliano tipico del Natale. Una grossa ciambella cotta al forno e farcita con un ricco ripieno a base di fichi secchi, uva passa, mandorle, noci, zuccata (cioè zucca candita), miele, canditi e cioccolato fondente. L’impasto, invece, si fa con farina, acqua, strutto, uova, zucchero e latte. Dopodiché a fine cottura la ciambella si decora con glassa di zucchero decorata con pezzettini di cioccolato e pistacchio.

Perché i gatti non possono mangiare il buccellato?

gatto arancione

Per capire perché i gatti non possono mangiare il buccellato basta guardare la lista di ingredienti che contiene. Sia l’impasto a base di farina che la farcitura sono una vera bomba calorica, ricchissimi di zucchero e quindi dobbiamo proprio tenerli alla larga da Micio. Le pietanze ricche di zucchero fanno malissimo ai gatti. Non è un’esagerazione, consideriamo quanto i gatti siano piccoli e leggeri: basta davvero un pizzico di zucchero o per vedere degli effetti negativi sulla loro salute. Il buccellato, poi, come abbiamo visto contiene ingredienti come il cioccolato, la frutta secca e altri che sono cibi assolutamente vietati ai gatti.

C’è una buona notizia per i padroncini preoccupati, i gatti non sono particolarmente attratti dai dolci perché non riescono a percepire questo sapore. Le loro papille gustative non sono provviste delle proteine che elaborano il sapore dolce, una sorta di naturale meccanismo di difesa che, nel corso dell’evoluzione della specie, ha portato i gatti a questa mancanza che in realtà è utilissima per la loro sopravvivenza!

Il consumo prolungato di zuccheri può provocare molti problemi di salute, come obesità ma anche disfunzioni organiche, perciò stiamo molto attenti a tutto ciò che il Micio “ruba” dalla tavola. E naturalmente non diamogli queste pietanze volontariamente, sarebbe da irresponsabili. Il gatto non solo non può mangiare il buccellato ma deve evitare qualsiasi tipo di pietanza contenente zuccheri anche perché rischia di sviluppare il diabete. Come se non bastasse, lo zucchero ha effetti negativi anche sul tratto gastrointestinale del micio e può provocare coliche e flatulenza.

Cioccolato, un vero nemico per Micio

gatto che mangia la pappa

Il cioccolato è un alimento che fa male ai gatti ma, anzi proprio uno dei più pericolosi e persino letali per i piccoli felini. Sembra assurdo che un cibo così buono e goloso sia così dannoso, ma dobbiamo fare davvero moltissima attenzione e fare in modo che non ne mangino neanche un pezzetto. La pericolosità del cioccolato risiede in una sostanza chiamata teobromina, che può provocare moltissimi disturbi all’organismo. Causa accelerazione del battito cardiaco, aumento della pressione sanguigna e nei casi più gravi anche convulsioni. Naturalmente dipende anche da quanto cioccolato il micio ha mangiato, sempre in rapporto sia al suo peso corporeo che alle sue condizioni di salute di base. Il cioccolato non è indicato per i nostri amati gatti anche perché contiene molti grassi, quindi li mette a rischio di pancreatite e altri disturbi del tratto digerente. Inoltre contiene anche caffeina, anche questa davvero pericolosa per la salute dei nostri gatti. Questa sostanza non solo agisce sulla digestione del micio ma influisce negativamente sul suo sistema nervoso, sulla funzionalità dei reni e persino su quella del cuore.

Uva passa e frutta secca, assolutamente da evitare

Il buccellato contiene altri ingredienti dannosi per la salute di Micio. Uno di questi è la frutta secca, e con ciò intendiamo sia mandorle, noci e pistacchi che i fichi, un frutto ricchissimo di zuccheri. La frutta secca è un alimento che può comportare dei rischi per la salute dei piccoli felini, ma del resto non c’è ragione che ne mangino perché a livello nutrizionale non apporta alcun beneficio. La frutta secca è ricca di grassi, perciò se Micio ne mangia tanta ingrassa e può persino diventare obeso. In più lo espone al rischio di pancreatite, perciò facciamo davvero moltissima attenzione.

Anche l’uva in tutte le sue forme (quindi anche fresca) è un alimento che nessun gatto dovrebbe mai ingerire. Un frutto zuccherino che per noi è gustosissimo in realtà per i piccoli felini può essere fatale. L’uva passa può causare insufficienza renale e se il micio ne mangia anche solo un pezzettino dobbiamo correre immediatamente dal veterinario. Naturalmente rientrano tra i motivi per cui Micio non deve mangiare il buccellato anche i canditi. Piacciono tanto a noi umani perché sono dolci e aromatici, ma per i gatti sono una bomba di zuccheri e vanno assolutamente evitati.