I gatti possono mangiare il torrone?

I gatti possono mangiare il torrone o è un alimento che può fargli male? Ecco cosa sapere sugli effetti del consumo di questo dolce per Micio

gatto che miagola in modo strano

I gatti possono mangiare il torrone? Come diciamo sempre con i dolci c’è da stare molto attenti e i gatti non devono assolutamente mangiarli. Per noi umani il torrone è una vera prelibatezza ma per i piccoli felini può essere solo causa di problemi di salute. A Natale è un dolce tipico che non manca mai nelle case degli italiani ma contiene molti zuccheri e calorie che fanno male ai gatti. In più alcuni tipi di torrone contengono cacao e sono ricoperti di cioccolato, ingredienti che i gatti non devono assolutamente mangiare. Micio deve mangiare la sua pappa, su questo non si discute. E se ogni tanto vogliamo viziarlo con snack e biscottini devono essere soltanto quelli pensati appositamente per lui, di certo non i nostri!

Cos’è il torrone e com’è fatto?

gatto arancione che mangia la pappa

Il torrone è uno di quei dolci che non mancano mai sulle tavole degli italiani soprattutto nel periodo delle festività natalizie. Ne esistono di tanti tipi e gusti diversi, ma il torrone tradizionale ha una consistenza dura ed è a base di albume d’uovo, miele e zucchero. Ma gli ingredienti del torrone non finiscono mica qui e al suo interno troviamo altre squisitezze come mandorle, noci, arachidi e nocciole tostate. Potremmo già fermarci qui per capire perché i gatti non possono mangiare il torrone!

La ricetta del torrone è molto antica, lotroviamo in Italia ma anche in Spagna, dove si presume sia stato ideato. Nel nostro Paese è tipico di numerose regioni come la Toscana, la Sardegna, la Sicilia e il Piemonte e in ognuna di esse si cucina in un certo modo. Insomma, il torrone per i golosi è una vera prelibatezza ma per i gatti, al contrario, rappresenta un pericolo. Le varianti più celebri di questo dolce sono quella dura e quella morbida, che si differenziano per alcuni ingredienti e anche per le modalità di cottura. In tempi più moderni si è diffusa anche la variante ricoperta di cioccolato e in alcuni casi si producono anche quelli ricoperti da pasta di mandorle.

Perché il gatto non può mangiare il torrone?

gatto bianco e nero con gli occhi gialli

Il torrone è un dolce davvero buonissimo e piace sia agli adulti che ai bambini, ma i gatti non possono mangiare questo dolce per diversi motivi. Primo fra tutti l’alto contenuto di calorie ma soprattutto quello di zuccheri. L’organismo dei gatti non è fatto per digerire gli alimenti ricchi di carboidrati perché sono animali prettamente carnivori. Ecco perché devono mangiare la loro pappa ed ecco perché i pasti devono essere principalmente a base delle proteine della carne. Tutti gli snack, i dolcetti e gli extra che possiamo dargli di tanto in tanto devono essere studiati apposta per loro e realizzati con ingredienti che non gli facciano male.

Per fortuna i gatti hanno dalla loro parte la genetica e nel corso dell’evoluzione la specie si è adattata in modo tale da preservarli dal pericolo di ingestione di dolci. Pensate che Micio non è in grado di percepire questo sapore, perciò non è affatto attratto. Ciò non esclude i gatti dal pericolo perché come ben sappiamo sono animali molto curiosi e quando trovano qualcosa in giro non perdono tempo ad avvicinarvisi e dare magari una leccatina. In linea generale, però, non si fionderanno mai su un dolce come farebbe ad esempio un cane.

I pericoli del consumo di zuccheri

I gatti non devono mangiare dolci e in generale tutti gli alimenti che contengono minime o grandi quantità di zuccheri. L’alimentazione dei nostri piccoli felini deve essere a base di carne (quindi proteine) e arricchita da frutta e verdura, ma solo quelle che possono mangiare. Per il resto i carboidrati non devono essere la principale fonte di energia e i pasti ne possono contenere soltanto una piccolissima parte. Il consumo prolungato di zuccheri, in particolare, provoca danni molto gravi a lungo termine. Basti pensare che Micio potrebbe sviluppare diabete oppure pancreatite, ma anche diventare obeso. I gatti devono mantenere il loro peso forma e non devono ingrassare a dismisura, non solo per un fattore puramente estetico ma per tutti i problemi di salute che ne conseguono.

Il cioccolato fa male ai gatti: ecco perché

gatto che mangia croccantini

I dolci che più ci piacciono sono quelli che contengono cioccolato, ma se c’è una cosa che i gatti non devono mai e poi mai mangiare è proprio questo ingrediente. Attenzione perché non vogliamo essere esagerati o catastrofici, ma da bravi padroncini dobbiamo conoscere i rischi legati al consumo di questo ingrediente. Il cioccolato provoca una vera e propria forma di avvelenamento non solo per i gatti ma anche per i cani e per tutti gli animali. Ciò si deve a una sostanza che contiene, la teobromina, che causa disturbi di vario genere come alterazione del battito, innalzamento della pressione e persino convulsioni.

Il cioccolato è un alimento da escludere nella dieta di Micio anche perché contiene molti grassi. In definitiva, non dobbiamo mai dare al nostro gatto del cioccolato, né quello al naturale né quello bianco, al latte o arricchito da altri ingredienti. Ricordiamo anche che il cacao con cui si produce il cioccolato contiene tracce di caffeina, altra sostanza che fa malissimo ai gatti e ne danneggia il sistema nervoso.

Gatti e miele: facciamo chiarezza

C’è un altro ingrediente particolare alla base della ricetta del torrone: il miele. Su questo alimento possiamo aprire mille dibattiti ma una cosa è certa, si tratta di una sostanza naturale che fa bene alla salute nostra e anche dei piccoli felini. Attenzione però, il fatto che sia salutare non vuol dire che debba costituire la base di un pasto o che Micio lo debba mangiare sempre. Anche il miele è molto calorico, è ricco di zuccheri e quindi va usato con cautela. Ad esempio i gatti che soffrono di diabete o quelli obesi non devono mangiarlo perché gli fa male e peggiora le loro condizioni di salute già precarie. Stessa cosa vale per i gatti sedentari che non si muovono molto durante la giornata. Il miele è un alimento energizzante ma allo stesso tempo va usato con parsimonia.

Per quanto riguarda i benefici, sono davvero tanti. Innanzi tutto contiene un alto numero di vitamine importanti per la salute del micio. Poi ha proprietà antiossidanti ed è utile contro il mal di pancia e persino per curare le ferite e le ustioni. Insomma, il miele non è un alimento nocivo per i gatti ma solo se usato nel modo giusto. Per qualsiasi dubbio chiediamo sempre il parere del veterinario, in modo da non sbagliare soprattutto con le dosi.