Korat, socializzazione: trucchi e consigli per un gatto tranquillo e sereno

Cosa sappiamo della socializzazione di un Korat? È un gatto adatto all'appartamento? Sa relazionarsi bene con gli umani o con altri animali? Ecco qualche informazione.

korat sguardo intenso

Cosa sappiamo di interessante riguardo la socializzazione di un Korat? Quali sono gli elementi che descrivono al meglio il suo carattere e il suo atteggiamento nei confronti degli altri? Cerchiamo di conoscere un po’ meglio questo simpatico esemplare.

Korat e socializzazione: informazioni utili

gatto nell'erba si riposa

Chi è il Korat? Che tipo di gatto dobbiamo aspettarci qualora dovessimo scegliere di accogliere in casa un esemplare di tale razza? Quali sono i dettagli che descrivono al meglio il suo carattere e la sua personalità? Cosa sappiamo sulla socializzazione?

Il Korat è un gatto che rientra nella categoria dei “gatti orientali“. Le sue origini, infatti, fanno riferimento al territorio thailandese, luogo in cui il felino è sempre stato maggiormente diffuso.

Pian piano, nel corso della sua storia, la sua fama si estese anche altrove, fino a raggiungere il continente verso luoghi come la Gran Bretagna o addirittura gli Stati Uniti. In realtà, proprio qui gli appassionati proposero il primo standard di razza, quello che poi sarà ufficialmente riconosciuto.

Il Korat, al giorno d’oggi, rimane comunque un gatto molto costoso e raro, la cui reperibilità è davvero molto scarsa. Infatti, esistono al mondo davvero pochi esemplari di Korat e soprattutto sono ben poche le strutture che si occupano di salvaguardare e portare avanti la razza.

L’argomento di cui vogliamo parlare oggi, però, riguarda proprio l’atteggiamento del Korat nei confronti del mondo e, in particolare, verso l’ambiente domestico. Il gatto di razza Korat va a braccetto con il termine “socializzazione”? Sappiamo qualcosa che può aiutarci a conoscere meglio la razza?

Il carattere del Korat lo rende un animale molto dolce e affettuoso, adatto all’ambiente domestico, alla casa e alla famiglia. Essendo sempre stato abituato a convivere con gli umani in base alla storia che racconta la sua vicenda, il Korat sa essere molto sensibile e rispettoso nei confronti di tutti.

I racconti legati alle sue origini, inoltre, parlano di una particolare usanza tipica della cultura thailandese (e dei paesi limitrofi) che considerava il Korat come un gatto dai poteri soprannaturali. Solitamente, infatti, si regalava in dono questo felino come segno di riconoscenza e per buon auspicio.

La credenza era quella che il Korat avesse il potere di portare fortuna e di diventare una sorta di spirito guida per coloro che lo ricevevano in regalo. Quest’aura di mistero che circonda la razza è rimasta anche al giorno d’oggi. Ecco spiegato il motivo per cui esistono pochissime strutture che se ne occupano: il Korat non è tanto richiesto quanto regalato.

Dunque, chiunque conosca un minimo la sua storia o sia un appassionato di gatti, sa benissimo che il Korat non dovrebbe essere “comprato” per scelta propria, ma andrebbe ricevuto assolutamente in dono. Soltanto così, potrà ancora mantenere queste sue incredibili facoltà.

Tale preambolo è stato importante per capire una questione. Cosa sappiamo del Korat e della socializzazione? Lui, fin dalle origini della sua storia, è sempre stato abituato a entrare in confidenza con l’uomo e a relazionarsi con persone.

Oltretutto, il suo amico bipede lo ha sempre trattato con devozione e venerazione: si può ben affermare, allora, che il carattere del Korat si è temprato su questa linea d’onda.

È un gatto abbastanza viziato, che ama il confort e la serenità. Tutto quello che gli occorre è avere a disposizione ogni cosa possa rendere più facile e accessibile la sua vita. Non è facile prendersi cura di lui, non tanto per problemi specifici, quanto perché è molto esigente.

Carattere

korat punta qualcosa

Sulla base di ciò che abbiamo detto finora, possiamo concludere stilano una lista di peculiarità che colorano la personalità del Korat:

  • socievolezza, ma solo se rispettato
  • amante della tranquillità e della calma
  • buon rapporto con l’uomo, poiché abituato fin da sempre a questo
  • viziato e pigro: adora il confort e tende a mantenersi su questo stile di vita

Si pone in modo disponibile con l’uomo, purché egli sia in grado di dargli tutto quello che lui richiede. Inoltre, il suo carattere forte, testardo ed esigente gli impone di non accontentarsi. Finché le cose non sono fatte come dice lui e non sono di suo completo gradimento, non è soddisfatto.

Farà in modo, allora, di ottenere ciò che vuole con ogni strumento a sua disposizione. Qualora trovasse un ambiente accogliente e rispettoso dei suoi spazi e delle sue necessità, il Korat si rende di certo un buon compagno di viaggio.

Adora essere coccolato, divertirsi e giocare in compagni dei membri della famiglia, a patto che questi rispettino sempre un argomento fondamentale: non fare troppo rumore.

Infatti, il Korat non è un gatto di per sé aggressivo, tuttavia c’è una cosa che lo spaventa in modo particolare: i rumori forti e il chiasso improvviso e incontrollato. Di fronte a queste situazioni, non riesce a trattenersi e potrebbe tirar fuori le unghie come simbolo di difesa da potenziali pericoli.

Non significa che sia un gatto che vuole attaccarci o che pensa solo ed esclusivamente a difendersi o, eventualmente, ferire. Bisogna, però, considerare che si pone sempre in allerta perché vuole avere il controllo della situazione ed evitare che qualcosa possa sfuggirgli.

Rapporto con uomo e animali

gatto sguardo fiero

Sicuramente, come avviene per qualunque animale, anche il Korat ha bisogno di una socializzazione precoce, ovvero che avviene fin dalla tenerissima età, con tutti i membri della sua prossima famiglia.

Questo significa che è importante cercare di entrarci in confidenza fin da quando è ancora un cucciolo e il suo carattere non si è particolarmente temprato su una linea difensiva o allarmata.

La socializzazione si rende fondamentale perché fa capire fin da subito al Korat come ci si comporta in casa. Deve imparare a non graffiare ogni volta che ha il sospetto di essere minacciato: le unghie devono essere mostrate sono in casi di vero pericolo!

È un gatto testardo, quindi ci mette un po’ per capire i meccanismi della famiglia. Una volta raggiunto questo obiettivo, però, sarà ben contento di familiarizzare con tutti.

I bambini, purché capiscano che non va fatto troppo rumore, sono i suoi preferiti. Il Korat trascorre piacevolmente molte ore in loro compagnia, al fine di assicurarsi il giusto movimento e la giusta dose di coccole. Il tutto, però, deve sempre avvenire con calma, serenità e tranquillità: rumori forti o movimenti scattanti potrebbero turbarlo.

Con altri animali, la socializzazione deve assolutamente essere precoce. La convivenza fra Korat e altri gatti è sicuramente più facile da gestire rispetto a quella con cani. Non è scostante con loro, ma la dinamicità dei cagnolini potrebbe infastidirlo, come il loro abbaiare frequente o il loro provocare rumore. Dunque, è bene provvedere a insegnare molto presto quali sono le piccole regole della famiglia.