Perché il mio gatto mi attacca sempre?

Ti stai chiedendo perché il gatto mi attacca? I motivi possono essere tanti, scopriamoli insieme e vediamo come rimediare

Se vivete con un gatto vi sarà sicuramente capitato di doverlo calmare perché si mostra particolarmente aggressivo. I gatti hanno sempre voglia di giocare e quindi manifestare in modo eccessivo la loro eccitazione, fino a sembrare aggressivi nei vostri confronti.

Anche se avete un buon rapporto con il vostro piccolo felino domestico, non è raro che vi graffi o vi morda senza alcun motivo apparente. In questo articolo cercheremo di dare una risposta ad una domanda molto frequente tra chi vive con un pelosetto, cioè: perché il gatto mi attacca? Tali attacchi sono più comuni quando giocate o interagite con loro, ma possono anche verificarsi improvvisamente quando stanno riposando. Può succedere anche quando non state facendo loro nulla, come quando dormite. Vediamo perché e cosa fare quando succede.

Il gatto ti attacca per motivi di salute

Forse il motivo principale per cui il vostro gatto diventa aggressivo è dovuto a un problema medico. Questo è particolarmente vero se vi attaccano all’improvviso, senza che abbiano mai manifestato questo tipo di comportamento in precedenza. Quando un gatto soffre, è bravo a nasconderlo, ma questo può portare alla frustrazione e, di conseguenza, all’aggressività.

La prima cosa che dovete fare se sospettate che il vostro gatto non stia bene è portarlo da un veterinario. Un professionista sarà in grado di determinare se l’animale ha una malattia acuta che causa loro dolore o anche una condizione medica cronica che potrebbe indurlo ad attaccarvi. Questo, per esempio, capita spesso quando sviluppano uno squilibrio ormonale, come spesso accade con problemi endocrini come l’ipertiroidismo nei gatti.

In uno degli scenari peggiori, la rabbia nei gatti può far diventare un felino aggressivo. La rabbia è una malattia mortale a cui dovete prestare molta attenzione, soprattutto se un gatto che ne è affetto vi graffia, dal momento che questa malattia può essere trasmessa agli esseri umani.

Aggressività del gatto, quando attacca per gioco

I gatti sono predatori naturali con un acuto istinto di caccia. Da gattini, imparano ad attaccare la loro preda esercitandosi sulla madre e sui fratelli. Anche dopo che sono cresciuti, è comune vedere i giovani gatti attaccare i piedi o le mani del loro tutore. Per loro spesso si tratta solo di un gioco. In caso di cuccioli è un buon segno, vuol dire che il gatto sta bene e con voi si sente in famiglia ma attenzione perché questo comportamento può diventare un  problema se continua nell’età adulta.

Spesso è proprio il tutore del gatto che incoraggia e rafforza questo comportamento, anche se inconsapevolmente. Quando permettete ai gattini di attaccarvi perché pensate che sia adorabile, state rafforzando un comportamento negativo. Se non ponete dei limiti, il gatto, crescendo, crederà che sia normale attaccare il proprio padrone, anche se lo fa solamente per gioco. Nella sua testa infatti è come se foste proprio voi a volerlo, dal momento che non lo avete ostacolato quando lo faceva da piccolo.

Un’altra causa di aggressività del gatto legata al gioco è la noia. I giochi infatti stimolano il vostro gatto sia mentalmente che fisicamente, inoltre gli consente di rilasciare energia durante l’esercizio. Se non giocate con loro, questa energia viene repressa e può essere rilasciata in vari modi, anche attaccandovi. Questo capita più spesso nei casi in cui avete abituato il vostro gatto a momenti di gioco insieme ma poi improvvisamente non lo fate più. Se volete impedire che il vostro gatto vi attacchi, valutate di aumentare il tempo che trascorrete con lui giocando in maniera costruttiva.

Gatto che ci attacca per paura

Gli animali comunicano con il linguaggio del corpo e così anche i piccoli felini domestici. Un gatto che ha paura in genere adotta una posizione rannicchiata con le orecchie all’indietro e la coda arricciata verso l’interno. Spesso inclineranno indietro il loro corpo per allontanarsi dalla minaccia. Questi sono tutti segnali che dovreste imparare per comprendere le esigenze del vostro amico a quattro zampe.

Un gatto che ha paura generalmente si comporta in tre modi: o scappa via o resta immobile o reagisce attaccando. Se un gatto non ha scampo e la minaccia è ancora presente, è probabile che attaccherà.

Scoprire perché il gatto mi attacca per paura è difficile da determinare. Se il vostro gatto diventa improvvisamente aggressivo, è probabile che stiate facendo qualcosa che lo spaventa. Forse il vostro gioco è troppo rude, forse avete addosso un odore che non gli piace o lo intimidisce. Tuttavia se il vostro micio vi attacca anche quando siete fermi e tranquilli, è possibile che abbia problemi di socializzazione.

La socializzazione è un aspetto molto importante nella vita di un gatto. Generalmente viene appresa da piccoli, in un’età compresa tra le quattro e le dodici settimane di vita. In questo periodo il micio dovrebbe vivere insieme alla mamma e ai suoi fratellini e sorelline per imparare a socializzare. In caso contrario, può diventare diffidente nei confronti degli esseri umani. In questo caso, dovete usare il rinforzo positivo, essere gentili e trovare modi per calmare un gatto aggressivo.

Aggressività reindirizzata nei gatti

Può capitare che il gatto non si mostri aggressivo con la persona, la cosa o l’animale che l’ha infastidito ma che reindirizzi su altro la sua aggressività. Se ti stai chiedendo perché il mio gatto mi attacca, è possibile che la sua aggressività derivi da altro e non da voi. Il gatto è capace di rimanere in tensione per tanto tempo dopo che qualcosa l’ha turbato e non manifestare subito il suo disagio. Questo implica che l’attacco nei vostri confronti potrebbe comparire dal nulla, senza un apparente motivo.

La vittima dell’attacco del gatto non ha nulla a che fare con la sua rabbia, in questo caso. Tuttavia può continuare a reindirizzare l’attacco verso di voi se ritengono che sia utile per loro. Questo può accadere in qualsiasi momento, ma soprattutto durante il tempo di gioco con il vostro gatto.

Gatto territoriale, attacca per difesa

Il gatto è un animale territoriale, alcune volte può quindi attaccare per difendere il suo territorio. L’ambiente in cui abita è molto importante, lo ha scelto con cura. Quando si tratta di un animale domestico, è altrettanto importante perché lo ha studiato e ha individuato dove trovare tutto ciò che gli serve per sopravvivere.

I gatti sono molto gelosi del loro ambiente e non permettono intrusioni esterne. Ecco perché ungatto può attaccare un essere umano: per difendere un’area della casa che considera propria. L’umano è quindi considerato una minaccia che potrebbe usurpare il suo territorio.

Questo tipo di aggressione si verifica generalmente nei confronti di estranei o persone che di solito non vengono spesso in casa. I gatti che mostrano questo comportamento di solito urinano nell’area che considerano il loro territorio per contrassegnarlo.

Il mio gatto mi attacca, cosa posso fare?

Quando il gatto è aggressivo con il proprio umano non c’è un trattamento che vada bene per tutti. Ogni gatti infatti è diverso e i casi vanno analizzati singolarmente. Con pazienza e comprendendo le ragioni del comportamento del vostro gatto, potete aiutarlo a essere più calmo e felice in casa. Un gatto felice è molto meno incline ad attaccarvi.

L’importante è essere sempre pazienti con il proprio gatto e non metterlo in una situazione di paura o stress che provochi questo tipo di reazione aggressiva. Potete usare rinforzi positivi come coccolarli o dargli un bocconcino quando i vostri gatti si comportano bene.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati